Basket, serie A: Capo d'Orlando da sogno, battuta anche Pistoia

Quarta vittoria consecutiva in casa per la Betaland, che surfa l'onda di Archie e Stojanovic (39 punti in due) e supera di slancio la formazione di coach Esposito.

Basket, serie A: Capo d'Orlando da sogno, battuta anche Pistoia
Basket, serie A: Capo d'Orlando da sogno, battuta anche Pistoia

Nell'emergenza si vince, e con le vittorie si sogna. La Betaland Capo d'Orlando stende anche la Giorgio Tesi Group Pistoia davanti ai propri tifosi, centrando la quarta vittoria consecutiva davanti al proprio pubblico e mantenendo intatte le chances di qualificazione per le Final Eight di coppa Italia. Prestazione maiuscola di tutta la squadra, che continua a concedere pochi punti al PalaFantozzi (solo 64 quelli realizzati dalla squadra dell'ex Esposito), con la ciliegina derivata dalle appena dieci segnature concesse ai toscani nel quarto conclusivo. Quattro giocatori in doppia cifra, con il "ventello" per Dom Archie e uno Stojanovic finalmente incisivo sui due lati del campo.

Archie apre le danze da tre punti e si mette sulle spalle la Betaland in avvio di gara, dall'altra parte Pistoia parte piano per poi crescere con Magro e Roberts. La prima tripla di Diener riporta avanti Capo a metà quarto (11-8), poi inizia a serpeggiare un po' di nervosismo e gli ospiti ne approfittano per un parziale di 7-0. Vantaggio firmato Moore, poi torna a segnare Archie prima di un nuovo mini-parziale pistoiese: il canestro di Okereafor vale il 19-22 di fine quarto. Il secondo quarto vede sul parquet una nuova Orlandina, anzi la vecchia Orlandina. Pistoia mette altri tre punti, poi è 8-0 Betaland con il solito apporto di Iannuzzi. La temperatura sale, Diener torna a sparare da fuori e dà il là ad un nuovo parziale di 9-0 che vale l'allungo dei paladini, in cui si inserisce anche Fitipaldo. Moore blocca l'emorragia ospite, poi ci provano Lombardi e Boothe a riavvicinare i toscani ma Iannuzzi e il play uruguaiano non sono dello stesso avviso. A metà gara è 41-32 Capo.

Si torna dagli spogliatoi e Stojanovic aggiorna il massimo vantaggio Capo sul +11, poi Pistoia reagisce con Boothe. Ancora il serbo piazza la bomba che precede il primo canestro dal campo di Petteway. Archie continua a dominare sotto i due canestri e firma un parziale di 5-0 con and-one incorporato, poi i toscani infilano un paio di energia e si riavvicinano, costringendo Di Carlo al timeout. La tripla di Diener interrompe solo parzialmente il momento favorevole della Giorgio Tesi, che torna sul -9 con Lombardi e si avvicina ulteriormente con Moore (prima tripla di squadra). Finale di terzo quarto convulso, segnano Tepic e Stojanovic e Magro: il tempo scade sul 62-54. L'ex milanese firma anche il -6, poi Capo torna a lavorare alla grande in difesa e ritrova il miglior Fitipaldo: due bombe in fila e Betaland che torna sul +12. Pistoia alza l'aggressività, Stojanovic avverte il pericolo e cancella Antonutti, catechizzando poi il PalaFantozzi, poi l'Orlandina perde altri palloni e non riesce ad "ammazzare" la partita, prima di un altro canestro pesantissimo del serbo. Poi Iannuzzi firma il +17, Petteway continua a lottare ma Fitipaldo piazza il punto esclamativo.

BETALAND CAPO D'ORLANDO - GIORGIO TESI GROUP PISTOIA 79-64 (19-22, 41-32, 62-54)

CAPO D'ORLANDO - Fitipaldo 13, Laquintana, Diener 9, Perl, Stojanovic 19, Tepic 6, Archie 20, Iannuzzi 12, Nicevic ne, Egwoh ne, Galipò ne, Carlo Stella ne.

PISTOIA - Petteway 8, Moore 11, Roberts 6, Boothe 12, Magro 8, Crosariol 1, Cournooh 1, Lombardi 12, Okereafor 2, Antonutti 3, Di Pizzo ne.

Lega Basket