Basket- Haynes e Filloy sono glaciali: Venezia trionfa su Cremona

Venezia rischia grosso sul finale, ma riesce a fare bottino pieno di fronte al pubblico amico, con una grande prova dei due playmaker, che abbattono la Vanoli Cremona a suon di triple.

Basket- Haynes e Filloy sono glaciali: Venezia trionfa su Cremona
VENEZIA
81 73
CREMONA
VENEZIA: Venezia Haynes 15, Hagins 6, Ejim 12, Peric 5, Bramos 6, Tonut 8, Visconti ne, Filloy 15, Ress 0, Ortner 4, Viggiano 0, McGee 10.
CREMONA: Cremona Amato 2, Mian 0, Gaspardo 4, Wojciechowski 0, Biligha 21, Turner 6, York 2, O. Thomas 9, T. Thomas 6, Holloway 23.

La Reyer Venezia si mette alle spalle le tre sconfitte consecutive tra campionato e coppa della scorsa settimana, ottenendo la seconda vittoria in pochi giorni, battendo una Vanoli mai doma e coraggiosa, grazie alle due importanti prove balistiche di Haynes e Filloy. Proprio i due playmaker veneziani danno il colpo del KO a Cremona nell’ultimo quarto, con triple pesantissime che rispediscono al mittente i tentativi di rimonta degli ospiti. Venezia sale a quota sei punti, nel gruppone dei playoff, mentre Cremona è ancorata nei bassifondi della classifica, con solo una vittoria in cinque gare.

Alla palla a due è Cremona a portarsi sul 2-5 con i punti di Holloway, ma i lagunari rispondono colpo su colpo, grazie al duo americano Hagins e McGee, andando in vantaggio a metà quarto con il punteggio di 8-7. Venezia prova ad andare in fuga, con Hagins che schiaccia sul +3, imitato da McGee, prima del canestro di Thomas che vale il -1, tuttavia l’inerzia è in mano dei veneti, che volano sul +5 con i liberi di Haynes e la tripla di Filloy nell’ultimo giro di lancetta, chiudendo il primo quarto con il canestro di Ejim, per il 25-18. Nel secondo quarto, apre subito Ariel Filloy dall’arco, con la bomba del +10 (28-18), mentre l’altro ex di serata, Peric, punisce gli ospiti con un canestro più fallo, seguito a ruota dall’ennesima tripla di Filloy ed è 9-0 per la Reyer dopo tre minuti. Holloway impedisce l’affondamento della barca, caricandosi sulle spalle la squadra: la reazione di Cremona si traduce in un 2-8 di parziale ed è 36-26, con tutti i punti realizzati dal numero cinquantadue della Vanoli. Cremona non perde il treno e rientra in scia, Biligha e Holloway gelano il Taliercio, portandosi sul -6, ma arriva subito la reazione degli orogranata, con la tripla di Ejim e il jumper di Haynes, che vale il +11 ad un minuto dall’intervallo (43-32), punteggio con cui si chiude il primo tempo.

Al rientro sul parquet, l’Umana trova il +13 con McGee, ma improvvisamente si spegne la luce: Cremona, sospinta dal duo Thomas-Biligha, sfrutta diversi errori dei lagunari in attacco e si riavvicina sul -6, costringendo De Raffaele a chiamare il timeout. La reazione veneziana è firmata da Filloy, infallibile dalla lunga distanza, con la sua quarta tripla in altrettanti tentativi, seguito da Tonut e Peric, che siglano il +10, a quattro minuti dalla terza sirena. La Vanoli riesce a limitare il gap dalla lunetta, con Amato e Holloway, mentre Venezia ripaga con la stessa moneta, mantenendo il +9 a pochi possessi dalla fine del terzo parziale, chiuso sul 62-55 con il contropiede di Thomas. Nell’ultimo incandescente quarto, Biligha apre con una schiacciata, ma Filloy è letale dall’arco, tuttavia è la Vanoli a fare la voce grossa, toccando il -1 con la tripla di Thomas (66-67). A metà quarto, Haynes ridà linfa e ossigeno, con una tripla di vitale importanza, bissando anche al ritorno dal timeout, seguito da Ejim ed è +10 dei veneti a tre minuti dalla sirena. Bramos chiude definitivamente i conti, con la sua bomba del +12 nell’ultimo minuto, la partita si chiude sull’81-73 per la Reyer.

Lega Basket