Eurocup: serata amara per Reggio, il CAI vince 75-87 ed elimina definitivamente i biancorossi

Si spengono le residue speranze europee della Grissin Bon, che perde contro il CAI Zaragoza con il punteggio di 75-87 e viene definitivamente eliminata; L'MVP del match è stato Chris Goulding (19 punti).

Eurocup: serata amara per Reggio, il CAI vince 75-87 ed elimina definitivamente i biancorossi
Chris Goulding, MVP del match e autore di 19 punti
Reggio Emilia
75 87
CAI Zaragoza
Reggio Emilia: Federico Mussini 2, Achille Polonara 6, Amedeo Della Valle 15, Donnell Taylor 10, Adam Pechacek ne, Giovanni Pini, Ksistof Lavrinovic 7, Drake Diener 19, Riccardo Cervi 4, Ojars Silins, Andrea Cinciarini 12. All: Massimiliano Menetti.
CAI Zaragoza: Kevin Lisch 5, Pedro Llompart 12, Rasko Katic 14, Joan Sastre 3, Pere Tomas, Jason Robinson 11, Marcus Landry 13, Henk Norel 6, Albert Fontet ne, Chris Goulding 19, Stevan Jelovac 4. All: Joaquin Ruiz
SCORE: 22-19, 18-26; 20-15, 15-27.
ARBITRO: VOJINOVIC, RADOMIR [MNE] VYKLICKY, ROBERT [CZE] BIJEDIC, HARIS [BIH]
NOTE: Arena: PALADOZZA Attendance: 2068

Termina anzitempo il viaggio europeo di Reggio, che perde contro il CAI Zaragoza ed viene definitivamente eliminata dall'Eurocup.

La partita inizia subito sotto il segno dell'equilibrio, con le due squadre che si affrontano a viso aperto e si rispondono colpo su colpo; a tenere banco è il duell tra Cinciarini (7 punti) e Goulding (8 punti), che anima il match nei primi minuti, quando il punteggio è un pareggio a quota 8 punti. Il CAI Zaragoza sembra aveer un momento di grande spinta offensiva con il duo Katic (4 punti)-Llompart (6 assist in 10 minuti!!!), che prova a lanciare la mini-fuga, ma Reggio è presente e risponde per le rime con i canestri di Cinciarini e Drake Diener (5 punti), prima che Lavrinovic (5 punti) firmì quello del vantaggio reggiano sul 14-13. Nonostante ciò, gli spagnoli tengono comunque botta, anche se Reggio mette la testa avanti nel finale di quarto, quando una tripla di Lavrinovic fissa il punteggio sul 22-19.

Il secondo atto comincia subito sotto il segno della Grissin Bon, che sfruttando il trend positivo del finale di primo quarto, tenta una fuga con Lavrinovic (7 punti), ma gli Spagnoli si fanno trovare pronti e con i canestri di Katic (8 punti) si riportano immediatamente subito e addiritura trovano il sorpasso con una tripla di Sastre, che fissa il punteggio sul 29-30. Da qui in poi, il CAI approfitta del buon momento e prova a sua volta a scappare con un Landry (6 punti) scatenato, ma la Grissin Bon rimane comunque sul pezzo e nonostante il momento offensivo non proprio idilliaco si mantiene in partita grazie a Donnell Taylor (6 punti). Prima della sirena, però, Goulding (10 punti), con un canestro da 2, rimette cinque punti di distacco tra le due squadre, infatti il punteggio è di 40-45 per gli spagnoli.

Dopo l'intervallo Reggio Emilia subisce l'impeto degli spagnoli, che cercano do continuare il loro tentativo di allungo con un Goulding (14 punti) scatenato, che porta i suoi avanti di 7 punti. Ma Reggio non molla un cm al CAI e si riporta immediatamente sotto con una schiacciata di Cervi (che infiamma il palazzetto) e un super Taylor (10 punti), che fissa il punteggio sulla parità a quota 51 punti. Da qui in poi, si gioca una partita punto a punto e si ripropone il duello iniziale tra Cinciarini (11 punti) e Goulding, che vede spuntarla lo spagnolo solo per un momento, visto che Della Valle (10 punti), sulla sirena, con un lay-up fissa il punteggio sul 60 pari.

L'ultimo atto, decisivo per la permanenza della Reggio in europa, comincia piuttosto sotto tono, infatti Landry (13 punti e 6 rimbalzi) continua ad aumentare il divario tra e due squadre. Ma, nel momento più buio, salgono in cattedra Drake Diener (19 punti e 6 assist) e Amedeo Della Valle (15 punti), che guidano la truppa di Menetti sino alla parità a quota 71. Nel momento di maggiore sforzo, però, Reggio ha un crollo verticale e il CAI non perdona, riallungando il divario e stavolta in maniera definitiva: infatti i canestri di Goulding (19 punti) e Llompart (doppia-doppia con 12 punti e 13 assist!!!) affondano la Grissin Bon sempre più sino al suono della sirena, quando si legge il risultato di 75-87 sul tabellone luminoso del Paladozza.

Una sconfitta che taglia definitivamente fuori dai giochi qualificazione la Grissin Bon, anche se una domanda si presenta spontaneamente: con la squadra al completo si sarebbe assistito ad uno show diverso? la risposta sebra scontata...


Share on Facebook