Eurolega: CSKA Mosca, Fenerbahce e Laboral Kutxa per chiudere

I russi approdano a Belgrado per affrontare la Stella Rossa, turchi a Madrid contro il Real campione in carica e baschi in casa del Panathinaikos con il grande ex Bourousis: tutte vogliono il 3-0. Equilibrio da rompere tra Barcellona e Lokomotiv Kuban Krasnodar.

Eurolega: CSKA Mosca, Fenerbahce e Laboral Kutxa per chiudere
Eurolega: CSKA Mosca, Fenerbahce e Laboral Kutxa per chiudere

Dopo il lungo weekend di pausa, sia per riflettere che per proseguire la marcia nei rispettivi campionati, le otto protagoniste dei quarti di finale di Eurolega torneranno sul parquet nei prossimi giorni per provare a chiudere, riaprire o magari anche solo ipotecare le rispettive serie, in vista di una Final Four che si avvicina sempre di più.

E ad aprire le danze nella serata di oggi ci penseranno la Stella Rossa Belgrado e il CSKA Mosca. Due veri e propri simboli dello sport nei rispettivi Paesi, e che dopo le due gare disputate in terra russa traslocano nella capitale serba per disputare una gara3 che assume già le sembianze di un match-point per gli uomini guidati da Itoudis. Il ruolo di grande favorita per il trionfo in quel di Berlino non spaventa Teodosic e compagni, i quali hanno disputato due gare praticamente perfette davanti al proprio pubblico, e sono pronti a dimostrare il proprio valore in uno dei palazzetti più caldi d'Europa. La Kombank Arena, infatti, si prepara a caricare a dovere i propri beniamini per allungare la serie almeno per un'altra gara. Si passa poi alle gare del martedì, inaugurate dal match tra Panathinaikos e Laboral Kutxa. Il palazzetto olimpico di Atene si prepara ad ospitare un altro ritorno a casa per Ioannis Bourousis, il quale torna in patria assieme ai suoi nuovi compagni di squadra con un invidiabile vantaggio di 2-0, ottenuto nelle due sfide disputate in terra basca. Il primo match in programma in Grecia (tra gli arbitri anche il nostro Lamonica) vedrà l'ellenico, leader per punti e rimbalzi nel suo team, trascinare la squadra spagnola verso una Final Four che ora è sempre più vicina, ma Calathes e compagni vogliono ribaltare l'esito di una serie che, dopo i primi due episodi, appare scontato.

A proposito di serie che hanno dato un certo riscontro dopo le prime due gare, si approda in Spagna per il terzo capitolo tra Real Madrid e Fenerbahce. I campioni in carica sono stati travolti in entrambi i match disputati a Istanbul, dove la compagine guidata da coach Obradovic ha sfoderato le proprie migliori doti, in attacco e soprattutto in difesa. Datome e compagni sognano di chiudere la serie già nel primo incontro in programma domani al Barclays Center, dando una clamorosa lezione a chi ha conquistato il trofeo dodici mesi fa, ma che già dalle Top 16 ha dato l'impressione di non avere la stessa fame e la stessa lucidità che ha consentito alla compagine di coach Laso di salire sul tetto d'Europa. Toccherà a Rodriguez e compagni ribaltare un pronostico che sembra già scritto, visto che i turchi hanno dimostrato grande forza e solidità fin dalle primissime fasi della competizione. Chiudiamo con l'unica serie che, numeri alla mano, ha dimostrato equilibri nei primi due episodi. La Lokomotiv Kuban Krasnodar sbarca in quel di Barcellona con il freschissimo ricordo della lezione subita dai catalani in gara2, e pertanto con la grande voglia di rendere pan per focaccia. I russi vogliono dimostrare che la vittoria nel primo episodio della serie non è stata un fuoco di paglia, ma dall'altra parte Satoransky e compagni vogliono far vedere di aver finalmente preso le misure agli avversari, e di essere dunque pronti per dare l'assalto alle Final Four, approfittando del fattore campo.