NCAA - Non riservano grandi sorprese i primi otto match del First Round

Passano agevolmente il turno Gonzaga, Florida e Butler. Soffrono di più ma riescono a proteggere la seed Notre Dame, Virginia, West Virginia e Northwestern. La prima sorpresa arriva da Middle Tennessee, che nella scorsa stagione eliminò Michigan State (con la seed numero 15) e quest'anno estromette invece Minnesota (e la sua seed 5 senza senso logico).

NCAA - Non riservano grandi sorprese i primi otto match del First Round
I ragazzi di Middle Tennessee festeggiano l'upset (usnews.com)

Prime partite del first round ed inizio ufficiale della March Madness. Sedici i match del day one, che saranno seguiti domani dai restanti 16. Ecco  come sono andati i primi 8 match di giornata.

Notre Dame (5) - Princeton (12) 60-58

Recap totale a cura di Andrea Valiani per Vavel Italia

Virginia (5) - UNC Wilmington (12) 76-71

Soffre tantissimo Virginia, che finisce fino al -14 prima di reagire e riuscire a rientrare. Importante la partenza di Wilmington che mette 6 delle prime 10 triple e prova la fuga. Virginia però trova un eccezionale Marial Shayok dalla panchina (23 punti per lui, career-high) e riesce a rientrare. Nel finale è decisivo l'apporto del leader London Perrantes, che trascina i suoi alla vittoria con 24 punti finali. Tra le fila di Wilmington da segnalare le prestazioni di Chris Flemmings (18 punti e 9 rimbalzi) e Devontae Cook (12 punti e 15 rimbalzi).

Butler (4) - Winthrop(13) 76-64

Agile successo per Butler, che sfrutta l'inaspettato apporto di Avery Woodson e porta a casa la vittoria senza troppi problemi. Sei le triple per la guardia, che realizza un career-high da 18 punti a cui aggiunge 5 rimbalzi. Nella media la prestazione di Andrew Chrabascz che chiude con 12 punti. A Winthrop non bastano i 23 punti di Xavier Cooks e i 17 di Keon Johnson.

Gonzaga (1) - South Dakota State (16) 66-46

Nessun problema neppure per la numero 1 Gonzaga, che dopo un primo tempo di studio, si prende la doppia cifra di vantaggio e vince in scioltezza. Grande difesa soprattutto per i Bulldogs che non hanno concesso canestri facili agli avversari. MVP del match è Jordan Mathews (16 punti con 5 rimbalzi), leggermente sottotono Nigel Williams-Goss che chiude con 9 punti, 7 rimbalzi e 4 assist. Il migliore degli avversari è il solito Mike Daum con 17 punti e 7 rimbalzi.

West Virginia (4) - Bucknell (13) 86-80

West Virginia comanda il match sin dai primi minuti ma non riesce mai a distanziare gli avversari, che nel finale si rendono anche molto pericolosi ma non riescono a compiere l'upset. Decisivo il dominio a rimbalzo dei Mountaineers, che catturano ben 17 rimbalzi offensivi. Il migliore in campo è Nathan Adrian con 12 punti e 10 rimbalzi, mentre tra le fila di Bucknell si fanno notare Kimbal Mackenzie (23 punti) e Nana Foulland (18 punti e 7 rimbalzi). 

Florida (4) - East Tennessee State (13) 80-65

Non tradisce le aspettative Florida che grazie ad un'ottima seconda frazione riesce a domare East Tennessee. Ottima prova di Devin Robinson, che chiude con 24 punti e 7 rimbalzi, mentre tra le fila di ETS il top scorer è TJ Cromer con 19 punti.

Minnesota (5) - Middle Tennessee (12) 72-81 

La prima sorpresa del torneo arriva da Middle Tennessee che anche in questa stagione esordisce con un upset. Un anno fa era stata la volta di Michigan State (con seed 2), quest'anno è toccato a Minnesota, sopraffatta a rimbalzo e incapace di stare al passo del ritmo dei Raiders. MVP del match è Reggie Upshaw, che chiude con 19 punti e 9 rimbalzi. A Minnesota non basta il 15+9 di Jordan Murphy.

Northwestern (8) - Vanderblit (9) 68-66

Il finale più tirato della prima parte di giornata si è giocato sicuramente fra queste due squadre. Northwestern, dopo aver condotto per quasi 38 minuti, si fa rimontare clamorosamente nel finale e viene superata da Vanderblit con un layup di Jeff Roberson con 40 secondi da giocare. Northwestern affida la palla al suo miglior giocatore Bryant McIntosh che sbaglia, però la squadra cattura il rimbalzo offensivo e Luke Kornet commette un ingenuo fallo. 2/2 in lunetta per Dererk Pardow (colui che aveva catturato il rimbalzo) e nuovo vantaggio 65-64. Riley Lachance mette il canestro del nuovo sorpasso ma Vanderblit non vuole lasciare l'ultimo tiro agli avversari e manda in lunetta Bryant McIntosh. Nuovo 2/2 e Northwestern di nuovo avanti 67-66. Vanderblit cerca la tripla che però non entra e Northwestern dalla lunetta può festeggiare un passaggio del turno che stava per sfuggire di mano. MVP del match è proprio il freddissimo Bryant McIntosh, che chiude con 25 punti e 4 rimbalzi. Ottima anche la prova del suo compagno Dererk Pardon, autore di una doppia doppia da 14 punti e 11 rimbalzi (fondamentale l'ultimo offensivo). Il migliore di Vanderblit è Matthew Fisher-Davis, che realizza 22 punti partendo dalla panchina.

 

 

Basket