Milano ospita l'Olympiacos Pireo

Per festeggiare al meglio i 78 anni della società. Per guadagnare prestigio e fiducia. Per arrivare alle final four meneghine. Serve vincere.

Milano ospita l'Olympiacos Pireo
Milano
Olympiacos / 20:45
Milano ospita l'Olympiacos Pireo

La serata diffcilmente terminerà con una vittoria eppure la EA7 si avvicina al secondo impegno di Eurolega con voglia di giocare e serenità. Nonostante insegua le capoliste l'Armani ha dimostrato di essere il team da batterie in Legabasket; potenzialmente ha momenti di grande gioco che la pongono una spanna sopra ad ogni altra avversaria, ciò che manca è la continuità, elemento acquistabile solamente con il tempo, allenamenti e la conseguente chimica di squadra. Per favorire una manovra all'inizio dell'anno sin troppo farraginosa è stato acquistato Daniel Hackett dalla Mens Sana Siena. Il play ex-Pesaro si troverò di fronte Vassilis Spanoulis, condottiero dei campioni in carica e vero e proprio uomo in più della formazione del Pireo, che lo scorso anno è uscito dal Mediolanum con 28 punti, 9 assist ed una standing-ovation ricevuta dal tifo tricolore.

Il capitolo delle assenze sorride agli italiani: difatti se per la EA7 vi è l'incognita Jerrells che soffre a causa di una lombalgia, i greci dovranno fare a meno di Acie Law ,infortunato, e Jamario Moon, non inserito nella lista dell'Eurolega in quanto appena acquistato dalla D-League statunitense. La serata verrà sicuramente riscaldata dal pubblico del forum di Assago, il quale ci tiene a celebrare con una vittoria il 78° compleanno dell'Olimpia, per l'occasione saranno acquistabili le maglie delle vecchie glorie della squadra lombarda: l'8 di Mike D'Antoni, il 10 di Roberto Premier, il 15 di Bill Bradley e Bob McAdoo, il 18 di Arthur Kenney. Gente che con la competizione europea aveva un certo feeling.

Altro scontro fondamentale nel match sarà il confronto sotto i tabelloni fra Gani Lawal e Bryant Dunston, ex-varese che durante l'estate sembrava aver firmato con la società meneghina prima della clamorosa svolta di mercato che lo ha portato ad indossare la maglia dei bi-campioni continentali con i quali ha guadagnato il premio di MVP per il terzo turno di Eurolega. Gli speroni di Most Valuable Player per il mese di dicembre, invece, sono stati affibiati a Stratos Perperoglou, il quale sta tirando con un fantascientifico 51.4% da dietro la linea dei 6,75.

Le parole di Coach Banchi passano in un primo momento dalla festa che si terra questa sera alle 20:45
"Dovrà essere una serata speciale con una grande cornice di pubblico, in cui la squadra dovrà mostrare la volontà di competere contro quella che oggi è da tutti ritenuta la più autorevole candidata al titolo"
Per poi spostare i riflettori su concetti relativi al campo e all'attesisima sfida.
"Ha (NDR. l'Olimpyakos)  un sistema rodato da anni che ci metterà alla prova sia dal punto di vista offensivo che difensivo - ha concluso il tecnico biancorosso - Il loro attacco è incentrato sulla grande vena realizzativa di Spanoulis e in generale hanno un grande atletismo che permette alla loro difesa di essere efficace".

Dal punto di vista storico e statistico il match verte in maniera preoccupante verso le terre straniere. Nei 6 precedenti scontri fra le due squadre l'Olympiacos ha vinto 5 volte e nell'attuale Eurolega è imbattuta con 11 successi su 11 match disputati. Da parte dell'EA7 questa sera sarà fondamentale una grande prova; per contraddire la storia e per celebrarla.