Risultato finale EA7 Milano - Laboral Kutxa Vitoria (78-76), partita Eurolega 2015/2016

Risultato finale EA7 Milano - Laboral Kutxa Vitoria (78-76), partita Eurolega 2015/2016
EA7 Milano
78 76
Laboral Kutxa Vitoria
EA7 Milano : starting five: Gentile, Cincarini, McLean, Macvan e Charles Jenkins
Laboral Kutxa Vitoria: starting five: Causeur, Planinic, Hanga, Tillie, Adam
SCORE: Primo quarto 17-23 Secondo quarto 38-36 T

Milano vince, ma che fatica sopratttutto negli ultimi minuti finali, dove la squadra di Repesa è calata.  miglior marcatore di Milano Jamel McLean co 13 punti. Per questa sera è tutto, una sera buona notte da tutta la redazione di Vavel Itali

Il Laboral non molla, 70-63 ad un minuto dalla fine

70-60 a tre minuti dalla fine

65-50, Milano prova contenere la rimonta di Laboral

Termina anche il terzo quarto, l' EA7 conduce 61-46. Ottimo terzo quarto, Alessandro Gentile miglior marcatore biancorosso con 12 punti

59-46 4 punti consecuitivi degli spagnoli, Repesa chiama time put immediatamente. Manca un minuto alla fine del terzo quarto

59 - 42 Milano non si ferma più, Simon da tre punti. Il  Laboral  non riesce a trovare più la via del canestro, merito anche della difesa biancorossa

Sono trascorsi 28 minuti di gioco

56-42 Charles Jenkins da tre punti, a squadra biancorossa prova a scappare, mancano 4 minuti al termine del terzo quarto

53-42 Milan Macvan, tra i migliori fino a questo momento ,a segno, l' Olimpia  più 11

51-42 a metà terzo quarto

48-40 torna a segnare il Laboral con 4 punti consecutivi

Sono trascorsi 24 minuti di gioco

48-46, Ancora a segno l' Olimpia, con Gentile da 2 punti

46-36 Macvan in penetrazione, Ea7 più 10 

Sono trascorsi 22 minuti di gioco

44- 36 Macvan in lunetta con 2/2, milano conduce di otto lunghezze

42-36 Bellissimo contropiede con schiacciata finale di McLean, Velimir Perasovic chiama immediatamente time out

40-36 Primo canestro del secondo tempo lo segna Alessandro Gentile, Milano più 4

TERZO QUARTO

Dopo i primi venti minuti Milano conduce di due lugnhezze, 38-36. Buon secondo quarto della squadra di Repesa, miglior marcatore tra le fila in biancorossa, sempre Hummel con 10 punti. Ci risentiamo tra poco per il secondo tempo

38-34 Per Milano, mancano 12 secondi al termine della seconda frazione di gioco

34-34 Darko Planinic, con un gioco da 3 punti, pareggia il risultato

Manca un minuto di gioco alla fine del secondo quarto

34-31 Ancora a segno McLean, autore degli ultimi 5 punti

Milano trova il primo vantaggio del match, 32-31 

Sono trascorsi 18 minuti di gioco

29-31 Milano è viva

26-27 Alessandro Gentile in penetrazione , Milano sotto solo di uno

Sono trascorsi 16 minuti di gioco

24-27 Simon dalla lunetta accorcia

22-27 Bourousis di tap in

Sono trascorsi 14 minuti di gioco

22-25Altro canestro questa volta con Lafayette, Velimir Perasovic chiama time out, con 6.11 minuti da giocare di questo secondo quarto

20-25 Milano torna a segna con Simon, da tre punti

Laboral Kutxa Vitoria avanti sempre di otto punti, dentro Gentile

Sono trascori 12 minuti di gioco

Altra palla persa da Milano. Repesa chiama time out

17-25 Causeur da due punti

SECONDO QUARTO

Si chiude il primo tempo, troppe disattenzioni difensive per Milano, Laboral Kutxa Vitoria conduce di sei punti, 17-23. Robbie Hummel miglior marcatore biancorosso, con 7 punti

17-19 Ancora Hummel, per Milano segna solo il lungo americano

Entrano Simon e Lafayette, escono Cinciarini e Gentile

Sono trascorsi otto minuti di gioco

14-19 Hummel da due punti

Planinic 1/2 dalla lunetta, al suo posto entra Bourousis, accolto da un grande applauso

Sono trascorsi 6 minuti di gioco

Barac già due falli per lui

12-14 Hummel da due punti

10-14Gentile in lunetta 2/2 per il capitano, anche dall'altra parte Causeur va a segno dalla lunetta

Tv Time out, mancano 4.44 al termine del primo quarto

8-13 Segna uno degli ex di giornata, Kangur, più 5 per il Laboral

Altro cambio, dentro Barac fuori McLean

8-11 Vitoria in lunetta, più 3 per gli ospiti. Repesa incomincia subito con i primi cambi, dentro Hummel per Macvan

Sono trascorsi 4 minuti di gioco

8-9 Altro canestro di Vitoria da 3 punti, questa volta con  Causeur. Gli spagnoli micidiali dalla lunga distanza

8-6 McLean in lunetta, 2/2 per il centro di Milano

6-6 Kim Tillie pareggia  con un canestro dalla lunga distanza

Primo fallo di Gentile

Sono trascorsi due minuti di gioco

6-3 Altro canestro dei biancorossi, questa volta a segno con Jenkins

4-3 Schiacciata di Gentile

2-3 Risponde subito il capitano biancorosso

0-3 Primo canestro di Adam da 3 punti

Si inizia, subito fallo di McLean

PRIMO QUARTO

20.45 Inno dell' Eurolega, manca davvero poco alla palla due

20.43 Ecco gli starting five:

Per Milano nessuna novità, Gentile, Cincarini, McLean, Macvan e Charles Jenkins

Per Vitoria: Causeur, Planinic, Hanga, Tillie, Adam 

20.40 Forum abbastanza pieno,  ma  non tutto esaurito

20.38 E' il momento della presentazione delle due squadre

 20.33 Andiamo a rileggere le parole di coach Repesa alla vigilia di questo importante match: "Stiamo lavorando, in particolare per muovere di più la palla in attacco, migliorare quelle cose che in difesa non facciamo ancora bene. Vitoria è una buona squadra, rafforzata dall'innesto di Bourousis, loro corrono molto e bene, se andiamo a rimbalzo come abbiamo fatto con Varese e non abbiamo fatto a Trento, se riusciamo a fermare il contropiede e la loro transizione allora saremo già un passo avanti".

20.30 EA7 Olimpia Milano-Laboral Kutxa Vitoria sarà una partita dal fascino particolare in quanto si sfideranno in panchina due ex commissari tecnici della nazionale croata: Jasmin Repesa contro Velimir Perasovic

20.27

Warming up for @Euroleague debut. #EA7LBO pic.twitter.com/lKZkw0kNbd

— Olimpia EA7 Milano (@OlimpiaEA7Mi) 16 Ottobre 2015

20.22 Andiamo a riguardare i precedenti.  Il bilancio tra questi due club è di 5-3 a favore del Laboral Kutxa Vitoria. L’Olimpia però ha vinto tre delle ultime quattro uscite, incluso l’ultimo scontro diretto di Milano vinto dall’EA7 Emporio Armani 99-85 con 29 punti di Alessandro Gentile, ovvero il suo record carriera in Eurolega. Gentile fece 4/5 da tre ed ebbe 7 rimbalzi oltre a 4 assist.

20.15 E' il turno della squadra di casa, accolta da un caloroso applauso

20:13 Fa il loro ingresso in campo il Laboral Kutxa Vitoria

20:05 Buonasera e benvenuti, siamo in diretta dal Forum d' Assago, seguiremo la diretta in vostra compagnia, restate con noi

Palla a due, si comincia. Buona sera amici lettori di Vavel Italia e benvenuti alla diretta testuale, live ed, direttamente dal Forum d’Assago seguiremo, in vostra compagnia, EA7 Milano - Laboral Kutxa Vitoria. Segui il grande basket con noi!

 L’Olimpia e il Banco Sardegna Sassari sono le due italiane che cercheranno di tenere alto il nome dell’Italia nell’Europa che conta. Torna dunque lo spettacolo dell’Eurolega, la massima competizione europea di basket. Sono 24 le formazioni ai nastri di partenza della prima fase, le prime 4 classificate di ognuno degli 8 gironi staccheranno il biglietto per le Top 16, mentre le altre 8 continueranno il proprio cammino europeo in Eurocup.

Per l’EA7 sarà fondamentale evitare passi falsi in casa per non compromettere il cammino verso la Top16, obiettivo minimo raggiunto per tre volte nelle ultime quattro stagioni. Milano è profondamente diversa, con meno talento individuale ed ancora tutta da scoprire, visto il precampionato fatto praticamente senza metà squadra, ma la vittoria nel derby con Varese ha ridato fiducia ed entusiasmo all’ambiente. Gli spagnoli sono reduci da una brillante vittoria all’esordio in campionato, dove hanno mostrato un attacco di squadra ed una difesa dura, quest’ultima una caratteristica che dovrà essere chiave anche dell’Olimpia per tutta la stagione.

Il Laboral Kutxa Vitoria è orfano dell’infortunato Shengelia ma si è rafforzato proprio con due ex giocatori biancorossi, Bourousis e Kangur. Vitoria ha cambiato tanto in estate ma meno dell’EA7 soprattutto sul perimetro dove sono stati confermati i due americani Mike James e Darius Adams, e il francese Fabrien Causeur. Adam Hanga è un ritorno dopo un anno ad Avellino, mentre Ioannis Bourousis è considerato un “upgrade” rispetto a Colton Iverson. La squadra affidata a Perasovic ha due infortuni cui rimediare, quello del lettone Bertans che si verificò proprio a Milano la stagione passata, e quello di Tornike Shengelia, sostituito prontamente con Kristjan Kangur, uno dei tre ex in campo. Ambedue le squadre hanno vinto largamente nell’ultimo turno di campionato, l’Olimpia contro Varese, Vitoria a Madrid contro l’Estudiantes.

IL GIRONE

Girone B: Cedevita Zagabria, EA7 Emporio Armani Milano, Efes Istanbul, Laboral Kutxa Vitoria, Limoges, Olympiakos.

Nell' Olimpiakos di Vassilis Spanoulis ritroviamo da quest'anno anche Daniel Hackett: inizio morbido per loro contro il Cedevita Zagabria che non dovrebbe costituire un problema per i biancorossi greci. L' Efes Istanbul vuole dimostrare le proprie ambizioni e per farlo necessita di una vittoria esterna convincente sul campo della matricola Limoges. L’Olympiacos ed l'Efes sembrano di un gradino sopra, ma Cedevita e Limoges sono inferiori a Milano, così come Vitoria non è certo un ostacolo insormontabile

LE PAROLE DELLA VIGILIA

Jasmin Repesa trova come avversario Velimir Perasovic, un altro allenatore croato che aveva già allenato a Vitoria prima di tornarci in estate: “Stiamo lavorando, in particolare per muovere di più la palla in attacco, migliorare quelle cose che in difesa non facciamo ancora bene. Abbiamo bisogno di tempo per stare insieme, Vitoria ha giocato qualche partita in più di noi tutti insieme, ha fatto bene al torneo di Mosca e ha asfaltato l’Estudiantes in campionato. Era avanti di 30 già nel primo tempo. Sono una buona squadra, rafforzata dall’innesto di Bourousis ma siamo determinati per vincere questa partita e cominciare bene in casa. Loro corrono molto e bene, se riusciamo a mettere a posto i rimbalzi come abbiamo fatto con Varese e non abbiamo fatto con Trento, se riusciamo a fermare il contropiede e la loro transizione allora saremo già un bel passo avanti”.

Per Robbie Hummel, due anni nella NBA, si tratta dell’esordio in Eurolega: “L’Eurolega è una competizione molto più fisica del campionato italiano, Vitoria è una squadra con una taglia fisica importante e quindi dovremo adeguarci ancora rispetto alle partite giocate contro Trento e Varese. Il mio obiettivo personale è avere un impatto su ogni singolo possesso, cercare di essere versatile e aiutare la squadra a vincere con un rimbalzo, un tiro, una buona difesa perché al momento dobbiamo lavorare molto e conoscerci meglio per capire cosa serva per vincere”. Gani Lawal, tra stoppate e schiacciate: “Abbiamo avuto qualche problema all’inizio della partita poi abbiamo messo in campo tanta energia ed evitato molti errori, quelli che ci erano costati la sconfitta nella partita a Trento. Essere 1-1 è meglio che 0-2. Stiamo crescendo, ma dobbiamo lavorare in palestra e continuare a migliorare. Alcuni passi avanti si sono visti, sia dal punto di vista personale (per giocatori come Lafayette e Hummel) sia per la chimica di squadra, soprattutto nei meccanismi offensivi."

I PRECEDENTI DI OLIMPIA-VITORIA

L’Olimpia Milano torna a debuttare in Eurolega sul campo di casa com’era successo l’ultima volta nel 2012 (vittoria sull’Efes, con Ioannis Bourousis migliore in campo): nelle ultime due stagioni ha sempre debuttato e perso in trasferta e sempre a Istanbul, una volta  con l’Efes e una volta con il Fenerbahce. In generale nelle sue nove precedenti partecipazioni all’Eurolega, l’Olimpia è 3-6 nelle partite d’esordio. Ha vinto nel 2010 a Mosca 88-71, nel 2011 in casa contro il Maccabi 89-82 e in casa contro l’Efes nel 2012, 80-75. Il bilancio tra questi due club è di 5-3 a favore del Laboral Kutxa Vitoria. L’Olimpia però ha vinto tre delle ultime quattro uscite, incluso l’ultimo scontro diretto di Milano, vinto dall’EA7 Emporio Armani 99-85 con 29 punti di Alessandro Gentile, ovvero il suo record carriera in Eurolega. Gentile fece 4/5 da tre ed ebbe 7 rimbalzi oltre a 4 assist.

GENTILE – Alessandro Gentile ha una striscia aperta di 10 gare di Eurolega in doppia

DEBUTTANTI – Debuttano in Eurolega Robbie Hummel, Andrea Amato e Daniele Magro ovviamente se saranno nei 12 scelti da Coach Repesa.

Il Laboral Kutxa Vitoria è stato uno dei club più continui d’Europa negli ultimi 15 anni. Fondato nel 1959, il Baskonia ha raggiunto il massimo campionato spagnolo negli anni ’70, ha vinto il primo trofeo, la Coppa del Re, nel 1995 e il primo trofeo internazionale nel 1996, la Saporta Cup. A stabilizzare la squadra ai vertici è stato Sergio Scariolo che portò nel 1998 la squadra alla prima finale di Lega contro Manresa e nel 1999 vinse la Coppa del Re. Il Baskonia ha vinto in tutto tre titoli nazionali, nel 2002, nel 2008 e nel 2010 e sei Coppe del Re, l’ultima nel 2009. Ma non è mai più riuscito a imporsi a livello internazionale. Nel 2001 giocò la finale di Eurolega perdendola contro la Virtus Bologna, dal 2005 al 2008 ha raggiunto le Final Four per quattro anni filati ma solo nel 2005 ha superato la semifinale, battendo il CSKA Mosca salvo cedere poi con il Maccabi. Il club si è costruito una fama solida anche per la produzione o scoperta di giocatori di altissimo livello, da Marcelo Nicola ad Andres Nocioni e Jorge Garbajosa fino ai casi più recenti di Luis Scola, Tiago Splitter, Pete Mickeal, Mirza Teletovic o Thomas Heurtel.

Ioannis Bourousis ha giocato a Milano due anni nelle stagioni 2011/12 e 2012/13 arrivando a disputare una finale scudetto giocando assieme ad Alessandro Gentile. Lasciata Milano, è approdato al Real Madrid e nel 2015 ha vinto l’Eurolega. Questa è la sua prima stagione a Vitoria. In settimana è stato firmato anche l’estone Kristjan Kangur che ha trascorso un anno a Milano nella stagione 2013/14 contribuendo alla conquista dello scudetto. Kangur giocava con Gentile, Bruno Cerella e Gani Lawal. Nel 2013/14 Oliver Lafayette giocava a Valencia dov’era allenato dall’attuale coach di Vitoria, Velimir Perasovic: insieme guidarono la squadra alla vittoria in Eurocup. Un ex in maglia Olimpia invece è Stanko Barac che ha giocato tre anni a Vitoria vincendo la Coppa del Re del 2009 e la Liga del 2010.

BOUROUSIS – Il centro del Laboral Kutxa è a 8 stoppate da Stephane Lasme come terzo stoppatore di sempre in Eurolega.

CAUSEUR – La guardia francese ha una serie di nove gare con almeno 10 di valutazione e sei partite con almeno una tripla. Mike James ha una serie di 10 tiri liberi consecutivia segno.

[Fonte Olimpia Milano]

Basket