Turkish Airlines Euroleague - Il Real Madrid si aggiudica con molta fatica gara-1 contro il Darussafaka

I galacticos incontrano molte più difficoltà del previsto nel superare in questa gara-1 i turchi del Darussafaka. Le merengues vengono trascinate alla vittoria da Llull che inanella ben 23 punti, mentre al Dogus non basta un Wanamaker da 21 punti.

Turkish Airlines Euroleague - Il Real Madrid si aggiudica con molta fatica gara-1 contro il Darussafaka
Real Madrid - Darussafaka. Fonte: baloncesto.as.com
Real Madrid
83 75
Darussafaka
Real Madrid: Randolph 9 (2/6;0/2;5/7) Draper 3 (0/1;1/1) Fernandez 4 (2/5) Doncic 4 (1/2;0/2;2/2) Maciulis 3 (1/1 3P) Ayon 14 (7/8;0/2 TL) Carroll 6 (0/3;2/2) Hunter 9 (3/5;3/4 TL) Llull 23 (3/8;3/6;8/9) Thompkins 5 (1/2;1/1) Taylor 3 (1/1;1/2 TL)
Darussafaka: Wilbekin 8 (1/2;2/5) Batuk Wanamaker 21 (3/8;3/6;6/6) Clyburn 15 (7/11;0/5;1/2) Moerman (0/1;0/1) Aldemir Anderson 8 (4/6;0/4;0/1) Zizic 5 (2/4;1/2 TL) Slaughter (0/1) Bertans 7 (1/2;1/1;2/3) Harangody 11 (1/3;3/3)
SCORE: 16-24; 36-37; 61-53. Tiro da 2p: Real Madrid (20/41) Darussafaka (19/38). Tiro da 3p: Real Madrid (8/15) Darussafaka (9/25). Tiri liberi: Real Madrid (19/26) Darussafaka (10/14). Rimbalzi: Real Madrid 28 Darussafaka 25

Il Real Madrid rischia ma alla fine vince gara-1 delle Final Eight di Turkish Airlines Euroleague contro il Darussafaka. La squadra di coach Laso parte malissimo, subendo sia il gioco da tre punti che dal pitturato del roster turco. Dall'intervallo in poi il Real risale la china portandosi in vantaggio e conducendo a lungo la sfida, senza però mai allungare, in quanto il Darussafaka soprattutto nell'ultimo quarto riesce a rimanere a contatto. Nel finale le merengues manifestano la loro maggior brillantezza fisica chiudendo la partita con i due giocatori simbolo del roster, ovvero Llull e Doncic. In particolare la guardia spagnola si è reso protagonista di una prestazione da 23 punti, ai quali vanno aggiunti i 14 di Ayon. Per i turchi non bastano i 21 punti di Wanamaker, i 15 di Clyburn e gli 11 di Harangody. Tre giocatori che insieme a Zizic e Wilbekin sono andati a formare il quintetto titolare scelto da Blatt. Dall'altra parte invece Laso si è affidato a Llull, Maciulis, Taylor, Randolph ed Ayon.

Clyburn apre la partita andando a segno con un piazzato, ma dall'altra parte gli risponde subito Taylor che realizza dalla lunetta. Harangody prova immediatamente ad allungare in favore dei turchi siglando la prima tripla della sfida, ma il Real si mantiene a contatto con il canestro da oltre l'arco segnato da Maciulis. Poco dopo le merengues firmano il sorpasso con Taylor (8-7), ma Wanamaker con un tiro dal perimetro riporta avanti il Darussafaka. Il vantaggio del Dogus dura pochissimo, perchè Ayon con un appoggio a tabellone ristabilisce la parità a quota 12. Laso per rompere questa situazione di equilibrio decide di chiamare il time-out, ma dopo il minuto di sospensione Zizic rifissa il +2 in favore dei turchi. Il Real comunque non demorde e con Randolph chiude le linee di difesa, infatti l'ala americana si rende protagonista di una stoppata su Clyburn. Sul possesso successivo Ayon rifirma la parità andando a segno da dentro l'area, ma Harangody con la tripla riporta in vantaggio il Darussafaka. I turchi provano ad allungare affidandosi a Wanamaker, che si fa però stoppare da Randolph. Il Dogus non è da meno, infatti anche Slaughter si rende protagonista di una stoppata su Hunter, poi Bertans chiude questo primo quarto con un canestro da oltre l'arco che vale il 24-16 in favore della compagine turca.

La seconda frazione di gioco vede il Darussafaka firmare subito un break di 4-0 grazie ad Anderson, ma il Real reagisce accorciando le distanze con il tiro da dentro l'area di Doncic. La rimonta delle merengues prosegue con la tripla di Thompkins ed allora Blatt per evitare l'aggancio decide di chiamare il time-out. Dopo il minuto di sospensione il Darussafaka torna ad allungare con la tripla mandata a segno da Wanamaker e la stoppata di Anderson su Carroll. Sul punteggio di 36-29 Blatt decide di fermare nuovamente il gioco per chiedere ai suoi maggiore fluidità nella fase offensiva. La pausa stavolta non favorisce la compagine turca, che subisce il ritorno delle merengues grazie alla tripla di Llull. Laso per organizzare al meglio l'ultima azione d'attacco dei suoi decide di chiamare il time-out, ed infatti dopo il minuto di sospensione la guardia spagnola va nuovamente a segno da oltre l'arco chiudendo il secondo quarto sul punteggio di 37-36 in favore del Darussafaka.

Il terzo quarto si apre con le triple mandate a segno da Wilbekin e Draper, poi Ayon firma il sorpasso con un semplice appoggio a tabellone. Il Real prova a sfruttare il momento positivo per allungare, infatti Llull va a segno con una tripla, ma Laso decide ugualmente di fermare il gioco per migliorare la fase difensiva dei suoi. Le direttive del tecnico spagnolo non vanno a buon fine, infatti Wanamaker accorcia le distanze andando a segno con un tiro da oltre l'arco. La guardia americana si fa poi stoppare da Randolph, ma dall'altra parte Clyburn restituisce il favore stoppando Draper. Dopodichè Llull palesa un eccessivo nervosismo nei confronti degli arbitri, che lo puniscono con un tecnico. Dalla lunetta Wanamaker non sbaglia, poi nel finale il Real torna ad allungare grazie ai 5 punti consecutivi messi a segno da Randolph, il quale fissa il punteggio al termine del terzo quarto sul 61-53 in favore dei padroni di casa.

Il Darussafaka accorcia subito le distanze ad inizio di ultima frazione con Wilbekin che va a segno da oltre l'arco, ma dall'altra parte Thompkins difende il vantaggio costruito dalle merengues con un tiro da dentro l'area. Blatt, vedendo le difficoltà dei suoi nel rimontare, decide di chiamare il time-out, ma dopo il minuto di sospensione Carroll con la tripla porta a 10 le lunghezze di vantaggio del Real. La guardia americana poco dopo va nuovamente a segno da oltre l'arco firmando l'allungo delle merengues. Il Darussafaka prova a ritornare a contatto con il tiro dal perimetro realizzato da Harangody, ma nonostante ciò Blatt decide ugualmente di fermare il gioco, per chiedere ai suoi maggiore solidità difensiva. Le direttive del coach statunitense portano il Darussafaka a rientrare fino al 76-70, quando Laso decide di chiamare il time-out. Dopo il minuto di sospensione Llull torna ad allungare in favore dei padroni di casa realizzando tre punti consecutivi, che portano Blatt a fermare il gioco. Dopo la pausa Doncic va a segno con i liberi che valgono la vittoria in gara-1 per il Real.