Italia all'esame Filippine, tra conferme e nuovi innesti

Stasera a Bologna - al PalaDozza - gli azzurri di Messina sfideranno le Filippine per la semifinale dell'Imperial Basketball City Tournament. Per Messina l'obiettivo di valutare i nuovi innesti.

Italia all'esame Filippine, tra conferme e nuovi innesti
Italia all'esame Filippine, tra conferme e nuovi innesti

Penultima apparizione dell'Italia di Ettore Messina prima dell'inizio del torneo preolimpico che andrà in scena a partire da lunedì 4 luglio a Torino. Questa sera - al PalaDozza di Bologna - gli azzurri sfideranno le Filippine nella seconda semifinale dell'Imperial Basketball City Tournament (la prima sfida vedrà opposte Cina e Canada dalle 18). Ultimi esperimenti per il vice allenatore dei San Antonio Spurs in vista dell'inizio del torneo torinese, con gli ultimi innesti - arrivati ad inizio settimana - da valutare nel nuovo sistema di gioco.

Dopo gli ottimi indizi lanciati dalla nazionale sperimentale in quel di Trento, saranno i Gentile, Aradori, Melli, Della Valle e compagni impegnati nelle finali dei rispettivi campionati a doversi dimostrare all'altezza di chi ha lasciato loro il posto, inserendosi fin da subito nei meccanismi apparentemente già rodati del tecnico catanese nello scorso torneo. Test importante - contro una squadra di non primissimo livello - per valutare l'alchimia tra chi lavora da tempo su schemi offensivi e difensivi e chi - invece - è riuscito solo negli ultimi giorni a leggere e studiare il sistema Messina. 

Nella giornata di ieri, alla vigilia della semifinale, le parole di Marco Belinelli, Daniel Hackett e Peppe Poeta. Si parte da quelle della guardia che ha appena firmato per Charlotte: "Qui a Bologna giocheremo un torneo contro squadre di livello. Cercheremo di giocare e difendere insieme per farci trovare nelle migliori condizioni possibili quando saremo a Torino. Quest’anno siamo molto carichi, se possibile anche più dell’anno scorso perché l’obiettivo è davvero enorme. A differenza degli anni passati, giocheremo in casa un torneo importante e dovremo sicuramente rimanere calmi, con i piedi per terra e dare il massimo. In questa squadra dobbiamo e vogliamo aiutarci a vicenda. In attacco stiamo giocando bene grazie ai movimenti con e senza palla e dobbiamo continuare così. Tornare al PalaDozza dopo 9 anni è stato incredibile: un tifo unico e dei ricordi molto positivi. Ho avuto i brividi dall’inizio alla fine". 



Giuseppe Poeta è tornato sull'inserimento dei nuovi giocatori: "Abbiamo lavorato tanto, inserito i nuovi e ora vogliamo farci trovare pronti per Torino. Stiamo acquisendo consapevolezza ma dobbiamo rifinire i dettagli: sono quelli che fanno la differenza per il grande passo, l’ultimo gradino verso Rio. Io ho tanta esperienza ma altri ne hanno anche più di me avendo giocato in NBA e Eurolega. Gran parte di questo gruppo è cresciuto assieme e adesso molti di noi sono maturi. Siamo molto amici anche fuori dal parquet e nei momenti di difficoltà questo ci aiuta". Ed infine Hackett: "Il dito sta meglio. Arrivo motivato da un Europeo con alti e bassi. Lo scorso anno è andata bene dal punto di vista del gruppo e di alcune partite. Peccato per il risultato finale. Ora sono sereno e lavoro duro, l’esperienza in Grecia mi ha dato molto. Ho avuto un allenatore duro che pretende molto e con lui e gente come Spanoulis e Printezis non si può far altro che crescere. Avremo pressione giocando il Pre Olimpico in casa? Anche al campetto, quando devi vincere, c’è pressione. E’ il nostro lavoro. Stiamo lavorando e ci stiamo preparando". 

I roster (fonte Fip.it)

Il programma del torneo

Sabato 25 giugno, ore 18.00 CANADA-CINA Diretta Sky Sport3 HD 
Sabato 25 giugno, ore 20.45 ITALIA-FILIPPINE Diretta Sky Sport2 HD 
Domenica 26 giugno, ore 18.00 FINALE 3°-4° POSTO Diretta Sky Sport2 HD 
Domenica 26 giugno, ore 20.45 FINALE 1°-2° POSTO Diretta Sky Sport 2 HD

Lega Basket