A suon di triple Milano espugna Sassari

Bellissima partita al pala Serradimigni, la squadra di Coach Banchi butta via un vantaggio di 9 punti negli ultimi 2 minuti ma resiste e porta a casa una vittoria che vale il sorpasso in classifica sulla Dinamo

A suon di triple Milano espugna Sassari
Banco di Sardegna Sassari
111 112
EA7 Emporio Armani Milano
Banco di Sardegna Sassari: Todic 4, Logan 17, Sosa 8, J. Brooks 9, Sanders 32, Chessa, Sacchetti, Vanuzzo, Dyson 19, Lawal 19, Formenti, Devecchi 3 All. Sacchetti
EA7 Emporio Armani Milano: Meacham 6, Samuels 23, M. Brooks 25, Kleiza 21, Gentile 9, Ragland 11, Cerella, Fumagalli, Melli 2, James 2, Gigli, Moss 13. All. Banchi

Punteggio Nba, spettacolo in campo, ma è Milano a portare a casa i 2 punti che vale il sorpasso in classifica proprio su Sassari: Finisce 111-112 il posticipo contro i sardi della Dinamo. La squadra di Luca Banchi trova  importanti conferme (Samuels e Brooks devastanti in attacco) e recupera un Linas Kleiza formato europeo, con 21 punti e quattro bombe in fila nel momento più delicato del match. Sassari non ha mai mollato ed è rientrata fino al -1-

l'EA7 parte bene, gioca bene su Samardo Samuels (sarà la chiave tecnica della partita) ma Sassari risponde colpo su colpo e trova il primo vantaggio sul 16-11 con un grande Rakim Sanders (10 punti in 6'). I campioni d'Italia rispondono con Gentile ma la squadra di Meo Sacchetti in continuità trova ottime triple, egnando davvero quasi sempre dall'arco allunga fino al 32-24 che chiude il primo quarto. Milano si riavvicina con un 6-0 di Ragland e Samuels ma ancora Sanders (mvp dei suoi, 19 punti in 11' con un irreale 5 su 6 da tre) trova l'ennesima bomba per il 35-30. Milano gioca bene sotto canestro con Samuels (autore di 23 punti) ma la Dinamo è devastante in contropiede e chiude il secondo quarto avanti 53-51.

I milanesi incominciano forte, parziale di 5-0 siglato Brooks ma i biancorossi, torppo aggressivi in difesa, va in bonus subito e a complicare il tutto arriva anche il quarto fischiato a Joe Ragland e Nicolò Melli. La Dinamo piazza un parziale che la riporta subito avanti sul 65-63. Grazie a un meraviglioso MarShon Brooks i biancorossi mettono 9 punti di distanza, ma il professore Kleiza diventa il protagonista del match con quattro bombe in fila e porta l'EA7 fino al 78-95 a 8' dalla fine. Un tecnico fischiato allo stesso lituano, riaccende le speranze per Sassari  che trova un 10-2 di parziale. L'Olimpia però non perde la testa nel finale, che non la chiude con Mecham e Brooks dalla lunetta, Sassari trova due triple con Sosa e Dyson sul -1, ma ormai è troppo tardi: Milano espugna Sassari.


Share on Facebook