Serie A Beko - Pistoia rimonta e batte Pesaro (77-75)

Dopo un primo tempo praticamente inesistente, Pistoia torna in partita nel 3° quarto e completa la rimonta nell'ultima frazione. Pesaro si può rammaricare della grande occasione sprecata dopo gli ottimi primi 20 minuti di partita.

Serie A Beko - Pistoia rimonta e batte Pesaro (77-75)
Serie A Beko - Pistoia rimonta e batte Pesaro (77-75) (foto CiamCast)
Pistoia
77 75
Pesaro
Pistoia: Moore 16 (2/4;3/7;3/4) Antonutti 11 (0/3;3/4;2/3) Lombardi 8 (4/5;0/1) Filloy 2 (1/1;0/4) Czyz 14 (3/6;1/3;5/8) Di Pizzo Galli Knowles 2 (1/4;0/4) Mastellari Kirk 14 (3/8;0/1;8/10) Blackshear 10 (4/6;2/3 TL) Severini
Pesaro: Ceron 7 (2/2 3P;1/2 TL) Shepherd 14 (3/6;2/2;2/2) Christon 6 (3/7;0/1) Gazzotti 4 (2/2;0/3) Daye 25 (9/16;1/7;4/7) Basile (0/1 3P) Lydeka 2 (1/1) Solazzi Candussi 2 (1/1) Lacey 15 (2/7;2/7;5/6)
SCORE: 11-22; 28-42; 56-61. Tiri da 2p: Pistoia (18/37) Pesaro (21/40). Tiri da 3p: Pistoia (7/24) Pesaro (7/23). Tiri liberi: Pistoia (20/28) Pesaro (12/17). Rimbalzi: Pistoia 34 Pesaro 37

Una partita che ha vissuto in sè stessa due mini - sfide, entrambe della durata di 20 minuti: nella prima Pesaro parte fortissimo sorprendendo Pistoia e scappando sul 0-16; poi i toscani riescono a rendere la prima frazione un pò meno disastrosa con un recupero che li porta a chiudere il primo quarto sull'11-22; i secondi 10 minuti non vedono un miglioramento della squadra di casa, ma anzi una costanza di rendimento in entrambe le metà campo per la compagine pesarese; a questo punto per la formazione toscana non rimaneva che uscire dall'intervallo completamente trasformati, altrimenti la partita poteva dirsi già finita; gli uomini di Esposito realizzano ben 28 punti e tornano nel match; nell'ultima frazione grande equilibrio, poi nel finale i tiri dalla lunetta fanno la differenza a favore dei pistoiesi. Per la squadra di casa è la terza vittoria consecutiva, mentre Pesaro non vince da ben 4 partite. La Giorgio Tesi Group raggiunge Cremona e Reggiana in seconda posizione a 24 punti. La Consultinvest invece non si schioda dall'ultimo posto con 10 punti. I top - scorer dell'incontro sono: Moore (16), Czyz e Kirk (14), Antonutti (11) e Blackshear (10) per i padroni di casa; Daye (25), Lacey (15) e Shepherd (14) per Pesaro.

Pesaro impone da subito un ritmo impressionante al match: 6-0 in 3 minuti, grazie ai canestri di Daye ( 4 punti ) e Lydeka. Esposito ferma il gioco per cercare di svegliare i suoi da questo torpore iniziale. Il minuto di sospensione non porta i suoi frutti, infatti Shepherd realizza 8 punti consecutivi ( 2 triple e 2 tiri dall'area ). Il primo canestro dei toscani arriva dopo 5 minuti con la schiacciata di Knowles. Kirk appoggia a canestro e Paolini chiama il time-out in quanto non vuol vedere Pistoia tornare in partita. In uscita dal minuto di sospensione Christon riallunga, poi negli ultimi sessanta secondi di frazione lo stesso play marchigiano e Moore realizzano con due piazzati. Primo quarto dominato da Pesaro che con un 16-0 di parziale sorprende Pistoia. La squadra pistoiese riesce a recuperare nella seconda metà del quarto portandosi ad 11 lunghezze di svantaggio.

Lombardi segna 4 punti consecutivi accorciando le distanze, ma Ceron realizza due triple consecutive fissando il punteggio sul 15-28. Pesaro è molto più presente dal punto di vista mentale e lo dimostra con la stoppata di Daye su Kirk. Sul 18-32 Esposito ferma il gioco sperando di dare la scossa giusta ai suoi. Daye però segna ancora dal pitturato, ma per Pistoia c'è Ceron a mantenere vive le speranze di rimonta con un canestro da oltre l'arco. Kirk prima riduce lo svantaggio a 9 punti (23-32), poi in uscita dal minuto di sospensione chiamato da Paolini, si fa fischiare un tecnico. Pesaro torna a segnare con la tripla di Daye, Blackshear però con un piazzato riporta il vantaggio dei marchigiani sotto i 10 punti. La tripla di Lacey ed il canestro di Czyz chiudono il quarto sul 28-42 per gli ospiti. La Consultinvest merita il vantaggio accumulato, Pistoia invece non è ancora entrata in partita.

Daye apre il secondo tempo con un ottima penetrazione a canestro, ma dall'altra parte Moore realizza tre triple consecutive riportando Pistoia a -6. Paolini chiama il time-out per fermare il buon momento dei toscani. I padroni di casa chiudono le linee di difesa con Czyz e Lombardi che stoppano Daye e Lacey. Lydeka reagisce ad un fallo fischiatogli e gli arbitri assegnano al centro svedese un tecnico. Daye prova a riallungare con un piazzato, ma Antonutti da oltre l'arco riporta i pistoiesi a -4. Lacey realizza 5 punti consecutivi, ma è ancora l'ala toscana ( Antonutti ) a mantenere in partita i suoi con una tripla. Lombardi schiaccia fissando il punteggio sul 49-53. Moore e Blackshear chiudono il quarto sul 56-61. La Giorgio Tesi Group riesce a riaprire la sfida grazie ad una terza frazione da 28 punti. Non poteva fare altrimenti il roster di Esposito, considerata la disastrosa prestazione vista nel primo tempo. Entrambe le squadre hanno la possibilità di vincere, anche se Pesaro sembra avere qualcosa in più.

Czyz apre l'ultima frazione segnando due liberi. Christon realizza dall'area siglando i primi due punti per la sua squadra in questi ul timi 10 minuti. Paolini vede i suoi uomini non brillanti come nelle precedenti azioni ed allora ferma il gioco. Blackshear con un piazzato firma il sorpasso dei padroni di casa, che per la prima volta vanno in vantaggio. Ceron fa 1/2 ai liberi riportando la sfida in parità. Daye realizza dall'area fissando un nuovo sorpasso per la Consultinvest, Esposito chiama il time-out per non vedere nuovamente scappare gli avversari. Lombardi schiaccia per il +1 Pistoia a meno di 5 minuti dal termine. Lacey dalla lunetta impatta a quota 67. La partita va avanti con i tiri liberi, Kirk fa 4/4, Daye 2/2, poi Antonutti con i piedi dietro la linea dei tre punti mette a segno una tripla. Gazzotti schiaccia per il -1 di Pesaro (74-73). A 60 secondi dal termine Esposito chiama il time-out per organizzare al meglio gli ultimi momenti della sfida. In uscita dal minuto di sospensione Shepherd porta avanti Pesaro ed il coach di casa è costretto a fermare nuovamente il gioco. Kirk fa 2/2 dalla lunetta e Paolini chiama il time-out. Blackshear stoppa Daye, poi Moore realizza un solo tiro libero chiudendo la partita sul 77-75.


Share on Facebook