Turkish Airlines Euroleague - Il Real batte il Darussafaka in gara-3 (88-81) e si porta avanti nella serie (2-1)

I galacticos compiono l'upset battendo il Dogus in terra turca. La squadra di coach Laso vince una partita complessivamente dominata, nella quale spicca la prestazione di Carroll (21 punti). Per il roster di Blatt non bastano i 20 punti di Zizic

Turkish Airlines Euroleague - Il Real batte il Darussafaka in gara-3 (88-81) e si porta avanti nella serie (2-1)
Darussafaka
81 88
Real Madrid
Darussafaka: Wilbekin 18 (3/5;4/6) Yagmur Batuk (0/1 3P) Wanamaker 17 (3/6;1/4;8/8) Clyburn 7 (1/5;1/5;2/2) Moerman 11 (4/4;1/4) Anderson 2 (1/2;0/1) Zizic 20 (7/8;6/7 TL) Slaughter Bertans 3 (0/1;1/2;0/1) Harangody 3 (1/3 3P)
Real Madrid: Randolph 12 (4/7;1/3;1/2) Draper 3 (0/1;1/3) Fernandez 3 (1/2;0/2;1/2) Doncic 13 (3/3;2/5;1/1) Reyes 2 (1/2) Ayon 18 (8/13;2/2 TL) Carroll 21 (1/2;5/8;4/4) Hunter 2 (1/2) Llull 12 (3/5;2/6) Taylor 2 (1/2;0/2)
SCORE: 17-26; 33-46; 58-70. Tiro da 2p: Darussafaka (19/31) Real Madrid (23/39). Tiro da 3p: Darussafaka (9/26) Real Madrid (11/29). Tiri liberi: Darussafaka (16/18) Real Madrid (9/11). Rimbalzi: Darussafaka 24 Real Madrid 35

Il Real risponde subito al successo conquistato dal Darussafaka in gara-2, con una vittoria che gli da la possibilità di giocarsi il primo match-point tra due giorni sempre alla "Volkswagen Arena". I galacticos vengono trascinati al successo da Jaycee Carroll, autore di ben 21 punti, ma non solo, perchè ci sono da sottolineare anche i 18 punti di Ayon, i 13 di Doncic e i 12 di Randolph e Llull. Ai turchi non bastano le prestazioni di Zizic (20 punti), Wilbekin (18), Wanamaker (17) e Moerman (11), infatti il roster di Blatt paga le energie spese nel rincorrere il Real per tutta la partita. I galacticos però non possono ritenersi soddisfatti di quanto fatto vedere, in quanto non solo hanno permesso al Dogus di ritornare in partita, ma anche di mettere in discussione il risultato finale. Un punto dal quale può invece ripartire la squadra turca in vista di una gara-4 che sarà determinante per le ambizione future delle due squadre.

Blatt per provare a sopperire alla differenza tecnica con gli avversari decide di affidarsi a Wilbekin, Wanamaker, Clyburn, Zizic ed Harangody. Dall'altra parte invece Laso decide di buttare nella mischia fin dall'inizio Randolph, Doncic, Ayon, Llull e Taylor.

Clyburn apre la partita con una tripla, ma dall'altra parte gli risponde subito Taylor con un piazzato. Il Real passa in vantaggio grazie al tiro da dentro l'area di Randolph, ma i padroni di casa non ci stanno e ripassano avanti nel punteggio grazie all'appoggio a tabellone di Zizic. Doncic col piazzato rifissa il +1 per i galacticos che poi provano a scappare con Ayon, il quale però si fa stoppare da Zizic. Il Dogus ritorna in vantaggio grazie ai liberi realizzati da Clyburn, ma Doncic con la tripla ribalta nuovamente la situazione. I padroni di casa tentano di tornare in parità col tiro da dentro l'area di Clyburn, che viene però stoppato da Randolph, ma Zizic cattura il rimbalzo e realizza il canestro del 9-9. Una situazione di equilibrio che viene immediatamente sbloccata da Randolph, il quale va a segno con un ottimo "jump shot". I madrileni provano a sfruttare le disattenzione difensive della squadra avversaria per allungare nel punteggio ed infatti ci riescono con la tripla mandata a segno da Llull ed allora Blatt si vede costretto a chiamare il primo time-out della sfida. Dopo il minuto di sospensione la situazione non migliora, ma anzi peggiora. Doncic continua ad allungare andando a segno con un nuovo canestro dal perimetro. Moerman col piazzato riporta il Dogus sotto la doppia cifra di svantaggio ed allora Laso decide di fermare il gioco. Dopo la pausa Fernandez va a segno con i liberi chiudendo il quarto sul punteggio di 26-17 in favore del Real.

La seconda frazione di gioco vede Zizic realizzare subito 3 punti consecutivi, ma le speranze di rimonta turche vengono immediatamente spente da Reyes che va a segno con un piazzato. Il Real torna ad allungare grazie alla tripla di Carroll, il quale si fa poi stoppare da Zizic. La guardia madrilena si riscatta andando a segno con un nuovo canestro da oltre l'arco, ma dall'altra parte gli risponde nella stessa maniera Harangody. Ogni volta che il Dogus cerca di tornare in partita il Real allunga, ne è dimostrazione la tripla di Llull, il quale costringe Blatt a fermare il gioco. La pausa non agevola la squadra turca, che palesa ancora difficoltà offensive con Anderson, che si fa stoppare da Randolph. Le merengues si portano sul +13 grazie al tiro dal perimetro di Carroll, il quale poi incrementa il proprio bottino andando a segno con i liberi. Moerman col piazzato prova a ricucire lo strappo, costringendo Laso a chiamare il time-out. Il minuto di sospensione chiamato dal coach madrileno non produce alcun canestro e quindi le due squadre vanno all'intervallo sul punteggio di 46-33 in favore degli spagnoli.

Doncic e Wilbekin aprono il terzo quarto con due canestri da dentro l'area, poi Randolph con la tripla costringe Blatt a fermare il gioco. Dopo la pausa Wilbekin accorcia subito le distanze con un canestro da oltre l'arco, seguito da Moerman, anch'egli a segno con un tiro dal perimetro. Laso, per evitare che i suoi rimettano in gioco la squadra avversaria, decide di chiamare il time-out. Il minuto di sospensione porta i suoi effetti, infatti Carroll va a segno con due triple consecutive. Wilbekin prova a riportare a contatto i suoi andando a segno da oltre i 6.75 metri, ma nuovamente Carroll col piazzato difende il vantaggio costruito dalla propria squadra. Zizic con un'azione da tre punti e Wilbekin con un canestro da oltre l'arco firmano un parziale di 6-0, col quale si chiude la terza frazione di gioco. Il punteggio recita Darussafaka 58 Real Madrid 70.

Il Dogus parte forte ad inizio di ultima frazione grazie a Wanamaker che va a segno dal perimetro. Dall'altra parte gli risponde subito Fernandez, che realizza un tiro da dentro l'area. Draper con la tripla riporta il Real sulla doppia cifra di vantaggio (63-75), ma Bertans con un canestro da oltre l'arco riporta a contatto i suoi. Sul punteggio di 70-77 in favore del Real, Blatt decide di chiamare il time-out. Il minuto di sospensione agevola la rimonta dei padroni di casa che mettono un freno alla produzione offensiva madrilena con la stoppata di Bertans su Carroll. I galacticos però non demordono ed allungano sul +8 (82-74) ed allora Blatt si vede costretto a fermare nuovamente il gioco. Dopo la pausa Wilbekin torna ad accorciare le distanze con una tripla, poi Anderson si rende autore di una bella stoppata su Carroll. Dall'altra parte il Real non si fa intimorire e reagisce con Ayon, il quale stoppa efficacemente Bertans. Nonostante gli sforzi i padroni di casa non riescono a tornare in partita ed allora Blatt chiama ancora time-out. Il minuto di sospensione non muta la situazione e quindi il Real può gestire in tranquillità il vantaggio fino alla sirena finale che sancisce la vittoria dei madrileni per 88-81.


Share on Facebook