Turkish Airlines Euroleague 2016/17: CSKA Mosca a caccia del bis

La squadra di coach Itoudis é chiamata a difendere il titolo conquistato lo scorso anno contro il Fenerbahce. Per la compagine moscovita sarebbe l'ottavo titolo della propria storia.

Turkish Airlines Euroleague 2016/17: CSKA Mosca a caccia del bis
Turkish Airlines Euroleague 2016/17: CSKA Mosca a caccia del bis

Il CSKA Mosca si appresta a vivere queste Final Four da autentica favorita, considerato il titolo conquistato lo scorso anno contro il Fenerbahce. Non solo, perché la compagine moscovita ha confermato tutti i suoi buoni propositi anche in questa stagione, chiudendo la regular season al 3° posto con un record di 22-8 e rifilando uno sweep (3-0) al Baskonia in sede di playoff. 

La squadra di coach Itoudis si avvicina a queste Final Four forte delle potenzialità espresse fino ad ora, che però non hanno nascosto le lacune presenti nel roster russo. Scorrendo i nomi dei giocatori che compongono la squadra moscovita ci si accorge subito della grande profondità, cosí come della straordinaria fisicità, di cui dispone il coach greco, ma nello stesso tempo si nota come il CSKA si sia sempre affidato a due soli uomini: Nando De Colo e Milos Teodosic. Sia la guardia francese che quella serba hanno viaggiato a cifre strabilianti per trascinare la squadra russa fino a questo punto della competizione. 

Il n.1 del CSKA ha chiuso la regular season con 20.1 punti di media, mentre il regista serbo si é fermato a 16.1. Insieme hanno accumulato una percentuale nel tiro dal campo pari a 55.5%. Dove invece ha peccato il roster russo é nella qualità nel tiro da oltre l'arco, infatti i moscoviti hanno chiuso la regular season con un modesto 40.6%.

Questa situazione non é cambiata con l'avvento dei playoff, ma nelle tre sfide giocate contro il Baskonia si é messo in gran mostra Cory Higgins, il quale ha trascinato i suoi alle Final Four viaggiando a 13.7 punti per partita. In generale il CSKA non ha sfoderato grandissime prestazioni, frutto anche del fatto che sia De Colo sia Teodosic non hanno tirato con le loro classiche percentuali. Il roster moscovita ha superato il turno limitandosi ad un 55.2% dal campo ed un 35.7% nel tiro da oltre l'arco.

Dati che devono far riflettere, in quanto nonostante il CSKA sia logicamente considerato da tutti gli addetti ai lavori come una delle grandi favorite per la vittoria finale, é comunque limitato nella gestione del proprio roster. Tutta la potenzialità offensiva é concentrata nelle mani di soli due giocatori, che nel caso non dovessero riuscire ad entrare in ritmo dovrebbero affidarsi alla semplice fisicità dei propri compagni.

Qui arriviamo al grande punto debole che attanaglia il roster e su cui Itoudis dovrà lavorare tantissimo, ovvero la qualità dei propri lunghi nel gioco in post basso, cosí come la circolazione di palla. Il CSKA é una squadra che si affida molto agli isolamenti, proprio per far valere i mismatch all'interno del pitturato. Spesso però questo si trasforma in un limite, soprattutto quando la squadra avversaria riesce a muoversi fornendo i dovuti raddoppi. 

Un discorso avvalorato ancor di piú dall'avversario che il CSKA é chiamato ad affrontare in semifinale, ovvero l'Olympiakos, una squadra già battuta per ben due volte durante la regular season. Due successi che però non hanno nascosto i limiti e le difficoltà incontrate. Infatti per la squadra di coach Itoudis é stato difficile incontrare un team che non solo difende in maniera collettiva, ma che in fase di possesso esegue un ottimo "ball movement". 

La velocità nella circolazione di palla in fase di non possesso é un altro punto debole della squadra russa, che va spesso in difficoltà in quanto perde completamente i punti di riferimento. Ciò lo si é notato soprattutto nelle tre sfide andate in scena contro il Baskonia. Ecco perché Itoudis chiederà ai suoi di essere piú aggressivi in fase difensiva in modo da poter contestare quanti piú tiri possibili alla squadra avversaria. Dall'altra parte la parola chiave é imprevedibilità. Il semplice pick&roll di Teodosic e l'"in&out" di De Colo non basteranno per aver la meglio sia dell'Olympiacos, che della squadra da affrontare in Finale.

Da questo punto di vista ci si aspetta un apporto maggiore di Vorontsevich nel tiro da tre punti, cosí come di Hines all'interno del pitturato. Itoudis però vuole che tutto il roster dia il suo contributo ed in questo senso ecco gli uomini che avrà a disposizione il coach greco in viste di queste Final Four:

#1 Nando De Colo G

#3 Dmitry Kulagin G

#4 Milos Teodosic G

#5 James Augustine F

#7 Vitaly Fridzon G

#9 Aaron Jackson G

#11 Semen Antonov F

#12 Pavel Korobkov F

#13 Ivan Lazarev C

#19 Joel Freeland C

#20 Andrey Vorontsevich F

#22 Cory Higgins G

#30 Mikhail Kulagin G

#31 Victor Khryapa F

#41 Nikita Kurbanov F

#42 Kyle Hines C

Turkish Airlines EuroLeague