L'Olympiakos torna a vincere, battendo nettamente il Laboral

Con le super-prestazioni di Printezis ( 17 punti ) e Spanoulis ( 14 punti ) i greci portano a casa una vittoria fondamentale in vista della qualificazione alle Final Eight. Ai baschi non bastano i 19 punti di Bourousis.

L'Olympiakos torna a vincere, battendo nettamente il Laboral
Olympiakos
82 68
Caja Laboral
Olympiakos: Johnson-Odom 7 (2/3;1/1) Hunter 8 (3/8;2/2 TL) Papapetrou 11 (4/5;1/2) Spanoulis 14 (4/6;1/2;3/6) Strawberry 7 (3/4;0/1;1/1) Milutinov 7 (3/3;1/1 TL) Printezis 17 (6/9;0/3;5/6) Agravanis Mantzaris 1 (0/2;0/1;1/2) Warrick (0/2) Hackett 5 (2/4;0/1;1/1) Papanikolaou 5 (1/3;1/2)
Caja Laboral: James 10 (2/5;2/4) Diop M. Causeur 2 (1/1;0/3) Planinic (0/1) Hanga 7 (2/5;1/4) Bourousis 19 (8/8;0/3;3/5) Blazic 10 (1/2;2/4;2/2) Diop I. (0/2) Tillie (0/2) Adams 9 (1/1;2/7;1/2) Corbacho Bertans 11 (1/1;3/6)
SCORE: 19-16; 44-30; 63-47. Tiri da 2p: Olympiakos (28/49) Caja Laboral (16/28). Tiri da 3p: Olympiakos (4/13) Caja Laboral (10/31). Tiri liberi: Olympiakos (14/19) Caja Laboral (6/9). Rimbalzi: Olympiakos 33 Caja Laboral 31

L'Olympiakos, ribaltando le previsioni della vigilia, batte il Laboral Kutxa e si rilancia nel proprio girone con il record di 4 vittorie e 5 sconfitte. La squadra di Sfairopoulos non parte benissimo ma dopo aver recuperato l'iniziale svantaggio, comanda per larghi momenti la sfida, resistendo anche ai tentativi di rimonta del team spagnolo. Gli uomini di Perasovic rimangono in partita fino al 25 pari, dopodichè la luce in casa basca si spegne ed i greci ne approfittano costruendo un break di 16-0 che gli ospiti non riescono a recuperare. Solo nell'ultima frazione il Laboral Kutxa riesce a ridurre lo svantaggio sotto i dieci punti, ma l'Olympiakos è sempre bravo nell'essere continuo nella produzione della propria pallacanestro offensiva. Anche in difesa i padroni di casa si rivelano molto attenti, non permettendo ai baschi riagguantare la partita. L'errore principale del roster di Perasovic è quello di non sfruttare l'opportunità di fuggire verso la vittoria dopo il vantaggio accumulato nel primo quarto. Da lì i giocatori spagnoli non riuscono ad essere fluidi in attacco e questo li penalizza in quanto nell'altra metà campo la difesa non funziona a dovere. Nonostante la sconfitta il Laboral rimane in 2a posizione. I top-scorer dell'incontro sono: Printezis (17), Spanoulis (14) e Papapetrou (11) per i padroni di casa; Bourousis (19), Bertans (11), James e Blazic (10) per i baschi.

Hanga, Causeur ed Hunter aprono la partita con canestri da dentro l'area fissando il risultato sul 2-4. L'ala ungherese dei baschi ( Hanga ) allunga segnando da oltre l'arco. Bertans stoppa Hunter consolidando la fuga degli spagnoli, poi Printezis fa rientrare i padroni di casa in partita raggiungendo la parità con tre canestri consecutivi. Il coach greco per sfruttare il buon momento dei suoi uomini chiama il time-out. Ancora l'ala greca ( Printezis ) e Hunter firmano il break di 12-0 in favore dell'Olympiakos. Perasovic per fermare la rimonta dei greci opta per il minuto di sospensione. I baschi tornano a segnare con Bourousis, poi Milutinov stoppa Hanga. Chiudono il quarto Milutinov e Blazic che fissano il punteggio sul 19-16 per i padroni di casa. Ottimo avvio del Caja Laboral, poi l'Olympiakos grazie a Printezis ritorna in partita e chiude i primi 10 minuti in vantaggio.

Bourousis ed Hackett aprono il secondo quarto portando il punteggio sul 22-18. Johnson-Odom firma l'allungo per i padroni di casa con un canestro da oltre l'arco, ma Bourousis ( con un appoggio a canestro ) e Blazic ( tripla ) raggiungono la parità a quota 25. Sfairopoulos chiama il time-out per tornare a costrire un discreto vantaggio, ed infatti in uscita dal minuto di sospensione Spanoulis segna due liberi. Milutinov e Papapetrou firmano il +6, costringendo Perasovic a fermare il gioco. Spanoulis e Strawberry portano l'Olympiakos a dieci punti di distacco, poi Hackett e Papapetrou fissano il risultato sul 39-25. Ancora Strawberry segna il +16, ma Bourousis interrompe l'emorragia offensiva dei baschi con un canestro dal pitturato. Spanoulis e Johnson-Odom riallungano immediatamente ma Blazic con due liberi accorciano le distanze. Nell'ultimo minuto Bourousis stoppa Warrick e poi chiude il quarto col canestro del 44-30. Greci più costanti in entrambe le metà campo in questi 10 minuti rispetto agli avversari.

Bertans e Strawberry realizzano i primi canestri del secondo tempo. L'ala lettone, Spanoulis e James segnano dalla linea dei tre punti fissando il punteggio sul 50-38. Dopo il canestro di Printezis, il coach di casa ferma il gioco per rendere ancora più fluido il gioco offensivo. Spanoulis allunga segnando 4 punti consecutivi, poi Blazic realizza la tripla che porta il Caja Laboral sul -15. Sul canestro da oltre l'arco di Papanikolaou, Perasovic opta per il minuto di sospensione. Papapetrou realizza col piazzato, poi Adams piazza i piedi da oltre i 6.75 metri e segna la tripla del -17 (61-44). La guardia americana anche nell'ultimo minuto di frazione realizza da oltre l'arco, poi dall'altra parte Johnson-Odom fissa il punteggio sul 63-47. Dieci minuti nei quali i padroni di casa hanno costruito e solidificato la fuga verso la vittoria.

L'ultimo quarto vede Papanikolaou segnare da dentro l'area, invece James con una tripla riaccende le speranze di rimonta dei baschi, subito spente dal canestro da oltre l'arco di Papapetrou. I greci fermano definitivamente il Caja Laboral con la stoppata di Milutinov su Bourousis. Il centro dei baschi realizza 5 punti consecutivi costringendo Sfairopoulos al time-out. I baschi dopo il minuto di sospensione mostrano una buona solidità difensiva con la stoppata di Diop ad Hunter. Sulla tripla di Bertans il coach di casa ferma il gioco in modo da evitare che gli ospiti possano prendere fiducia. Ancora l'ala lituana segna da oltre i 6.75 metri portando i baschi a meno di dieci punti di distacco, ma a riallungare ci pensa Hunter con un canestro dal pitturato. L'ala americana dell'Olympiakos risponde presente in fase difensiva con la stoppata su Adams, poi dopo il piazzato di Spanoulis, Perasovic chiama il time-out. Chiudono la partita i canestri di Printezis, Mantzaris, Adams e Papapetrou che fissano il punteggio finale sull'82-68 per i padroni di casa.


Share on Facebook