Brindisi resiste, Erick Green sfiora la perfezione

L'Enel Brindisi resta da sola in testa alla classifica e attende il posticipo di Milano, impegnata stasera contro Pistoia. Erick Green realizza 34 punti con un solo errore al tiro e rilancia Siena dopo la sconfitta nella finale di Coppa Italia. In coda, Montegranaro aggancia il penultimo posto.

Brindisi resiste, Erick Green sfiora la perfezione
Brindisi resiste, Erick Green sfiora la perfezione
Brindisi non molla e resta in testa alla classifica. L'Enel ha bisogno del miglior Jerome Dyson per superare Venezia, rinvigorita dall'inntesto di Aaron Johnson e con Donell Taylor e Andre Smith in spolvero. Siena mostra finalmente l'Erick Green che sognava. Il top scorer dello scorso torneo NCAA realizza 34 punti con 13/14 dal campo. Sassari non si ferma dopo la vittoria in Coppa Italia e travolge la malcapitata Cremona. Avellino vince la terza partita consecutiva e ribalta anche la differenza canestri contro Varese. Pur senza Josh Mayo, Montegranaro supera Bologna. Roma, ancora senza il sostituto di Jordan Taylor, lotta contro Cantù ma cede nel finale. Caserta, in attesa del colpaccio Chris Duhon, batte Reggio Emilia e rilancia le sue ambizioni.
 
Enel Brindisi - Umana Venezia 88-78
Dyson 25, Snaer 16, Lewis 11; Taylor 19, Smith 17, Johnson 13
Il solito immenso Dyson permette a Brindisi di regolare una coriacea Venezia e di mantenere la vetta della classifica. Aaron Johnson dimostra di essersi inserito negli schemi di Markovski (anche 5 assist per il play ex Cremona) e innesca le bocche di fuoco Taylor e Smith. Brindisi soffre per 3 quarti, ma nell'ultimo periodo spacca la gara con 4 triple, una a testa di James, Campbell, Snaer e Dyson, mentre Venezia, in partita fin quando Taylor fa canestro, comincia a sprecare troppo con Linhart. Un tecnico fischiato proprio all'ex Trier chiude la gara. 
 
Sidigas Avellino - Cimberio Varese 86-63 (25-12, 12-16, 19-18, 27-17)
Ivanov 22 + 13 rimbalzi, Cavaliero 21, Thomas 17; Sakota 14, Clark 12
Avellino infila la terza vittoria consecutiva, ribalta il -17 dell'andata e conferma che l'epurazione di Dean e Richardson ha giovato al gruppo. Varese segna i primi 4 punti dell'incontro ma viene poi travolta da 25 punti consecutivi degli irpini, trascinati dalle triple di Cavaliero e dal solito lavoro sotto le plance della coppia Thomas-Ivanov. Varese prova a rientrare con Clark e De Nicolao, sfruttando anche la cattiva serata di Lakovic (5 perse) e gli errori del neo arrivo Foster. Avellino riprende però il largo grazie a Spinelli, resiste all'ultimo sussulto firmato da Sakota e supera i 20 punti di vantaggio nel finale.
 
Banco di Sardegna Sassari - Vanoli Cremona 95-61 (22-16, 26-19, 22-16, 25-10)
Thomas 16, Vanuzzo e Caleb Green 13; Spralja 15 + 10 rimbalzi, Rich 13, Johnson 10
Vittoria in scioltezza per Sassari, che festeggia davanti al proprio pubblico la vittoria in Coppa Italia asfaltando Cremona. 11 uomini a segno per coach Sacchetti, 14/28 da 3, 19 assist e Thomas top scorer per cancellare qualche prestazione non alla sua altezza. Sassari riprende la corsa dopo il -31 subito ad Ankara in Eurocup, mentre Cremona viene agganciata al penultimo posto da Montegranaro. 
 
Sutor Montegranaro - Granarolo Bologna 86-84 (26-20, 22-24, 16-18, 22-22)
Cinciarini 23, Lauwers 19, Mazzola 11; Ware 16, Walsh 14 + 10 assist, Hardy 14
L'orgoglio di Cinciarini e Lauwers regala alla Sutor una vittoria fondamentale per proseguire, nonostante gli ostacoli economici, la corsa verso la salvezza. L'assenza di Mayo viene surrogata dall'ottimo Cinciarini e della miglior prova stagionale dell'italo belga, che oltre a realizzare 3 triple ed essere glaciale dalla lunetta (6/6) distribuisce anche 4 assist. La Virtus balla in difesa (concede alla Sutor il 64& da 2) fallisce il tiro della vittoria con Walsh dopo aver inseguito per tutta la gara, e torna a casa con una sconfitta nonostante 21 assist, il 55% da 2 e il 48% da 3. 
 
Montepaschi Siena - Vuelle Pesaro 80-70 (24-16, 14-16, 23-14, 19-24
Green 34 (10/11, 3/3, 5/5), Haynes 14; Turner 26, Anosike 16+10 rimbalzi
Un irreale Erick Green prende per mano Siena e la trascina al successo contro una combattiva Pesaro. Il bomber di Virginia Tech mette a segno 20 punti nel primo tempo, senza errori al tiro, ne aggiunge 10 nel terzo quarto e solo nell'ultimo periodo commette il primo e unico errore. Prima di ieri, Green viaggiava in campionato a 9.4 punti di media, aveva come season high i 26 punti realizzati contro Caserta (28 in Eurolega contro l'Olympiacos) e in 12 gare su 18 non era riuscito ad arrivare a quota 10. Pesaro è solo nei numeri di Turner e nella solita doppia doppia di Anosike (la quindicesima della stagione). Se Johnson e Petty insieme facessero un giocatore vero...
 
Acqua Vitasnella Cantù - Acea Roma 83-80 (23-17, 22-23, 23-19, 15-21)
Aradori 25, Ragland 16, Leunen 12; Goss 22, Baron 20, Szewczyk 10
Roma spaventa Cantù ma arriva in vista del traguardo col fiatone e deve alzare bandiera bianca. I brianzoli partono bene, con Aradori subito caldo e Leunen che approfitta del mismatch con Goss, stranamente deputato da Dalmonte alla marcatura del capitano di Cantù. Nonostante Aradori arrivi a quota 14 dopo soli 15 minuti, Roma resta in partita graize alle triple di Goss e alla precisione dalla lunetta. In avvio di ripresa Cantù tocca il +15 grazie a un parziale di 10-0 propiziato da Aradori e Leunen. Roma reagisce col solito Goss e con una raffica di triple firmate da Baron, riuscendo a pareggiare (75-75) con Hosley. La Virtus non ne ha più, Cantù si affida a Ragland (9 punti nell'ultimo quarto) e con un paio di recuperi di Jenkins (7 punti con 2/9 al tiro, ma 6 assist e 5 recuperi) trova il guizzo per conquistare i 2 punti.
 
Pasta Reggia Caserta - Grissin Bon Reggio Emilia 74-68 (8-10, 15-18, 22-18, 29-22)
Roberts 19, Scott 15, Vitali 11; White 19, Bell 14, Kaukenas 14
In attesa di Chris Duhon, Caserta rimonta contro Reggio Emilia e sogna l'aggancio alla zona playoff. Chris Roberts realizza 17 punti nella ripresa e con Scott (10 punti nell'ultimo quarto) è l'anima della rimonta. Stefhon Hannah conclude la non entusiasmante parentesi italiana con 6 punti e 3 perse in 14 minuti. Da Duhon, oltre 600 gare in NBA, Caserta attende ben altro.
 
Classifica: Brindisi 28; Milano*, Cantù 26; Siena 24; Roma e Sassari 22; Avellino 20; Reggio Emilia, Venezia, Caserta 18; Pistoia*, Varese, Bologna 16; Cremona, Montegranaro 12; Pesaro 8
* 1 partita in meno.
 
Punti: Langford (Milano) 19, D.Diener (Sassari) 18.1, Rich (Cremona) 17.6, Smith (Venezia) 17.4, Turner (Pesaro) 17.4
Rimbalzi: Anosike (Pesaro) 12.6, Mbawke (Roma) 10.1, Ivanov (Avellino) 9, Sakic (Montegranaro) 7.6, Walsh (Bologna) 7.6
Assist: Cinciarini (Reggio Emilia) 6.2, Hackett (Milano) 4.7, M.Green (Sassari) 4.7, Wanamaker (Pistoia) 4.5, Vitali (Venezia) 4.4