Coppa Italia, Milano batte Brindisi e sfiderà Sassari in finale

Ottima prova dell' Ea7 che batte la squadra di coach Bucchi e diciannove anni dopo torna in finale. Domani sfiderà la detentrice del trofeo, che ha superato Reggio emilia per 77-65

Coppa Italia, Milano batte Brindisi e sfiderà Sassari in finale
EA7 Olimpia Milano
76 65
Brindisi
EA7 Olimpia Milano: Brooks, 14, Samuels 13, Moss e Hackett 12.
Brindisi: Denmon 17, Pullen 12, Harper 10.

Milano torna a giocarsi la finale di Coppa Italia dopo diciannove anni: buona prova dei ragazzi di Banchi, dopo lo scempio di ieri, che sopratutto in difesa ottengono il pass per l'ultimo evento della F8. Olimpia all'ultimo atto grazie a due giocatori ritrovati: David Moss e Linas Kleiza. Complimenti a Brindisi che ci ha provato tutto il match, regge, ma a volte sbannda. Milano contiene le folate dell’Enel, facendo valere la maggiore qualità. Per l' Olimpia sono 5 gli uomini in doppia cifra, tra cui anche Moss, piuttosto deludente negli ultimi match. A Brindisi non bastano i 17 di Denmonr, una migliore percentuale da 2, visto che l'Olimpia va in lunetta 27 volte contro le solo 6 di Brindisi. Domani, a Desio, sarà sfida a Sassari, in un remake del quarto dell'anno scorso e della finale di Supercoppa.

La partenza è nel segno di Brindisi che vola subito sul più 7 dopo lo spavento con la Sidigas nei quarti Banchi chiama immediatamente time out. Milano pressa a tutto campo ma è grazie a MarShon Brooks, che segna 8 punti in un amen  portando i suoi avanti anche di 12, sul 30-18  e chiudendo il primo periodo sul 26-16 . Milano sembra gestire bene il vantaggio, ma un tecnico a Bucchi risveglia però l’Enel. LEa7 pasticcia sia in attacco ma soprattutto in difesa e Brinisi con un parziale di 10-0 torna addirittura a mettere il naso avanti sul 33-32 con sei punti filati di Denmon. La squadra di Banchi riesce a mettere una pezza rimendiando al brack Brinidisino e andando negli spogliatoi sul più 3 (36-33).

L'Enel parte con il piede giusto con Eric e Denmon (tripla) che pareggiano a quota 43. David Moss sale in cattedra e porta i suoi sul più 5 costrigendo questa volta Bucchi a chiamare minuto. Milano non molla, continua a spingere, inizia ad impossessarsi del match, alzando la difesa asfissiante. Milano tocca il +9 (56-47) in chiusura di terzo periodo,47-56.. La squadra brindisina non molla e con una tripla di Pullen, tripla di Bulleri e in un amen tornano a -3 (56-53 dopo 48” del quarto periodo). Kleiza fino a quel momento inesistente nel match si sveglia e piazza 5 punti,ma i pugliesi non alzano bandiera bianca e con le triple di Harper e Pullen la riportano a -4 (63-59 a 6’ dalla fine). Ragland e Melli in contropiede fissano il nuovo +10 (71-61) a 3’49” dalla fine e la tripla di Kleiza uccide la partita. Gli ultimi minuti servono solo per fissare il punteggio finale 65-76. Dopo 19 anni Milano torna a giocarsi la finale di Coppa Italia, dove troverà una Dinamo Sassari


Share on Facebook