Trento cade nei minuti finali, Reggio si porta sul 4-1

Dopo essere stata davanti per quasi 37 minuti, Trento si piega a Reggio Emilia e ad uno straordinario Aradori. Fatale l'ultimo quarto e in particolare il rimbalzo finale di Cervi sul libero sbagliato da De Nicolao.

Trento cade nei minuti finali, Reggio si porta sul 4-1
Dolomiti Energia Trento
80 84
Grissin Bon Reggio Emilia
Dolomiti Energia Trento: Lighty 20 - Jefferson 13 - Craft 10 - Baldi Rossi 10 - Gomes 7 - Forray 6 - Flaccadori 6 - Hogue 4 - Moraschini 4 - Lechthaler 0 - Bernardi NE - Lovisotto NE
Grissin Bon Reggio Emilia: Aradori 26 - Cervi 20 - Della Valle 12 - Lesic 10 - Needham 10 - Polonara 5 - De Nicolao 1 - James 0 - Bonacini 0 - Strautins 0

Una sfida che lo scorso anno era stata ricorrente tra Campionato ed Eurocup quella tra la Dolomiti Energia Trentino e la Grissin Bon Reggio Emilia.
Quest'anno però entrambe le squadre hanno dovuto rinunciare alla competizione europea per via della FIP e si ritrovano una di fronte all'altra in campionato. Entrambe ripartono da un record di 3-1 derivante da una sconfitta alla prima giornata, seguita da tre vittorie consecutive.
Tra le fila di Reggio Emilia manca Stefano Gentile, mentre coach Buscaglia può contare sull'intero organico.

Reggio Emilia parte con Della Valle in regia, Needham e Aradori sugli esterni con James e Cervi nel pitturato. Solo panchina inizialmente per Lesic e Polonara.
Trento risponde con un quintetto composto da Craft, Flaccadori, Lighty, Baldi Rossi e Jefferson.

Nel primo quarto la partita è alla pari. Parte meglio Trento che trova subito Jefferson e Lighty on fire, ma Reggio Emilia regge il colpo grazie a Cervi. E' l'ingresso di Lesic che però da' nuova linfa alla manovra di Reggio Emilia che realizza un bel break per portarsi avanti e chiudere il quarto sul 22-18.

Nel secondo parziale parte fortissimo Trento. Break di 17-3 e risultato che recita 35-25. L'uomo del momento è il portoghese Gomes, che entrato dalla panchina velocizza la manovra e mette in difficoltà la difesa di Reggio Emilia. Cervi e Aradori tengono a galla Reggio Emilia e accorciano le distanze, ma è Lighty che cerca di respingere il ritorno degli emiliani. L'azione di Reggio Emilia funziona a metà, infatti Trento chiude un magistrale secondo quarto da 30-22, ribaltando il piccolo svantaggio del primo quarto e chiudendo avanti il primo tempo 48-44.

Nel terzo quarto la partita è nuovamente alla pari, Reggio cerca di annullare il vantaggio di Trento, ma i trentini riescono a tenere il vantaggio soprattutto grazie al gran lavoro di Lighty e Baldi Rossi.

Nel quarto quarto Trento rimane avanti fino a 3 minuti dal termine, poi sale in cattedra Della Valle che annulla il vantaggio e porta avanti Reggio Emilia. I padroni di casa non riescono più a rispondere agli avversari e da 74-73 si ritrovano sotto 74-79. Buscaglia prova a scuotere i suoi chiamando timeout, la routine dei liberi dura fino al 80-82. Dopo aver messo il primo libero, De Nicolao sbaglia il secondo. Il suo compagno Cervi però è il più veloce a catturare il rimbalzo. Trento è costretta a commettere fallo, ma il centro di Reggio fa 2/2 e chiude definitivamente la partita 80-84. Eccezionale l'ultimo quarto di Reggio Emilia 24-16, che decide la partita. Grande cuore per Trento che ha pagato un passaggio a vuoto che si è rivelato pesantissimo.

MVP del match è Aradori, che ha trascinato i suoi alla vittoria con 24 punti, 7 rimbalzi e 6 assist. Chiudono in doppia cifra anche Cervi (20 punti), Della Valle (12), Needham (10) e Lesic (10). Tra le fila di Trento ottima la prestazione di Lighty (20 punti e 3 palle rubate) e lodevole anche quella di Jefferson (13 punti e 13 rimbalzi oltre a 3 palle rubate). 


Share on Facebook