Eurolega - Ottava sconfitta consecutiva in Eurolega per l'EA7 Armani Milano, vola lo Zalgiris Kaunas

Quattro triple di Milaknis tra inizio terzo quarto e soprattutto inizio ultimo quarto ammattiscono l'EA7 Armani Milano. Balla come non mai la panchina di coach Repesa, che potrebbe saltare addirittura prima della fine dell'anno. Da valutare le condizioni di Rakim Sanders, uscito con qualche problema muscolare.

Eurolega - Ottava sconfitta consecutiva in Eurolega per l'EA7 Armani Milano, vola lo Zalgiris Kaunas
Pangos segna in penetrazione
EA7 Armani Milano
70 78
Zalgiris Kaunas
EA7 Armani Milano: Kalnietis 16 - Hickman 15 - Sanders 15 - Dragic 10 - Macvan 8 - McLean 2 - Fontecchio 2 - Pascolo 2 - Raduljica 0 - Cinciarini 0 - Abass 0 - Cerella NE
Zalgiris Kaunas: Milaknis 16 - Ulanovas 11 - Lekavicius 9 - Motum 9 - Jankunas 9 - Pangos 6 - Lima 6 - Javtokas 4 - Kavaliauskas 4 - Westermann 2 - Seibutis 2 - Valinskas NE
SCORE: 16-21, 17-15, 23-20, 14-22
NOTE: Quindicesima giornata di Eurolega.

Davanti a quasi 10.000 spettatori, l'EA7 Armani Milano trova l'ottava sconfitta consecutiva in Eurolega con lo Zalgiris Kaunas per 70-78, l'ennesima di questo mese. In giornata Proli aveva ribadito la fiducia a Repesa almeno fino a dopo la partita con il CSKA Mosca, ma per via di questo tonfo la dirigenza potrebbe accorciare i tempi e procedere all'esonero.

Milano parte male, va subito sotto e riesce solo a limitare i danni. La svolta avviene al 32°, quando dopo un avvio di secondo tempo pessimo (dovuto a due triple di Milaknis) per via di alcuni problemi al tavolo la partita viene sospesa per quasi dieci minuti. Milano infatti rientra e dal -9 si porta al +4 nel giro di pochi minuti. I lituani però non si disuniscono e chiudono il terzo quarto in parità. Grazie ad un break di 11-0 scappano ad inizio ultimo quarto e Milano non ha più la forza di reagire, perdendo un match alla portata.

MVP del match è Arturas Milaknis, che realizza 16 punti, tra cui quattro triple pesanti (due ad inizio terzo e due ad inizio ultimo quarto). Buone le prestazioni di Edgaras Ulanovas (11 punti con 4/4 da 2 e 1/1 da 3), Kevin Pangos (6 punti e 7 assist) e Paulius Jankunas (9 punti e 11 rimbalzi). Tra le fila di Milano buone le prestazioni di Rakim Sanders (15 punti e 5 rimbalzi), Ricky Hickman (15 punti) e Mantas Kalnietis (16 punti, ma 5 palle perse). Delude invece ancora Miroslav Raduljica (nullo con 0 punti). Da sottolineare che tutti i giocatori dello Zalgiris entrati in campo hanno apportato punti alla causa.

Coach Repesa decide di mandare in campo Hickman, Dragic, Sanders, Pascolo e Raduljica. Coach Jasikevicius invece risponde con Pangos, Westermann, Jankunas, Javtokas e Ulanovas. Ancora assente Krunoslav Simon tra le fila di Milano per i soliti problemi alla schiena, mentre è recuperato Milan Macvan.

CRONACA

PRIMO QUARTO - La partenza dei lituani è fulminea. Subito una tripla di Pangos e un canestro di Javtokas mettono due possessi di vantaggio fra le due squadre. Milano trova i primi punti con Dragic (2-5). Raduljica costringe Javtokas a due veloci falli in pochi secondi che lo costringono ad uscire, lasciando il posto a Lima. Lo Zalgiris però trova ugualmente un'altra tripla con Ulanovas (2-8). Hickman in penetrazione subisce fallo e guadagna due liberi realizzati, Raduljica però contraccambia il fallo su Lima, che non sbaglia dalla lunetta (4-10). Quest'ultimo sotto canestro fa soffrire Raduljica e realizza ancora, prima del secondo canestro di Dragic che subisce anche fallo e realizza il libero aggiuntivo (7-12). Lekavicius dalla lunetta fa 1/2 e Macvan, al ritorno in campo post infortunio, accorcia (9-13). Quattro liberi di Milaknis allungano ancora il vantaggio, ma il canestro di Fontecchio e i due liberi di Macvan permettono a Milano di reggere il passo (13-17). Quattro punti di Lekavicius e la tripla dell'ex Kalnietis chiudono il primo quarto, che vede lo Zalgiris avanti di cinque punti (16-21).

Euroleague.com
Euroleague.com

SECONDO QUARTO - Lima apre il secondo quarto con un canestro, ma immediatamente compie il suo secondo fallo e lascia il posto a Kavaliauskas (16-23). Hickman accorcia, ma la tripla di Motum ricaccia Milano lontano (18-26). Hickman si conquista la lunetta, segna il primo libero ma sbaglia il secondo. A rimbalzo però Dragic è veloce a catturare la palla e servire un facile pallone a Kalnietis che completa il gioco da tre (21-26). Kalnietis risponde ai liberi del connazionale Seibutis, ma i lituani allungano ancora con Lekavicius (23-30). Il fallo tecnico fischiato a Kavaliauskas permette a Milano di tornare a soli due possessi, grazie al libero di Hickman e al canestro di Sanders (26-30). Jankunas realizza altri due canestri, intervallati da due punti di McLean (28-34). Sanders realizza una tripla, ma nell'azione successiva sbaglia due liberi che avrebbero permesso un aggancio essenziale (31-34). Si sblocca Westermann che realizza dalla lunetta i suoi due primi punti, a seguire Dragic chiude il quarto con un canestro (33-36).

TERZO QUARTO - Il secondo tempo si apre con la tripla di Milaknis, che bissa la prima con un'altra tripla che costringe coach Repesa al timeout (33-42). Per via di alcuni problemi al tavolo la partita rimane sospesa per più minuti, cosa che innervosisce i tifosi. Alla ripresa arriva la tripla di Hickman e il canestro di Sanders, che riducono il vantaggio dei lituani (38-42). Contestualmente però arriva il terzo fallo di Sanders, questo non lo blocca e conquista un pallone e segna altri due punti (40-42). Il momento è ottimo per Milano, che riesce a pareggiare con Dragic e a conquistare due liberi con McLean per il sorpasso. L'americano però sbaglia entrambi i tentativi rimandandolo all'azione successiva, quando è Sanders che continua il break di 11-0 (44-42). I lombardi continuano a correre grazie al loro miglior marcatore Sanders che realizza ancora e regala un +4 insperato fino alla pausa legata ai problemi tecnici (46-42). Jankunas e Kavaliauskas suonano la sveglia tra i lituani e chiudono il piccolo svantaggio (46-46). Sanders continua a far impazzire Jasikevicius, ma Motum riequilibra subito il match (48-48). Hickman realizza una tripla che però non sortisce effetti, visti i due canestri di Motum e Kavaliauskas che riportano avanti i lituani (51-52). Pascolo segna il canestro del sorpasso, ma McLean prima fa fallo su Motum (che realizza due liberi) e poi, dopo la tripla di Hickman, si prende un tecnico che permette a Javtokas di pareggiare il match e chiudere l'ultimo quarto (56-56). 

Euroleague.com
Euroleague.com

QUARTO QUARTO - Milaknis replica l'inizio del terzo quarto con altre due triple, che scavano un solco che costringe Milano al timeout (56-62). Milano non trova più la via del canestro e i lituani fuggono grazie al canestro di Ulanovas e alla nuova tripla di Pangos (56-67). Finalmente dopo oltre quattro minuti Milano riesce a segnare i primi due punti con Macvan, ma subito Ulanovas rimette la doppia cifra di vantaggio (58-69). Kalnietis (particolarmente ispirato nella serata da ex) realizza con un layup e con una tripla, ma nel mezzo lo Zalgiris trova 5 punti con la tripla di Jankunas e con il canestro di Ulanovas (63-74). Grazie ad un libero di Dragic ed a due di Macvan, Milano cerca di rientrare, ma Ulanovas è immarcabile nell'area e segna ancora (66-76). Kalnietis prova ancora ad accorciare dalla lunetta, ma le difese diventano impenetrabili e per due minuti nessuno trova due canestri (68-76). Lekavicius dalla lunetta non fallisce e Milano molla definitivamente il match, che si chiude con il canestro allo scadere di Kalnietis (70-78).

Turkish Airlines EuroLeague