Sci Alpino, St Moritz 2017 - Discesa femminile, i pettorali di partenza: Goggia con il 5

Schmidhofer la prima in pista, non ci sono Gut e Veith, Stuhec favorita. Occhio alla Vonn.

Sci Alpino, St Moritz 2017 - Discesa femminile, i pettorali di partenza: Goggia con il 5
Sci Alpino, St Moritz 2017 - Discesa femminile, i pettorali di partenza: Goggia con il 5 - Source: Giovanni Auletta/Agence Zoom/Getty Images Europe

Dopo le difficoltà di ieri - complice una nebbia fitta - a St Moritz si riparte quest'oggi, tempo permettendo, con la discesa libera al femminile. Alle 11.15 il via alla prova, 38 le atlete al cancelletto. L'Italia, nei bassifondi del medagliere, a quota zero, si affida alla voglia di riscatto di Sofia Goggia, a secco in Super G e fuori in combinata. Si riparte dalle sensazioni di due giorni fa, con la Goggia al comando dopo la porzione veloce. L'errore in slalom, dopo poche porte, non cancella l'ottimo impatto con la discesa. L'azzurra è senza dubbio nel ristretto gruppetto che si gioca l'oro. Pettorale n.5, la prima del comparto italiano in gara. Con l'8 Elena Fanchini, con il 15 Johanna Schnarf - penalizzata da un'imperfetta condizione fisica, ma pronta a rispolverare coraggio e buonumore - infine con il 20 Verena Stuffer. 

La principale candidata al titolo - stando alle impressioni di stagione e ai primi riscontri qui - è Ilka Stuhec. Incerta in combinata, la slovena è in uno stato di forma invidiabile e sembra avere, in questa specialità, qualcosa in più. La Stuhec prende il via poco dopo la Goggia, con il 7. Ad accendere la gara odierna, Nicole Schmidhofer, pettorale n.1, la prima delle big è Tina Weirather, n.3 e medaglia in bacheca già dopo il Super G. 

In una prova aperta a più soluzioni - e perché no a nuove regine - giusto non dimenticarsi di Lindsey Vonn. Un rientro difficile dopo un lungo stop, successo e interrogativi all'alba della rassegna iridata. A St Moritz, fin qui, qualche delusione e un pizzico di sfortuna. La Vonn punta decisa all'oro, vuol ribadire la sua superiorità in questo contesto. N.9 per la fuoriclasse americana. 

Infine, un occhio alle assenze. Stagione finita per Lara Gut, infortunio pesante per la sciatrice svizzera durante un allenamento tra i pali stretti. Salta la discesa, questa volta per scelta, Anna Veith. L'austriaca focalizza le sue attenzioni sul gigante.

Le prime trenta 

1 1 SCHMIDHOFER Nicole Fischer 
2 2 WILES Jacqueline Rossignol 
3 3 WEIRATHER Tina Atomic 
4 4 ROSS Laurenne Voelkl 
5 5 GOGGIA Sofia Atomic 
6 6 VENIER Stephanie Atomic 
7 7 STUHEC Ilka Stoeckli 
8 8 FANCHINI Elena Dynastar 
9 9 VONN Lindsey Head 
10 10 SCHEYER Christine Head 
11 11 SUTER Fabienne Dynastar 
12 12 MOWINCKEL Ragnhild Head 
13 13 REBENSBURG Viktoria Stoeckli 
14 14 SIEBENHOFER Ramona Head 
15 15 SCHNARF Johanna Fischer 
16 16 JOHNSON Breezy Atomic 
17 17 KLING Kajsa Head 
18 18 FLURY Jasmine Stoeckli 
19 19 SUTER Corinne Head 
20 20 STUFFER Verena Fischer 
21 21 TVIBERG Maria Therese Head 
22 22 LYSDAHL Kristin Rossignol 
23 23 FERK Marusa Stoeckli 
24 24 LEDECKA Ester Atomic 
25 25 GAUTHIER Tiffany Rossignol 
26 26 MIRADOLI Romane Dynastar 
27 27 GRENIER Valerie Rossignol 
28 28 GISIN Michelle Rossignol 
29 29 WEIDLE Kira Rossignol 
30 30 COLETTI Alexandra Head

L'ordine di partenza completo 

La prova maschile - rinviata ieri - va invece in scena alle 13.30. Diramato un nuovo ordine di partenza. Qui le ultime. 

Sci Alpino