Eurolega - Feldeine e James trascinano il Panathinaikos, Galatasaray ancora ko

Gli americani si mettono sulle spalle la formazione ellenica: anche Singleton e Nichols partecipano alla vittoria, in una gara che di fatto condanna i turchi.

Eurolega - Feldeine e James trascinano il Panathinaikos, Galatasaray ancora ko
Eurolega - Feldeine e James trascinano il Panathinaikos, Galatasaray ancora ko
Galatasaray
79 84
Panathinaikos
Galatasaray: Micov 14, Fitipaldo, Tyus 7, Korkmaz ne, Schilb 14, Arar ne, Haciyeva ne, Pleiss 15, Daye 2, Guler 11, Diebler 11, Koksal 5.
Panathinaikos: Singleton 15, Nichols 3, Rivers 8, James 18, Fotsis, Pappas 2, Feldeine 15, Charalampopoulos, Gabriel 5, Gentile, Bourousis 8, Calathes 10.

Riprende la marcia del Panathinaikos, che nella prima gara del giorno per quanto riguarda la ventunesima giornata della regular season di Eurolega, vince sul parquet del Galatasaray e si avvicina sempre di più al raggiungimento del pass per i quarti di finale. Una grande occasione sprecata dalla formazione guidata da Ergin Ataman, che ha fatto gara alla pari contro un avversario più quotato e molto più motivato. Un risultato che, sempre per parte turca, rende praticamente impossibile pensare ad una rimonta che valga le prime otto posizioni, mentre gli ellenici fanno un grande passo in avanti, considerando la vittoria esterna.

È Feldeine il primo a segnare, per giunta con una tripla, ma a partire meglio dai blocchi è il Gala, che infila un clamoroso parziale di 12-0 e sembra poter ripetere l'ottima prima frazione vista sette giorni fa contro il Fenerbahce. Pana che per quattro minuti non riesce a trovare il canestro, prima del layup di Bourousis che fa da sveglia per gli ospiti, anche se ci pensano Micov e Pleiss a riportare in doppia cifra il vantaggio dei turchi. Ancora Feldeine e Nichols si mettono la squadra sulle spalle, mentre ci pensa James a firmare la tripla che vale il 24-18 di fine quarto. Il secondo periodo si apre ancora con i padroni di casa a segno e nuovamente in doppia cifra di vantaggio, prima di una striscia positiva di marca Panathinaikos che vale il -2: sono Singleton e Pappas a trascinare gli ospiti, con l'americano che guida il parzialone di 13-0 che vale il sorpasso e l'allungo verso la fine della prima metà di gara. Guler pareggia a quota 34 da tre punti, ma Rivers e ancora Singleton fanno il bello e il cattivo tempo. Così si torna negli spogliatoi con il Pana in vantaggio per 40-43.

Le squadre fanno nuovamente capolino sul parquet, e Feldeine riprende da dove aveva lasciato, cioè con una tripla pesante nell'economia della gara. Si mette in ritmo anche Calathes, e a questo punto per il Galatasaray inizia a diventare dura da scalare una montagna che raggiunge pendenze fino al -14, quando un altro parziale di 9-0 consente al Panathinaikos di effettuare l'allungo che, nel complesso, si rivelerà decisivo. Anche perchè per parte turca riesce a tenere il ritmo il solo Schilb, il quale propizia dieci punti per consentire ai suoi di avvicinarsi fino al -6. All'improvviso, però, la gara torna ad essere equilibrata perchè Pleiss si sveglia, prima della bomba di James che vale il 64-68 di fine quarto. L'ultimo periodo si apre con un altro parziale in favore del Pana: è ancora l'ex playmaker del Baskonia a realizzare 7 punti nel 9-0 che riporta i suoi sul +11, e a quel punto torna a farsi complicata per il Gala che si affida soprattutto a Guler. 6-0 di controparziale per i turchi che tornano sotto di cinque lunghezze, ma per i tre minuti successivi la grande difesa ellenica blocca l'attacco di casa, in una fase della partita che decide tutto. Ci pensa Rivers da tre punti a mettere la pietra sulla vittoria.