Eurochallenge: alla scoperta dell'Okapi Aalstar

Continua il nostro viaggio alla scoperta delle avversarie dell'Enel Brindisi, oggi è il turno della selezione belga dell'Okapi Aalstar, ex squadra del giocatore NBA Christoper Copeland, oggi in forza ai Pacers.

Eurochallenge: alla scoperta dell'Okapi Aalstar
Eurochallenge: alla scoperta dell'Okapi Aalstar

Dopo i romeni dell'Energia Targu Jiu, continua il nostro viaggio alla scoperta delle avversarie dell'Enel Brindisi; oggi è il turno dei belgi dell'Okapi Aalstar, runner-up dell'Ethias League nello scorso anno ed ex squadra di Christopher Copeland, oggi in forza agli Indiana Pacers.

CAMMINO- La formazione belga arriva alle last 16 con un record di 5 vittorie e una sola sconfitta. che gli ha permesso di arrivare prima nel Girone C, composto da Fraport Skyliners (Germania), Boras Basket (Svezia) e Bakken Bears (Danimarca). L'inizio è parecchio rassicurante per l'Okapi, che nelle prime tre partite colleziona altrettante vittorie con un distacco di oltre venti punti nelle prime due: la prima vittima sono i tedeschi del Fraport Skyliners, battuti con il punteggio di 94-59 e grazie ai 22 punti di Dreesen e ai 20, più 6 assist, di Clark; nella seconda giornata a subire lo stesso destino è il Boras Basket, che vede violato il proprio palazzetto con una sconfitta per 67-91 (20 punti e 7 rimbalzi di Miller). Infine, per concludere il percorso d'andata immacolato, arriva anche la vittoria sul parquet del Bakken Bears, che fa una figura migliore delle altre due compagini precedenti, perdendo con il punteggio di 83-92; da segnalare le prove di Braun (27 punti e 6 assist) e Johnson (20 punti e 9 rimbalzi). Ma ad interrompere la "streak" dei belgi ci pensano i tedeschi del Fraport Skyliners, che vendicano alla grande la pesante sconfitta dell'andata, rifilando un netto ventello agli avversari, infatti il risultato finale è di 80-58 (a nulla servono i 29 punti messi insieme dell'acco​ppiata Braun-Johnson). La caduta dal piedistallo, però, diminuisce le sicurezze della squadra allenata da Bradley Scott Dean (allenatore anche della nazionale svedese), che porta a casa due vittorie nelle ultime partite ma lo fa con dei risultati decisamente inferiori rispetto all'andata: la prima arriva per 119-118, dopo un overtime, contro il Boras Basket, che cade solo su un jump-shot nei secondi finali di Clark, mentre nella seconda sono solo tre i punti di distacco alla sirena, infatti il Bakken Bears cede solo nel finale con il punteggio di 103-100 da segnalare che ben sei giocatori della formazione belga sono andati in doppia cifra, tra cui Braun che con i suoi 20 punti è anche il top-scorer dei suoi.

Okapi Aalstar-Fraport Skyliners 94-56 (22 punti di Dreesen, 20 punti e 6 assist di Clark)

Boras Basket-Okapi Aalstar 67-91 (20 punti e 7 rimbalzi di Miller)

Bakken Bears-Okapi Aalstar 83-92 (27 punti e 6 assist di Braun, 20 punti e 9 rimbalzi di Johnson)

Fraport Skyliners-Okapi Aalstar 80-58 (15 punti e 7 rimbalzi di Johnson)

Okapi Aalstar-Boras Basket 119-118 0t (32 punti di Tofi e 31 punti di Clark)

Okapi Aalstar-Bakken Bears 103-100 (20 punti di Braun)

CLASSIFICA: Okapi Aalstar (5-1), Fraport Skyliners (4-2), Boras Basket (3-3), Bakken Bears (0-6).

ROSA- La formazione belga è forse l'avversario più temibile del girone dell'Enel, infatti dopo la prima fase sono ben cinque i giocatori in doppia cifra, sintomo della grande verve offensiva della formazione allenata da Scott Dean, che possiede una media punti a partita di 92.8. Il top scorer della compagine è l'americano Jason Clark (prodotto di Georgetown e in uscita dalla panchina) con una media punti di 16.2 punti, ben arrotondato anche dalla grandissima prestazione nella vittoria all'overtime contro il Boras Basket, dove mise a referto ben 31 punti; da rivedere, però, il tiro da tre dove per il momento è 2/11. Un'altra colonna portante dell'Okapi è il duo composto da Johnson-Braun, che curiosamente hanno la stessa media punti di 14.8. Questa coppia è una delle principali bocche da fuoco dei Belgi, che sembrano fare parecchio affidamento a questo asse: un mix tra esperienza (Tyren Johnson) e gioventù (Taylor Braun è un rookie alla prima stagione da pro, dopo non essere stato eletto al draft di quest'anno), decisivo in molte partite, da ricordare i 47 punti messi insieme nella vittoria sul campo del Bakken Bears e i 34 messi al ritorno alla stessa squadra danese nella vittoria per 103-100. Attenzione, soprattutto a Tyren che è nella Top 10 degli stoppatori della competizione (ottavo con 1.3 stoppate a partita) e ha il 90% dalla linea della carità. Infine,va segnalato anche Rotnei Clarke, appena arrivato in quel di Aalst ma già decisivo: infatti nella prima partita giocata, quella contro il Bakken Bears vinta da Okapi per 103-100, ha messo a referto 14 punti con 4 assist e 4 rimbalzi, a dimostrazione di come possa subito intepretare un ruolo importante in questa squadra, nonostante il grande salto fatto, infatti arriva dal campionato Australiano dove vestiva la maglia dei Wollongong Hawks.

QUINTETTO: El Khounchar, Braun, Cummard, Johnson, Tofi.


Share on Facebook