Rio 2016 - Tutto facile per l'Australia, schianta il Venezuela ed è seconda nel girone

L'Australia conquista senza fatica un'altra vittoria, continuando a sorprendere tutti e candidandosi di prepotenza per una medaglia olimpica.

Rio 2016 - Tutto facile per l'Australia, schianta il Venezuela ed è seconda nel girone
Australia
81 56
Venezuela

La grande sorpresa dell'olimpiade si trova di fronte la penultima squadra del gruppo A, il Venezuela. Coach Lemanis lascia a riposo Mills e riduce i minuti a Dellavedova, riuscendo comunque a portare a casa la vittoria che gli concede il secondo posto nel girone. Per i venezuelani invece, questa è l'ultima partita giocata a Rio, essendo matematicamente penultimi nel girone e di conseguenza prossimi all'eliminazione.

Non c'è storia a inzio partita, l'Australia gioca con grande sicurezza e senza fretta, raggiungendo subito il parziale di 7-0 e poi quello di 14-2, con Bogut protagonista nel bene e nel male (commette infatti un fallo antisportivo a metà primo quarto). Solo due canestri di Vargas accorciano il divario fra le due squadre dopo i primi dieci minuti, col risultato che vede comunque un impietoso 16-6. Il Venezuela trova un po' di respiro affidandosi a Cox, il quale riesce a penetrare nella difesa australiana che si dimostra forse un po' disattenta o troppo sicura di sè. Per l'Australia bene anche Goulding, il quale con una tripla allunga nuovamente sino al +9, trasformato in +7 con un tiro dalla media di Graterol negli ultimi secondi del primo tempo, giocato con punteggi molto bassi (32-25).

Il rientro in campo concede qualcosa in più allo spettacolo, con le difese che si aprono con più facilità e soprattutto gli attacchi trovano tiri da tre punti in ritmo. Per i gialloverdi è Goulding l'uomo decisivo, considerando l'assenza dal campo di Mills e il minutaggio ridottissimo di Dellavedova. Il Venezuela rimane aggrappato alla partita, prima con Perez e nel finale con Graterol, il quale trova una tripla a dir poco decisiva, si va all'ultima pausa sul punteggio di 53-43 per gli australiani. Coach Lemanis non ha nessun interesse ad aumentare il ritmo e toglie dal campo le proprie stelle rimaste: fuori quindi anche Bogut e Baynes in vista dei quarti di finale. Il Venezuela non trova nessun jolly nell'ultimo periodo, dalla panchina si fa notare Andersen il quale aiuta a tenere a debita distanza gli avversari. Il finale di partita non è proprio spettacolare e procede a rilento con molti falli da una parte e dall'altra, ma l'Australia non fatica e conquista un'altra vittoria per 81-56.

Australia. Punti: Goulding 22, Ingles 11, Bogut 10. Rimbalzi:  Broekhoff 8, Baynes 7, Bogut 6. Assist: Martin 4, Ingles 3, Baynes 2.

Venezuela. Punti: Perez 12, Cubillan 10, Cox 9. Rimbalzi: G. Vargas 4, Ruiz 4. Assist: G. Vargas 6, Cubillan 3, Perez 2.