L'EA7 Milano stravince il derby contro Varese

Milano domina il derby contro l'Openjobmetis Varese (90-62) e conquista i primi due punti del campionato

L'EA7 Milano stravince il derby contro Varese
EA7 Milano
90 62
Openjobmetis Varese
EA7 Milano: McLean 12, Lafayette 11, Gentile 7, Amato 3, Cerella 6, Macvan 7, Magro, Cinciarini 5, Jenkins 4, Hummel 17, Lawal 7, Simon 11. All. Repesa
Openjobmetis Varese: Davies 9, Faye 9, Ukic 12, Varanauskas 8, Molinaro 2, Cavaliero 3, Sheperd 7, Campani 4, Ferrero, Pietrini ne, Thompson 8, Galloway ne. All. Moretti

L'Olimpia Milano domina il derby contro l'Openjobmetis Varese (90-62) e conquista i primi due punti del campionato. L' 'EA7 finalmente ha mostrato qualcosa di sostanzioso: nervosa e incerta all’inizio, in difficoltà nei primi 15 minuti, convincente nella seconda metà di gara.  Tante note positive per coach Jasmin Repesa che trova quattro uomini in doppia cifra, ma soprattutto trova buone prestazioni dai giocatori più discussi ed in difficoltà, come Lafayette e Hummel. Varese ha giocato una buona partita fino a quando ha avuto energia, ma sono evidenti i limiti del roster, nonostante il buon debutto di Ukic e in classifica rimane ancora al palo .

Varese parte subito bene, 7-0 di parziale con Faye e Cavaliero, ma dall’altra parte Gentile sblocca con un gioco da 3 punti . Sono comunque gli ospiti a fare la partita, Ukic Faye e Davies portano i prealpini sul +9 (7-16 al 5’) . L'Ea7 fatica a trovare la via del canestro e perde troppi palloni. L’asse Gentile- Mclean, colmano in parte, il parziale varesotto,con Jenkins già a quota 3 falli, entra  Lafayette. Ed è proprio l’ex Olympiacos a  mettere 5 punti in fila  riportando così Milano  sotto solo di due lunghezze, 14-16 con Moretti costretto a chiamare time out. Simon pareggia a quota 18.  Varese con facilità trova il canestro dalla lunga distanza, Milano si rende pericolosa solo con la Lafayette. Gli ospiti chiudono sopra di due lunghezze il primo quarto di gioco, 21-23, con l'ex Oly a quota 8 punti. Varese segna  il primo canestro del secondo quarto, dall’altra parte risponde Cerella, uno degli ex di giornata, su assist di Lawal.  Ukic da una parte, Cinciarini dall'altra segnano dalla lunga distanza, Milano impatta con Simons il risultato 29-29. La gara resta equilibrata per molti minuti, ma poi la squadra di casa si fa valere sotto canestro, prima con  McLean poi con Lawal, provando a scappare, 40-35 e Moretti chiama immeditamente time out.  Varese prova a metterci una pezza con Ukic e Faye, ma Gentile e Simon mandano l' Olimpia negli spogliatoi avanti di otto lunghezze, 48-40.

L'Ea7non si volta più indietro, proseguendo anche in avvio di ripresa il parziale cavalcando anche un buonissimo Lawal: dominante a rimbalzo, stoppa tutto e spinge l’Olimpia oltre la doppia cifra di vantaggio, +14 (57-43 al 24’).  La squadra di casa continua a segnar,e Varese torna a muovere la retina; antisportivo, forse un po’ troppo eccessivo fischiato a  McLean, conduce Repesa a chiamare time out a 3 minuti dal termine con Milano sopra di 62-49. Varese torna sotto di 9 lugnhezze, ma Hummel finalmente si sblocca e con otto punti consecuitivi  spezza definitivamente la partita. L’Ea7 tocca anche il più 26 (80-54) con  Repesa che fa esordire sia il giovane play Amato e Magro. Gli ultimi minuti di gara relegati alla più classica delle passerelle e servono solo per fissare il punteggio finale, 90-62 . L’Olimpia vincer il derby contro l’Openjobmetis che sanziona nettamente la superiorità dei milanesi,  prova corale degli uomini di Repesa che convincono e divertono il pubblico amico. 


Share on Facebook