Che Sassari! Brindisi cede nel posticipo di serie A

Match importante e scontro al vertice quello tra Sassari e Brindisi nel posticipo di serie A. A spuntarla contro la formazione pugliese è ancora una volta Sassari.

Che Sassari! Brindisi cede nel posticipo di serie A
Sassari
87 78
Brindisi
Sassari: Logan 27, Sosa 4, Sanders 13, Devecchi, Lawal 2, Chessa, Dyson 18, Sacchetti 6, Vanuzzo, Brooks 11, Todic 6, Cusin. All. Sacchetti
Brindisi: Harper 5, James 17, Bulleri 2, Cournooh 4, De Gennaro, Denmon 20, Morciano, Zerini 7, Henry 6, Turner 14, Mays, Ivanov 3. All. Bucchi
ARBITRO: Paternicò, Vicino, Attard

Posticipo di prestigio quello che si è tenuto ieri sera al Pala Serradimigni di Sassari. Ad affrontarsi erano infatti le due formazioni prime in classifiche e a punteggio pieno dopo due gare, Sassari e Brindisi. Dopo le vittorie della prima contro Bologna e Pistoia e della seconda contro Pesaro e Caserta, l'obiettivo era solo uno, cioè la vittoria e i 2 punti in modo da poter raggiungere Milano già vincente il giorno prima contro Venezia. 

Sassari, esaltata dall'esordio casalingo in Eurolega seppur con sconfitta (72-85 contro l'Efes di Istanbul), deve mantenere testa e gambe per ben fronteggiare la preparata formazione pugliese di coach Bucchi, che si presenta senza il suo pivot titolare Mays, fuori per infortunio.  

L'inizio non poteva essere dei migliori. Un super David Logan decide di prendere in mano le chiavi della partita e, tirando con una strepitosa precisione dai 6,75 e impostando dei contropiedi velocissimi, chiude con 3 triple e 13 punti totali solo nel primo quarto. Il punteggio dice 27-9 per la squadra di casa. 

Bucchi non ci sta e prova a scuotere i suoi. Inserisce capitan Bulleri per mettere un po' d'ordine in attacco,  troppo confusionario fino a questo momento. In difesa invece la squadra pugliese c'è e si sente, ma la precisione dei sardi rimane comunque alta. La pausa lunga arriva proprio nel miglior momento di Brindisi che alla fine del secondo quarto riesce a riportarsi sotto di 6 punti (42-36). 

Alla ripresa Sassari riparte forte e Brindisi subisce ancora troppo sotto canestro. Le buone soluzioni in attacco di Demon e Turner non bastano e, con l'aiuto degli ex di turno Dyson e Todic,  Sassari si riporta avanti a +12 quando manca ormai poco più di un minuto alla fine. Solo la tripla sulla sirena di James (l'ultimo dei suoi a mollare) fa in modo che la sconfitta sia di soli 9 punti e il risultato finale è 87-78. A giudicare da come l'incontro era iniziato, Brindisi può ritenersi comunque soddisfatta per averci provato a viso aperto. 

I prossimi impegni delle due formazioni saranno il week-end prossimo quando Brindisi affronterà sabato nell'anticipo serale la neo promossa Trento (vincente questo turno contro Cantù) prima di partire alla volta dell'Olanda per l'esordio in Eurochallenge, martedì alle ore 20 contro l'Spm Shoeters. Sassari invece sarà impegnata in casa dell'Acea Roma domenica sera alle 20,30.