Eurolega - Il Laboral Kutxa batte il Barcellona all'overtime (78-81)

Dopo 45 minuti di autentico equilibrio i baschi portano a casa una vittoria importante e meritata in vista della qualificazione alle Final Eight. Brutta battuta d'arresto invece per la squadra di Pascual.

Eurolega - Il Laboral Kutxa batte il Barcellona all'overtime (78-81)
Barcellona
78 81
Laboral Kutxa
Barcellona: Doellman 5 (1/3;1/4) Ribas 4 (2/4;0/2) Lawal 6 (3/5) Abrines 21 (6/7;1/5;6/7) Navarro (0/2;0/2) Satoransky 8 (3/5;0/1;2/4) Vezenkov 6 (2/4 3P) Eriksson Samuels 4 (1/6;2/2 TL) Oleson 8 (1/2;1/4;3/4) Perperoglou 10 (4/7;0/2;2/3) Tomic 6 (3/8)
Laboral Kutxa: James 2 (1/4;0/1) Causeur 8 (3/6;0/1;2/2) Planinic Shengelia 11 (5/10;0/1;1/2) Hanga 3 (1/2 3P) Bourousis 24 (8/12;1/4;5/6) Blazic 10 (3/4;4/4 TL) Diop 2 (1/1) Tillie 4 (1/3;2/2 TL) Adams 17 (5/9;2/8;1/2) Corbacho Bertans (0/1)
SCORE: 15-13; 29-31; 44-51; 70-70. Tiri da 2p: Barcellona (24/49) Laboral Kutxa (27/50). Tiri da 3p: Barcellona (5/24) Laboral Kutxa (4/17). Tiri liberi: Barcellona (15/20) Laboral Kutxa (15/18). Rimbalzi: Barcellona 41 Laboral Kutxa 43

Con una prestazione decisamente gagliarda e costante la compagine di Perasovic conquista un successo prestigioso nel derby di Spagna in Eurolega. E' la quarta vittoria consecutiva per i baschi che fin dall'inizio tengono testa alla maggior forza qualitativa della squadra catalana. Pascual viene sorpreso dall'atteggiamento degli avversari che non demordono su alcun pallone ed anzi provano ad allungare ogni volta che vanno in vantaggio. La squadra ospite è brava nel rintuzzare ogni tentativo di rientro della compagine catalana, anche se poi è costretta a trascinare la sfida ai supplementari. Alla formazione di casa sembra essere mancata la forza per allungare e vincere questo match.

Inoltre i blaugrana sono andati incontro ad una percentuale di tiri realizzati non molto alta (48% dal campo e 20% da tre punti) e questo ha pregiudicato le chances di vittoria degli uomini di Pascual. Merito di ciò va anche agli uomini di Perasovic che sono stati bravi ad eseguire un'ottima fase difensiva limitando tutti i punti di forza della squadra avversaria. Per i catalani matura quindi la seconda sconfitta consecutiva che compromette leggermente le possibilità di accedere alla prossima fase. I top-scorer dell'incontro sono: Abrines (21) e Perperoglou (10) per i blaugrana; Bourousis (24), Adams (17), Shengelia (11) e Blazic (10) per i baschi.

Perperoglou e Diop aprono la sfida, poi Tomic e Causeur mantengono la parità. Shengelia porta avanti i baschi che difendono il vantaggio con la stoppata di Hanga su Satoransky. Doellman s'iscrive a referto stabilendo il parziale sull'8-8. Hanga realizza la prima tripla della partita, costringendo Pascual a chiamare il time-out. In uscita dal minuto di sospensione Satoransky stoppa Adams, che però con un piazzato allunga per la sua squadra. Con un parziale di 7-0 (liberi di Satoransky, che poi riblocca Adams e tripla di Oleson), Barcellona chiude avanti i primi 10 minuti, che non sono stati giocati su ritmi alti da alcuna delle due squadre.

Bourousis e Samuels con due appoggi a canestro mantengono invariate le distanze. Il centro greco dei baschi segna dopo che Tillie ha stoppato l'iniziativa offensiva di Lawal. Ribas ed Oleson portano avanti i padroni di casa ma Bourousis mantiene a contatto la sua squadra. Blazic esordisce in questa sfida con 4 liberi consecutivi, dall'altra però Samuels segna dalla lunetta (2/2) fissando il punteggio sul 23-23. Pascual per interrompere questo equilibrio ferma il gioco, ma in uscita dal minuto di sospensione Tillie realizza il vantaggio dei baschi. Blazic prova ad allungare ma Perperoglou accorcia subito. Diop stoppa Samuels e per sfruttare il buon momento Perasovic chiama il time-out. L'ala greca dei catalani pareggia con i liberi e per questo il coach ospite ferma nuovamente il gioco. Nell'ultimo minuto di gioco Adams firma il 29-31. Secondo quarto che ha testimoniato il grande equilibrio in campo, nonostante la differenza qualitativa tra le due compagini.

Doellman apre il terzo quarto con una tripla ma Shengelia riporta avanti i baschi con un tiro dall'area. Bourousis ed Adams con due triple consecutive portano il Laboral Kutxa sul +7 (34-41). Pascual ferma il gioco per provare ad accorciare le distanze, ma in uscita dal minuto di sospensione Bourousis e Shengelia costruiscono la fuga per la propria squadra. Il gioco dei catalani non migliora ed il coach di casa è costretto a chiamare il time-out. Alla ripresa del gioco Bourousis realizza dal pitturato, poi Causeur con due liberi porta il vantaggio dei baschi sulla doppia cifra (+13). Abrines sblocca la situazione con un piazzato. La guardia blaugrana e Lawal chiudono il quarto sul 44-51, dopo il minuto di sospensione richiesto dal coach del Laboral Kutxa. Dieci minuti di marca prevalentemente basca, infatti gli uomini di Perasovic sono usciti dagli spogliatoi con più convinzione rispetto ai catalani, che sono costretti a rincorrere. 

Abrines e James aprono l'ultimo quarto con due realizzazioni dall'area. Sul punteggio di 53-61 Pascual ferma il gioco e questo porta i suoi frutti, infatti Vezenkov realizza la tripla che riporta i catalani a contatto. Sul nuovo canestro di Satoransky, Perasovic chiede il time-out. Barcellona completa la rimonta con la stoppata di Satoransky su Adams e l'appoggio a canestro di Lawal, che vale il 68-67 per i catalani. Ribas allunga ad un minuto dalla fine, ma dopo il time-out chiamato dal coach basco, Adams pareggia con un tiro da oltre i 6.75 metri. Pascual ferma il gioco per organizzare l'ultima azione d'attacco ma la tripla di Vezenkov non va a bersaglio. Il punteggio al termine dell'ultima frazione è 70-70 e quindi si va ai supplementari.

Abrines e Causeur segnano subito con due canestri dall'area. Il Laboral Kutxa prova a scappare con il libero di Shengelia, la stoppata di Bourousis su Abrines e la realizzazione dal pitturato di Adams. La guardia blaugrana ( Abrines ) con una tripla riporta i padroni di casa sul -1, ma Adams riallunga nuovamente. Vezenkov con un canestro da oltre l'arco fissa il punteggio sul 78-79, ma Bourousis con due liberi ristabilisce le distanze. Prima Perasovic e poi Pascual chiamano il time-out ma il risultato non cambia più. Il Laboral Kutxa vince la partita per 78-81.