Sci Alpino, Mondiali St. Moritz 2017 - Super G femminile, l'ordine di partenza: subito le azzurre

Tre azzurre nelle prime quattro, con il 4 la Goggia. Gut con il 7, Vonn con l'11.

Sci Alpino, Mondiali St. Moritz 2017 - Super G femminile, l'ordine di partenza: subito le azzurre
Sci Alpino, Mondiali St. Moritz 2017 - Super G femminile, l'ordine di partenza: subito le azzurre - Source: Christophe Pallot/Agence Zoom/Getty Images Europe

Ieri una fitta nevicata, oggi il primo appuntamento ufficiale. Salta l'approccio con la pista, nessuna prova all'alba della competizione. A St.Moritz, sede dell'appuntamento mondiale, si parte con il Super G femminile. Il via alle 12, 46 atlete al cancelletto. Difficile stilare una graduatoria, diverse le protagoniste attese. Lara Gut - tre vittorie in quattro gare in stagione - è presente e in buona condizione, aldilà di qualche ammaccatura dopo il recente volo. Dominatrice della specialità, insegue l'oro iridato. Sulle sue code, Tina Weirather - in pista con il pettorale n.5, quindi prima dell'elvetica (7) - tre volte sul podio in Super G. Ilka Stuhec ha vinto sulle nevi di Cortina, nella medesima gara ha ritrovato il podio Anna Veith. Attenzione alla fuoriclasse austriaca, può sovvertire il pronostico. Incognita è Lindsey Vonn, non è al top della condizione, come naturale, ma ha classe e voglia di primeggiare. Con l'11 la Vonn, con il 17 la Veith. 

L'Italia presenta quattro carte importanti. Sofia Goggia - n.4 - è la prima donna della velocità azzurra. Su di lui, giovane e di talento, le speranze di una campagna di successo. Ad aprire la gara Elena Curtoni, terza in Val d'Isere, con il 2 Francesca Marsaglia, infine con il 19 Federica Brignone, in costante progresso nella velocità. Il vento può giocare un ruolo chiave, nel pomeriggio di ieri folate intense, da valutare con attenzione la situazione al via. 

Nelle posizioni di vertice possono poi inserirsi altre sciatrici. Worley e Rebensburg - gigantiste di qualità - hanno ottenuto di recente ottimi riscontri, come la Venier, pettorale n.3 e seconda a Garmisch. La svedese Kling, le americane, la margherita è ricca di petali preziosi, in una gara secca, in cui conta solo e unicamente la medaglia, a decidere può essere il dettaglio. Fortuna e approccio, coraggio e determinazione, principi guida sul pendio svizzero. 

Le prime trenta 

1 1 CURTONI Elena Head 
2 2 MARSAGLIA Francesca Voelkl 
3 3 VENIER Stephanie Atomic 
4 4 GOGGIA Sofia Atomic 
5 5 WEIRATHER Tina Atomic 
6 6 SUTER Corinne Head 
7 7 GUT Lara Head 
8 8 SCHMIDHOFER Nicole Fischer 
9 9 STUHEC Ilka Stoeckli 
10 10 TIPPLER Tamara Voelkl 
11 11 VONN Lindsey Head 
12 12 MIRADOLI Romane Dynastar 
13 13 REBENSBURG Viktoria Stoeckli 
14 14 ROSS Laurenne Voelkl 
15 15 KLING Kajsa Head 
16 16 MOWINCKEL Ragnhild Head 
17 17 VEITH Anna Head 
18 18 WORLEY Tessa Rossignol 
19 19 BRIGNONE Federica Rossignol 
20 20 HAEHLEN Joana Voelkl 
21 21 WILES Jacqueline Rossignol 
22 22 CRAWFORD Candace Head 
23 23 WEIDLE Kira Rossignol 
24 24 JOHNSON Breezy Atomic 
25 25 TVIBERG Maria Therese Head 
26 26 GAUTHIER Tiffany Rossignol 
27 27 GAGNON Marie-Michele Rossignol 
28 28 LEDECKA Ester Atomic 
29 29 GRENIER Valerie Rossignol 
30 30 SCHEYER Christine Head

L'ordine di partenza completo 


Share on Facebook