Basket, scatta la serie A: il programma della prima giornata

Sassari inizia la difesa del titolo contro Cremona, i vice-campioni di Reggio Emilia vanno a Torino. Mercoledì sarà la volta dell'Olimpia Milano, ospite in quel di Trento.

Basket, scatta la serie A: il programma della prima giornata
Basket, scatta la serie A: il programma della prima giornata

Dopo le emozioni che abbiamo vissuto grazie agli Europei, conclusi dalla nostra Nazionale ad un passo dal sogno di giocarsi una medaglia, scatta finalmente il massimo campionato di basket. La prima domenica di ottobre è anche la prima domenica in cui verrà messo in palio il tricolore, portato a casa circa quattro mesi fa dal Banco di Sardegna Sassari, nella splendida e apertissima finale contro la Grissin Bon Reggio Emilia. Andiamo a vedere quali saranno le otto partite in programma a cavallo tra domenica e lunedì.

Partiamo proprio con i campioni d'Italia, che inizieranno la loro campagna di difesa del titolo al PalaSerradimigni contro la Vanoli Cremona. Sfida che sulla carta pone i sardi come formazione favorita per la conquista dei primi due punti stagionali, e che avrà il privilegio di essere anche il primo posticipo serale della domenica con tanto di diretta televisiva. La formazione di coach Meo Sacchetti è cambiata molto, soprattutto per quanto riguarda gli americani, con gli innesti di Haynes, Petway, Alexander e Varnado che vanno ad amalgamarsi con il confermatissimo Logan e con altri ingaggi di qualità, come Rok Stipcevic, Christian Eyenga, Lorenzo D'Ercole e il veterano Denis Marconato. Dall'altra parte Cesare Pancotto punta su una formazione compatta, capace di svolgere un buon pre-campionato con alcune armi importanti a disposizione. Il blocco azzurro, composto da Vitali, Mian e Cusin, si integra alla perfezione con gli ingaggi degli americani Turner, Washington e Southerland, oltre che con il britannico Adegboye e l'ex orlandino McGee.

I finalisti della scorsa stagione, ovvero Reggio Emilia, daranno il loro benvenuto in serie A alla Manital Torino, squadra capace di scalare la A2 con grandi armi a propria disposizione. Confermati Luca Bechi in panchina, e i vari Giachetti, Mancinelli, Fantoni, Rosselli e Miller nel plotone dell'anno scorso, la formazione torinese ha allargato il proprio roster con gli innesti di Dewayne White, Dawan Robinson, Andre Dawkins e Ndubi Ebi, tutta gente che nel massimo campionato può fare grandi cose. Dall'altra parte, il roster a disposizione di coach Menetti è stato in gran parte confermato: le uniche novità riguardano gli ingaggi di altri tre italiani, ovvero Pietro Aradori, Stefano Gentile e Andrea De Nicolao, oltre al bielorusso Veremeenko e al ceco Pechacek. Una squadra interamente europea che punta, ancora una volta, sul lancio e sull'affermazione dei giovani italiani.

Tra le squadre che si giocheranno al canonico orario delle 18.15 di domenica, la più interessante è forse quella tra la Obiettivo Lavoro Bologna e la Umana Reyer Venezia. Da una parte c'è una squadra che vuole ripartire dall'ottavo posto agguantato l'anno scorso, con annessa partecipazione ai playoff; dall'altra parte c'è una compagine che è ripartita bene, tanto da aver messo paura alla EA7 Milano nelle semifinali di coppa Italia. Di sicuro interesse anche la sfida tra la Betaland Capo d'Orlando e l'Acqua Vitasnella Cantù: i siciliani vogliono continuare il processo di crescita con diversi acquisti di esperienza misti a giovani talenti; i brianzoli hanno cambiato molto sul piano del roster a disposizione di coach Corbani, e puntano a confermare un posto ai playoff, ottenuto l'anno scorso.

La Openjobmetis Varese di coach Paolo Moretti punta a stupire tutti, e dopo lo scorso campionato terminato in maniera abbastanza anonima vuole iniziare bene, contro la Pasta Reggia Caserta. I lombardi puntano su alcune certezze, come gli stranieri Galloway, Thompson, Wayns e Shepherd (capocannoniere dell'ultimo campionato di A2), oltre che sugli italiani Ferrero, Campani e soprattutto Cavaliero, con l'idea di andare avanti a fari spenti. I campani, rimasti nella massima serie nonostante una situazione economica non entusiasmante, hanno svolto un pre-campionato abbastanza buono, e punta su diversi giocatori in cerca di riscatto: da Jones a Gaddefors, da Amoroso a Giuri, passando per Dario Hunt, uno dei pivot più dominanti dello scorso campionato.

Due delle squadre che hanno deluso di più l'anno scorso, ovvero la Sidigas Avellino e la Consultinvest Pesaro, si sfideranno domani al PalaDelMauro. Gli irpini puntano sull'esperienza di giocatori come Blums, Leunen, Acker e Taurean Green, affiancati da gente in netta crescita come Riccardo Cervi, Giovanni Pini e l'americano Nunnally, pronto a stupire così come l'esperto lituano Veikalas. I marchigiani, guidati quest'anno da coach Paolini, puntano tutti sui nuovi arrivi D.J. Shelton, Trevor Lacey, Semaj Christon, Maurice Walker e Shaquielle McKissic. Ci si aspetta molto, anche quest'anno, dalla Enel Brindisi, squadra che l'anno scorso è approdata ai playoff e che promette spettacolo anche nell'annata che sta per partire. I rinforzi di punta sono soprattutto Kenneth Kadji e Adrian Banks, affiancati da stranieri di qualità come Scott Durant, Alex Harris e i balcanici Milosevic e Gagic, mentre il pacchetto italiano è guidato da David Cournooh. Di fronte ai pugliesi, al debutto in campionato, ci sarà la Giorgio Tesi Group Pistoia, che punta forte sugli ultimi arrivati Aleksander Czyz e Alex Kirk, con Marcus Thornton e Preston Knowles a fare da attori non protagonisti in un contesto in cui trovano spazio anche Ariel Filloy e Michele Antonutti.

Dulcis in fundo, mercoledì sarà la volta della EA7 Emporio Armani Milano, opposta alla Dolomiti Energia Trentino in quello che è il big match di giornata. Grandi novità in casa meneghina, a partire dal ruolo di coach assunto da Jasmin Repesa: capitan Gentile verrà affiancato quest'anno da giocatori del calibro di Oliver Lafayette, Charles Jenkins, Robbie Hummel e, per quanto riguarda gli europei, Milan Macvan e Krunoslav Simon. Incuriosisce il ritorno in 'rosso' di Lawal, così come l'impatto di Andrea Cinciarini e Jamel McLean. Dall'altra parte, la formazione di coach Buscaglia punta su una rosa completa in tutti i ruoli: regia affidata a Peppe Poeta, con Sunders, Sutton, Lockett e Wright a formare un poker americano niente male. E poi c'è il solito spazio concesso ai giovani, come Pascolo, Baldi Rossi e soprattutto Flaccadori, attesissimo dopo un ottimo Europeo Under 20.

La palla a spicchi tornerà dunque a rimbalzare sui parquet di tutta Italia. La caccia al tricolore di Sassari scatta nel primo weekend di ottobre, tra sorprese e squadre in cerca di riscatto.  L'appuntamento con il tricolore è fissato per il mese di maggio del 2016.


Share on Facebook