Milano strappa il biglietto per le Top 16

L' EA7 batte il Bamberg e si qualifica tra le migliori sedici di Eurolega con un turno di anticipo

Milano strappa il biglietto per le Top 16
Lapresse
Olimpia Milano
74 73
Bamberg
Olimpia Milano: Lawal 17 + 10 rimbalzi, Gentile 16, Langford 15, Moss 8, Jerrells 8, Melli 6, Chiotti 2, Wallace 2, Haynes. N.E: Gigli, Cerella, Kangur
Bamberg: Gavel 15, Velickovic 14, Sanders 13, Smith 8, Zirbes 7, Jacobsen 3, Goldsberry 3, Wright 2, Fischer 6,
SCORE: 20-23, 17-11, 14-18, 23-21

L'Olimpia è nelle Top 16 di Eurolega. I biancorossi vincono una battaglia contro il Bamberg per 74-73 e si qualificano con un turno d'anticipo: Una qualificazione che sarebbe arrivata anche con un ko di misura contro i tedeschi, difendendo il +14 dell'andata. Ora Milano è ad un passo dal secondo posto nel girone, da mettere al sicuro fra una settimana a Strasburgo, contro una squadra già eliminata.Contro i tedeschi decidono due azzurri: Alessandro Gentile (decisivi i suoi due tiri liberi a 16"6 dalla sirena finale e  Nicolò Melli fa la differenza in difesa, fino all'ultimo possesso, quando disturba il tiro per vincere di Jamar Smith. La partita è sempre vissuta sul filo dell'equilibrio, con i tedeschi spesso avanti nel punteggio, ma con Langford e Lawal grandi protagonisti della partita tra gli uomini di Banchi. 

 La serata di Milano è subito complicata: con Chiotti in quintetto per la prima volta in stagione, l'Olimpia viene colpita sotto i tabelloni da ZirbesVelickovic. Banchi è costretto subito a chiamare timeout (2-11 al 4'). Per fortuna c’è   Langford (15) che si presenta con 8 punti per tenere in gara i suoi, mentre il resto della squadra fatica a trovare la via del canestro.  A girare l'inerzia con il miglior Gani Lawal d(17 con 10 rimbalzi) che fa pesare la sua presenza fisica con tre stoppate che cambiano la difesa nel secondo quarto. Con l'ingresso di Moss  arriva il pareggio a quota 20, siglato da  un bel canestro di Wallace.

La partita diventa una vera e propria battaglia, ma tuttavia Milano non va mai oltre il +7 (41-34) in avvio di ripresa con Melli. La risposta di Smith, Gavel (15) e Sanders (13) spaventa l'Emporio Armani: I biancorossi vanno  subito in bonus e si bloccano in attacco: i tedeschi ne approfittano, tornano avanti con un 10-0, prova a scappare sul 54-59 , ma ancora Lawal tiene a contatto Milano. La gara diventa anche un po' nervosa, con gli arbitri che fischiano pochissimo: Jerrells prende un tecnico, ma reagisce bene, con un recupero ed attaccando finalmente il ferro . Lawal risponde ad un tentativo di allungo tedesco, Langford respinge un altro +4 ospite ed il finale è una volata, partendo dal 63-63 a 4'38" dalla sirena. Fischer e Velickovic (14) segnano i punti del 69-73 al 39', ma qui gli azzurri di Banchi non sbagliano più, Gentile e Melli firmano il -1 (72-73), Una forzatura di Gentile riporta il Bamberg a +4, Smith non chiude dall'arco e Melli riporta l'EA7 a -1 a -40". Il capitano sorpassa, Smith sbaglia, Jerrells recupera e Milano festeggia. 

Luca Banchi esulta per il successo con il Bamberg ed il passaggio alle Top 16 di Eurolega: "Era il modo con cui volevamo centrare la qualificazione, con un successo davanti al nostro pubblico. Il modo con cui l'abbiamo conquistato è la fotografia di una squadra che capisce quello che serve - ha proseguito il tecnico biancorosso - C'è stata una costante dedizione, per tener testa ad un avversario che sta avendo forse il miglior momento della sua stagione. Noi abbiamo voluto fortemente questa vittoria e si è visto con piccoli segnali, come la combattività e la lotta a rimbalzo, per sostenere un gap evidente, e la determinazione con cui abbiamo messo pressione difensiva, senza esimerci da fare il tuffo. Quei frame con Curtis e Alessandro sdraiati a terra per recuperare il pallone sono quanto di meglio possa esserci per sperare che questa squadra stia trovando la linea per riuscire a competere". 

Turkish Airlines EuroLeague