Turkish Airlines EuroLeague Final Four - Il bronzo è del Cska, il Real sprofonda anche contro i russi (70-94)

Svanisce anche il terzo posto per i ragazzi di Laso, sotto nel punteggio per tutto il match, gli iberici non riescono a trovare il break decisivo per rientrare. Hines e Higgins guidano la squadra di Mosca al successo ad Istanbul.

Turkish Airlines EuroLeague Final Four - Il bronzo è del Cska, il Real sprofonda anche contro i russi (70-94)
De Colo, Cska. Fonte foto: http://www.euroleague.net
Real Madrid
70 94
Cska Mosca
Real Madrid: randolph 4, draper 5, fernandez 4, nocioni 4, doncic 6, maciulis 11, reyes 5, ayon 11, carroll 3, llull 7, thompkins 2, taylor 8. all: laso.
Cska Mosca: de colo 13, teodosic 7, augustine 4, fridzon 12, jackson 13, antonov 3, freeland 1, vorontsevich 10, higgins 12, kulagin 3, kurbanov 2, hines 14. all: itoudis.
SCORE: 1Q: 10-23; 2Q: 22-22; 3Q: 24-24; 4Q: 14-25;
ARBITRO: JOVCIC, MILIVOJE (SER), JAVOR, DAMIR (SLO), ROCHA, FERNANDO (POR).
NOTE: INCONTRO VALEVOLE COME FINALE TERZO QUARTO POSTO DELLE FINAL FOUR DI TURKISH AIRLINES EUROLEAGUE 2016/17. SI GIOCA ALLA SINAN ERDEM DOME DI ISTANBUL. INIZIO ORE 17.00.

Il Cska di Mosca si aggiudica la “finalina” di Turkish Airlines Euroleague, comandando il match fin dai primi minuti e non subendo mai le sporadiche fiammate dei blancos. Gli uomini di Itoudis trovano così la prima e unica vittoria in queste Final Four 2017 e si aggiudicano la medaglia di bronzo. Per i russi ottima partita di Hines, con quattordici punti a referto, sette rimbalzi e valutazione complessiva di diciotto. Il Real Madrid, nonostante le discrete prove di Ayon e Maciulis, subisce il gioco di Teodosic e compagni, non trova mai una vera e propria reazione ed esce dalla competizione con due sconfitte consecutive. Da segnalare per il Cska anche la buona prova di Higgins, autore di dodici punti, tre rimbalzi e tre assist.

Laso schiera Llull in regia accompagnato da Maciulis e Taylor sul perimetro. Randolph e Ayon completano il quintetto titolare. Coach Itoudis, in risposta, sceglie Jackson playmaker con De Colo e Kurbanov larghi. Nel pitturato si muovono Vorontsevich e Hines.

Partenza sprint della squadra russa, nei primi tre minuti di partita l’unico a trovare un canestro per il Real è Maciulis e Jackson, Vorontsevich e De Colo firmano il primo break con sette punti in successione. Ayon e Maciulis lottano sotto le plance e trovano due canestri ma gli uomini di Itoudis giocano meglio, il nuovo entrato Teodosic segna e serve assist per Hines e Fridzon, il Cska vola sul +7. Negli ultimi due minuti del primo parziale di gioco è ancora dominio della squadra di Mosca, Doncic e Ayon trasformano tre liberi, i canestri di Hines, Higgins e Antonov allargano ulteriormente lo scarto fino al 10-23.

Girandola di canestri ad inizio secondo periodo, le due squadre si alternano sul tabellino per tre minuti, a segnare sono i soli Fridzon e Teodosic da una parte e Draper e Reyes dall’altra. Intorno al quarto minuto arriva il nuovo importante break del Cska, l’attacco madrileno si inceppa per più di tre lunghissimi minuti, Higgins e compagni refertano canestri a ripetizione e salgono sul +21, massimo vantaggio della partita. Nel momento più difficile Llull prende per mano i compagni, a fine primo tempo gli spagnoli si sbloccano e con i punti di Ayon e Nocioni trovano il primo vero break, riducendo il pesante passivo (32-45).

Hines, Cska. Fonte foto: http://www.euroleague.net
Hines, Cska. Fonte foto: http://www.euroleague.net

Il secondo tempo si apre con un super Taylor a refertare cinque punti consecutivi, Randolph e Ayon provano a seguirlo cercando un rientro ma De Colo e Hines respingono ogni assalto. A metà quarto i russi bombardano dall’arco con Jackson e De Colo, replicano Maciulis e Doncic con canestri in transizione. Il Real prova ancora ad accorciare con i canestri dei nuovi entrati Fernandez, Thompkins e Carroll ma Teodosic e compagni non hanno passaggi a vuoto, macinano gioco e finalizzano con gli americani Higgins e Hines. A fine terzo periodo lo scarto tra le due compagini è ancora invariato a tredici punti (56-69).

Le speranze di rientro degli spagnoli iniziano ad affievolirsi dopo l’ultimo intervallo, alle bombe dall’arco di Llull e Maciulis replicano ancora Vorontsevich, Fridzon e Augustine. Maciulis e Fernandez fanno entrambi uno su due in lunetta, Taylor infila ancora una tripla ma a metà ultimo quarto sale in cattedra Jackson: la guardia americana segna otto punti conditi da due triple e taglia le gambe agli uomini di Laso. Nel finale, il Real, ormai sfiduciato, segna tre punti con Doncic e Ayon, il Cska dilaga con i canestri di Vorontsevich, Hines e Kulagin (70-94).