Ethias League: Kyle Fogg non basta ad Antwerp, il Limburg passa 68-75

Finisce la striscia positiva degli Antwerp Giants in campionato, che vengono sconfitti con il punteggio di 68-75; l'MVP del match è stato Kyle Fogg, autore di 24 punti.

Ethias League: Kyle Fogg non basta ad Antwerp, il Limburg passa 68-75
Kyle Fogg, MVP del match e autore di 24 punti
Antwerp Giants
68 75
Limburg United
Antwerp Giants: Kyle Fogg 24, Jean-Marc Mwema 2, Ryan Pearson 5, Roel Moors 2, Brandon Ubel 2, Kirk Archibeque 7, Thomas Akyazili 4, DeAndre Kane 1, Ben Simons 5, Thomas De Thaey 16, Yannick Schopen ne, Ordane Kanda-Kanyinda. All: Paul Vervaeck
Limburg United: Dennis Donkor 17, Barry Stewart 11, Nick Celis 9, Devin Oliver 12, Seamus Boxley 9, Jesse Sanders ne, Anthony Goetgeluck, Hans Vanwijn, Scott Thomas 11, Zeke Marshall 6, Wietse Jacobs ne, Jonas Delalieux ne. All: Brian Lynch
SCORE: 13-18, 22-21; 19-16, 14-20.
NOTE: Arena: Lotto Arena

Non riesce l'impresa agli Antwerp Giants, che non riescono ad inanellare la terza vittoria consecutiva contro la seconda forza del campionato, ovvero il Limburg United, che vince con il punteggio di 68-75.

La partita inizia subito sotto il segno degli ospiti, che partono subito forte cercando di staccare gli avversari: sugli scudi un grande Dennis Donkor (17 punti), già incisivo in fase realizzativa e che porta i suoi avanti sul 5-13. La reazione dei Giants è affidata al solo Kyle Fogg (24 punti), che però sembra essere da solo su un'isola deserta, per cui le sue azioni non riescono a dare una svolta alla partita, infatti il Limburg scappa via ulteriormente e chiude il quarto avanti di cinque sul punteggio di 13-18, grazie ad un jumper allo scadere di Barry Stewart (11 punti e 6 rimbalzi).

Nel secondo quarto la partita sembra subire una svolta, infatti Antwerp cerca subito di ricucire lo svantaggio con i canestri di De Thaey (16 punti) e Archibeque (7 punti e 7 rimbalzi), ma dall'altra parte la seconda della classe dimostra di non voler farsi sfuggire la partita di mano e rimette la freccia portandosi sul +10 con le gocate di Thomas (11 punti e 5 rimbalzi) e Boxley (18-28). La doppia cifra di svantaggio, però, non ferma la grande forza di volonta dei padroni di casa, che non si arrendono e ritornano ripotentemente in partita, grazie ad un super Kyle Fogg, che porta i suoi sotto solo di 2 punti sul punteggio di 32-34. Ma nel finale ci pensa Donkor a rimettere le cose al proprio posto, facendo chiudere i suoi sul +4 sul punteggio parziale di 35-39.

Dopo l'intervallo, il copione sembra rimanere lo stesso con il Limburg che continua la sua marcia trionfale verso la vittoria, mentre i Giants cercano di rispondere con qualsiasi mezzo; ottimo l'avvio del duo Stewart-Barry, che cerca di dare il là alla fuga decisiva. Ma a metà quarto arriva l'incredibile sorpresa, infatti il Limburg stacca la spina per un momento e Antwerp torna subito in partita: infatti prima raggiunge il pari a quota 46 con Kyle Fogg, e poi addirittura il sorpasso con una tripla dello stesso giocatore americano che fissa il punteggio sul 52-50 (primo vantaggio della gara). Da qui in poi la partita diventa un avvincente lotta punto a punto, che vede ancora il Limburg spuntarla di un punto, infatti il punteggio parziale è  di 54-55 per gli ospiti.

Tutti i presupposti per un ultimo atto incandescente, che vede le due squadre giocarsi il match punto su punto con il duello tra De Thaey e Marshall (6 punti) che tiene banco. A risultare decisivo è il parziale di Donkor a metà quarto che regala quella leadership di 5-6 punti al Limburg, divario incolmabile per i Giants, stremati dal grande sforzo prodotto tra il secondo e il terzo quarto. Infatti dopo il canestro del +8 firmato da Nick Celis (9 punti e 6 rimbalzi), la partita si spacca definitivamente con Oliver (12 punti e 6 rimbalzi) che traghetta i suoi verso la vittoria finale che arriva con il punteggio di 68-75; inutili i tentativi nel finale di Akyazili (4 punti).


Share on Facebook