Eurolega, il Real vola in finale

Sarà il Real Madrid ad affrontare il Maccabi nella finale di Eurolega che si giocherà domenica sul parquet del forum di Assago (Milano). La squadra di coach Laso ha vinto un ‘clasico’ senza storia battendo il Barcellona per 100-62 grazie a un’impressionante prova di forza a conferma del suo ruolo di grande favorita per la vittoria finale.

Eurolega, il Real vola in finale
Fc Barcellona
62 100
Real Madrid
Fc Barcellona: Tomic 16, Lorbek 8, Oleson 8
Real Madrid: Rodriguez 21, Mirotic 19, Fernandez 12

La cavalcata trionfale del Real Madrid. La formazione di Laso è la seconda finalista dell’Eurolega, al termine di un ‘clasico’ completamente dominato (100-62) contro un Barcellona decisamente al di sotto delle aspettative. . Protagonisti tra i blancos Rudy Fernandez e Mirotic, autori rispettivamente di 21 punti (anche 6 assist per lui) e 19 punti. Una partita che è stata in sostanziale equilibrio solo nel primo periodo, concluso sul 20 pari. Terzo quarto terribile per i blaugrana, sommersi dal parziale di 28 a 11. E anche nell’ultimo periodo la situazione non è cambiata, con il Real che infieriva sugli avversari, fino al più 38 finale. La terribile serata del Barcellona si può riassumere in un solo dato: un solo giocatore in doppia cifra, Ante Tomic che chiude con 16 punti.

L ’inizio è favorevole ai catalani,Huertas apre le danze catechizzando Darden prima in uscita e poi prendendo vantaggio sul pick’n roll. Il Real fatica, specie quando Bouroussis si intestardisce contro Tomic trovando pane per i propri denti a parti inverse con il croato che converte due invenzioni del suo play L’iniziale 12-4 dei blaugrana viene ben presto annullato da Llull e Mirotic (16-16 all’8’), prima di un’importante scossone alla partita, in avvio di secondo periodo. Con Tomic e Huertas in panchina i blaugrana perdono pericolosità e restano aggrappati a qualche palla sporca per tenere il ritmo di un Mirotic in stato di grazia (8 punti nel quarto) e chiudere in parità il primo quarto sul 20-20. Il secondo quarto è all’insegna di Rodriguez che  cinque punti nel parziale di 11-0, con cui i madrileni salgono al Massimo vantaggio (32-45 con i due liberi di Rodriguez) e poi riavvicina il Barça con l’appoggio di Tomic che scrive il 37-45 della pausa lunga.

La formazione di Laso parte bene anche nella ripresa, con le triple di Fernandez e Darden, continuando a controllare il match, mantenendo a distanza di sicurezza i catalani.  E se Tomic prova a tenere a galla i suoi (5 punti in 5 minuti) quando anche Bouroussis si iscrive alla gara del tiro dalla lunga, il tabellone recita 44-56. Il Barcellona cerca disperatamente di ricucire lo strappo affidandosi alle conclusioni dalla lunga distanza .  Il definitivo allungo arriva nella seconda parte del terzo periodo, ancora con l’MVP dell’Eurolega 2013/14: 10 punti nel 14-0 con cui il Real stronca la resistenza del Barcellona. Il Real Madrid non alza il piede dall’acceleratore nella convinzione che i “cugini” non meritino pietà   e trasformando gli ultimi minuti in un tentativo di infliggere anche l’ultima umiliazione ai cugini regalando due punti al giovane Diez. Carroll chiude in contropiede l’eloquente 62-100I. Partono sicuramente favoriti, ma attenzione a questo Maccabi. Sembra la squadra predestinata.

Eurolega Final Four 2014: i risultati

Venerdì 16 maggio
Semifinali

Cska Mosca-Maccabi Tel Aviv 67-68
Real Madrid-Barcellona 100-62

Domenica 18 maggio
Ore 17.00 Finale 3° posto: Cska Mosca-Barcellona (diretta Fox Sports 2)
Ore 20.00 Finale 1° posto: Real Madrid-Maccabi Tel Aviv (diretta Fox Sports 2)

Turkish Airlines EuroLeague