Legabasket, quarta giornata: Pistoia scopre Blackshear e vola in vetta

Grazie ai punti di Wayne Blackshear, Pistoia conserva l'imbattibilità e si piazza da sola in vetta alla classifica. Pesaro e Cantù colgono i primi successi, mentre Reggio Emilia crolla contro Capo d'Orlando.

Legabasket, quarta giornata: Pistoia scopre Blackshear e vola in vetta
Legabasket, quarta giornata: Pistoia scopre Blackshear e vola in vetta

Wayne Blackshera può vantare un titolo NCAA conquistato con i Cardinals di Louisville nel 2013. In quella stagione, l'ala di Chicago viaggiò a poco più di 7 punti di media, mentre il suo bottino nelle prime 3 gare con Pistoia si era fermato a 12 punti complessivi. Dopo un unizio da tregenda, contro Avellino sono proprio i punti di Blackshear a permettere il successo in rimonta, che garantisce a Pistoia un inaspettato primo posto in beata solitudine. Con i successi di Cantù e Pesaro, non ci sono più squadre in cerca del primo sorriso. Domani sera, posticipo tra Varese e Sassari. 

+ & -

+ 12 punti nelle prime 3 giornate, con 0/7 dalla lunga distanza: Wayne Blackshear si riscatta contro Avellino con i 23 punti che consentono a Pistoia di conquistare il primo posto in solitaria.Awudu Abass nelle prime 3 giornate aveva prodotto 6.3 punti di media, ma con 5/18 da 2 e 1/8 da 3. La straordinaria performance contro Torino vale la prima vittoria per Cantù.

- 0/6 al yito, 2 perse, -3 di valutazione per Kenny Hasbrouck: i parquet della Serie A sono più duri di quellli della A2. A Ferrara viaggiava a 20 punti di media, a Cantù nelle prime 4 giornate è fermo a 5 punti di media con 2/14 nel tiro da 2.Maurice Walker continua a essere un oggetto misterioso per Pesaro. Mai in doppia cifra, contro Bologna prende 1 solo tiro in 21 minuti di utilizzo, in cui si fa notare solo per i 5 falli realizzati. Allan Ray è imprescindibile per la Virtus, ma se chiude con 3/18 al tiro e 4 perse...

Enel Brindisi - Dolomiti Energia Trentino 71-81 (12-21, 20-24, 21-20, 18-16)

Banks 17 (4/6, 2/5, 3/4), Scott 5, Cournooh 12, Harris 11, Cardillo 2, Milosevic 4, Gagic 5, Zerini 7, Kadji 8
Sanders 16 (3/5, 3/6, 1/2), Pascolo 14, Poeta 1, Baldi Rossi 10, Forray 7, Flaccatori 2, Sutton 8, Lockett 12, Lechthaler, Wright 11

L'assenza di Reynolds è troppo pesante per Brindisi, che subisce il primo ko in casa schiantandosi contro la solidità del gioco di Trento. Gli ospiti chiudono già il primo tempo con un vantaggio in doppia cifra, grazie alle triple di Sanders, alla forza di Pascolo e alla vitalità di Lockett. Con Harris alle prese con le polveri bagnate e Kadji che non ripete l'exploit di Sassari, il solo Banks riesce  a limitare i danni e a illudere i suoi con la tripla del -7 a 3 dalla fine, ma Trento chiude con un parziale di 7-4 controllando agevolmente gli ultimi minuti. 

Acqua Vitasnella Cantù - Manital Torino 80-70 (17-21, 20-17, 16-20, 27-12)
Abass 26 (3/6, 5/9, 5/5), Berggren 4, Heslip 16, Laganà 2, Ross 14, Zugno, Wojciechowski 5, Cesana 2, Hall 9, Tessitori, Hasbrouck 2
Ivanov 18 (7/11, 1/3, 1/4), Giachetti 4, Rosselli, Fantoni 1, Robinson 16, Dawkins 7, Miller 8, Ebi 16 + 14 rimbalzi

Al quarto tentativo arriva la prima vittoria per Cantù, spinta dalle triple di Abass e del solito Heslip. Pur dominando in area (47 rimbalzi contro 36, 18-9 quelli in attacco) con i 34 punti del duo Ivanov-Ebi, Torino soffre terribilmente con gli esterni: Dawkins sparacchia da oltre l'arco (1/5), Miller sta pagando dazio nel salto di categoria. il pur buon Robinson (16 punti, 9 rimbalzi, 5 assist) si eclissa nell'ultimo quarto (2 punti e 2 perse) concedendo al duo Abass - Heslip (21 punti negli ultimi 10 minuti) di portare a casa i primi 2 punti.

Umana Venezia - Vanoli Cremona 73-51 (15-14, 20-7, 12-12, 26-18)
Owens 18 (8/12, 2/2 ai liberi), Tonut 12 (4/4 da 3), Goss 3, Bramos 6, Jackson 6, Criconia, Green 9, Ruzzier 2, Ress 2, Simioni, Ortner 6, Viggiano 9
McGee 10, Southerland 7, Adegboye 7, Mian 3, Gaspardo, Cusin 8, Cazzolato 5, Washington 2, Biligha 3, Turner 6

Partita senza storie, con Cremona che resiste soltanto per 10 minuti aggrappandosi a Cusin. L'ottima difesa della Reyer, registrata da Ress, e l'ordinata regia di Green di cui beneficia Owens, non lasciano scampo alla Vanoli, troppo imprecisa al tiro per poter impensierire gli avversari. Venezia tocca il +30, ridotto negli ultimi attimi di gara da un'8-0 firmato da Southerland e Ogooluwa.

Giorgio Tesi Group - Sidigas Avellino 76-70 (17-28, 24-13, 18-10, 17-19)
Blackshear 23 (5/7, 2/4, 7/7), Knowles 11, Antonutti 5, Lombardi 4, Filloy 4, Severini 2, Czyz 8, Krik 15, Moore 4
Veikalas 5, Acker 15, Leunen 12, Green 11, Cervi 8, Nunnally 9, Pini, Buva 4, Blums 6

Pistoia supera anche l'ostacolo Avellino e resta a punteggio pieno. L'ottimo avvio degli irpini, che si portano sul 17-2, non intacca la fiducia degli uomini di Esposito. Wayne Blackshear, il più deludente nelle prime 3 partite e richiamato in panca dopo 3 perse, si trasforma da anatroccolo in cigno e guida l'inesorabile rimonta dei padroni di casa. Pistoia si porta sul +8 a inizio ultimo quarto, Avellino rientra con 2 triple del discusso Leunen, ma ancora una volta sale in cattedra Blackshear, che chiude i giochi con la tripla del 72-65.

Consultinvest Pesaro - Obietivo Lavoro Bologna 68-63 (23-7, 8-22, 21-10, 16-24)
Christon 21, McKissic 15, Lacey 15, Shelton 5, Basile, Gazzotti 4, Candussi, Walker, Ceron 8
Vitali 12, Cuccarolo, Gaddy 14, Williams, Fontecchio 7, Mazzola 10, Odom 11, Ray 9

Altalena nel punteggio e negli orrori...Alla fine, Pesaro fa meno peggio della Virtus (che chiude con 31% da 2 e il 22% da 3) e guadagna il primo successo stagionale. L'assenza di Pittman e le cattive condizioni di Ray sono un fardello troppo pesante per Bologna, che scivola a -20 a fine terzo periodo. Gaddy e Vitali provano a imbastire la rimonta, ma nell'ultimo periodo Christon e Ceron difendono il successo.

Pasta Reggia Caserta-EA7 Armani Milano 70-80

Cinciarini 20, Downs 15, Amoroso 13
 Simon 16, Gentile 13, Lafayette 11

L’Olimpia Milano passa anche a Caserta (80-70)  dopo una gara rimasta apertissima fino al finale e conquista la terza vittoria consecutiva in campionato, portandosi al secondo posto in classifica.  Milano ha faticato per tre quarti per avere ragione della Pasta Reggia che all’inizio ha tenuto a bada l’Olimpia che nel finale ha difeso con aggressività e avuto le triple di Lafayette e Simon per chiudere la sfida.  L'Ea7  alla seconda trasferta in Campania (lunedì sera aveva giocato e vinto ad Avellino), ha sfruttato anche le assenza in casa Caserta di Bobby Jones e di Peyton Siva. Per Caserta uno scatenato Daniele Cinciarini (20 punti alla fine)

Betaland Capo d'Orlando - Grissin Bon Reggio Emilia 68-62

La cronaca di Vavel 

Classifica Pistoia 8, Venezia, Capo d'Orlando, Trento, Reggio Emilia 6, Milano 6, Brindisi, Sassari 4, Cremona, Cantù, Avellino, Varese, Torino, Caserta, Pesaro, Bologna 2

Prossimo turno
Cantù - Brindisi
Reggio Emilia - Pesaro
Milano - Pistoia
Avellino - Trento
Capo d'Orlando - Varese
Torino - Cremona
Sassari - Venezia
Bologna - Caserta


Share on Facebook