Eurocup, Trento sfida il Zaragoza: scontro ad armi pari tra le due compagini

Sarà di certo una bella sfida quella tra la Dolomiti Energia e il Cai e per questo è difficile fare un pronostico sulla squadra favorita nel doppio confronto

Eurocup, Trento sfida il Zaragoza: scontro ad armi pari tra le due compagini
Eurocup,Trento sfida il Zaragoza: scontro ad armi pari tra le due compagini

Oltre all’EA7 Milano, gli ottavi di Eurocup vedono impegnata anche la Dolimiti Energia Trento che dovrà vedersela con il Cai Zaragoza di coach Casadevall. Le due squadre hanno un record nella competizione pressoché identico (11-5) e questo rende ancora più equilibrato lo scontro. A far elevare una squadra sull’altra, in questi casi, saranno i piccoli particolari da curare fin dalla palla a due del Pabellón Príncipe Felipe, questo il nome del palazzetto di Zaragoza che ospiterà il match d’andata di stasera.

Il Cai Zaragoza ha già mandato fuori un’italiana, il Banco di Sardegna Sassari, nelle Last32 ed ora vorrebbe fare bis proprio con Trento.  Una delle armi principali degli spagnoli è l’ala forte Stevan Jelovac, sempre in doppia cifra nel girone a 4 squadre di Eurocup. Le sue giocate vengono spesso innescate dal metronomo di questo gruppo, Tomas Bellas, playmaker spagnolo, cervello della compagine spagnola; a lui si alterna lo statunitense Sek Henry, giocatore di grande fisicità che potrà sfruttare i suoi 193 per giocarsi i mismatch con i vari Poeta e Forray. Altro giocatore da tenere d’occhio è Robin Benzing, ala piccola tedesca avversario della nostra nazionale agli ultimi Europei: il compagno di Dirk Nowitzki in maglia Germania, non sta avendo una stagione particolarmente esaltante in Europa ma con i piedi oltre l’arco resta un pericolo nonostante le medie poco incoraggianti(27% in Eurocup). In uscita dalla panchina aragonese può essere un fattore il neozelandese Isaac Fotu: i “soli” 203 cm lo rendono un ala forte dai grandi mezzi atletici che sfrutta soprattutto quando si tratta di attaccare il canestro.

I bianconeri, per provare a passare il turno, punteranno come al solito sul proprio gioco rapido e dinamico: la coppia di playmaker, Forray-Poeta, avrà un ruolo importante in questo senso perché dovrà essere brava a dettare bene i ritmi di gioco. C’è bisogno di un contributo maggiori da parte degli americani Sutton, Sanders e Lockett, spesso sottotono; dalle loro giocate nella metà campo offensiva dipenderanno molte delle sorti di Trento che non può fare affidamento sul solo Wright che se è in giornata, fa male a chiunque si trovi sulla sua strada, viceversa, se non è in condizione, deve limitare le sue giocate per non risultare poi dannoso alla propria squadra. Con Baldi Rossi out per tutta la stagione, è stato inserito Bergreen nel roster: per lui sarà un battesimo del fuoco in campo europeo con la nuova maglia, e anche il suo apporto dovrà essere consistente sotto le plance. In ultimo, ma non per importanza, c’è Davide Pascolo, vero leader di questa squadra: in Eurocup è il miglior realizzatore della squadra e con le sue giocate di grinta ed intelligenza è e sarà un fattore per Trento.


Share on Facebook