Lega Basket - Reggio Emilia torna alla vittoria contro Brindisi (98-84)

Il roster di coach Menetti dopo 4 sconfitte consecutive torna al successo grazie ai 25 punti di Polonara ed ai 20 di Della Valle. Per la squadra pugliese non bastano i 19 punti di M'baye.

Lega Basket - Reggio Emilia torna alla vittoria contro Brindisi (98-84)
Reggio Emilia - Brindisi. Fonte: pagina Facebook Reggio Emilia
Grissin Bon Reggio Emilia
98 84
Enel Brindisi
Grissin Bon Reggio Emilia: Alessandro 3 (1/1 3P) Della Valle 20 (1/4;3/7;9/9) Polonara 25 (4/6;5/5;2/4) De Nicolao 8 (0/1;2/5;2/2) Kaukenas 12 (4/9;1/2;1/2) Cervi 15 (6/6;3/4 TL) Strautins 4 (0/2 3P;4/4 TL) Bonacini Needham 3 (1/2 3P) Reynolds 8 (4/7;0/2 TL)
Enel Brindisi: Mesicek 6 (0/1;2/4;0/2) Goss 14 (3/4;2/5;2/3) Moore 13 (3/3;2/6;1/1) Agbelese 7 (3/5;1/1 TL) M'baye 19 (5/9;2/3;3/4) Sgobba Carter Robert 17 (7/13;1/5) Invidia Spanghero (0/1 3P) Donzelli Cardillo 1 (0/3 3P;1/2 TL) Scott 7 (1/4;1/2;2/2)
SCORE: 23-19; 48-39; 68-58. Tiro da 2p: Reggio Emilia (19/33) Brindisi (22/39). Tiro da 3p: Reggio Emilia (13/24) Brindisi (10/29). Tiri liberi: Reggio Emilia (21/27) Brindisi (10/15). Rimbalzi: Reggio Emilia 36 Brindisi 29

La Grissin Bon Reggio Emilia torna alla vittoria tra le mura amiche contro l'Enel Brindisi, che prova più volte a rimanere in partita ma nulla può contro l'organizzazione tattica ed il maggior tasso tecnico del roster emiliano. Menetti decide di approcciare questa sfida col miglior starting five possibile, ovvero quello composto da Needham nel ruolo di play, coadiuvato da Kaukenas e Della Valle, con Polonara in aiuto a Cervi nel pitturato. Dall'altra parte Sacchetti si affida a Goss in cabina di regia, con Cardillo e Scott ai suoi lati e M'baye e Carter Robert all'interno dell'area. 

Il protagonista dei primi minuti di partita è Carter Robert, che prima realizza il primo canestro della sfida con un semplice appoggio a tabellone, per poi farsi stoppare sul possesso successivo da Cervi. La giocata difensiva del centro emiliano da inizio alla partita di Reggio Emilia che segna i suoi primi punti nel match con Della Valle che realizza la prima tripla dell'incontro. Scott riporta avanti i pugliesi con un piazzato, ma ancora Della Valle va a segno da oltre l'arco fissando il punteggio sul 6-4, poi Needham firma l'allungo con un tiro dal perimetro. Carter Robert accorcia immediatamente le distanze andando a segno da oltre i 6.75 metri, ma Sacchetti decide ugualmente di fermare il gioco per chiedere ai suoi maggiore attenzione alla fase difensiva.

I dettami tattici del coach brindisino non vanno a buon fine, infatti Polonara va a segno con una nuova tripla. Goss riporta l'Enel a contatto con un canestro dal perimetro ed allora Menetti si vede costretto a chiamare il time-out. Il minuto di sospensione non giova ai padroni di casa che si vedono rimontati da M'baye, il quale con una buona penetrazione a canestro fissa la parità a quota 16. Della Valle dalla lunetta riporta avanti gli emiliani, ma Mesicek dal perimetro mantiene a contatto la compagine pugliese. Reggio Emilia continua a sfruttare le disattenzioni difensive della squadra avversaria nelle marcature da oltre l'arco e con Polonara chiude la prima frazione di gioco sul punteggio di 23-19.

Il secondo quarto si apre con i 5 punti consecutivi realizzati da Agbelese, il quale porta in vantaggio l'Enel Brindisi, ma dall'altra parte gli risponde subito Reynolds che va a segno con una schiacciata. Mesicek riporta avanti i pugliesi con una tripla, ma sul possesso successivo i padroni di casa tornano in vantaggio con un canestro da oltre l'arco di De Nicolao. Moore con un tiro da dentro l'area fissa il +1 in favore dell'Enel (28-29), ma De Nicolao e Strautins dalla lunetta ribaltano il punteggio. Reynolds con un semplice appoggio a tabellone allunga in favore dei padroni di casa, che conservano i cinque punti di distacco grazie alla stoppata del centro emiliano su M'baye.

Alessandro con la tripla porta a 9 le lunghezze di vantaggio della Grissin Bon, ma Carter Robert interrompe il momento positivo del roster emiliano con un tiro da dentro l'area. Scott accorcia le distanze andando a segno con un canestro da oltre l'arco, ma sul possesso successivo Mesicek si fa stoppare da Cervi. Moore con la tripla riporta a contatto l'Enel Brindisi, ma la rimonta della compagine pugliese viene rallentata da Cervi che va a segno dal pitturato. Sul possesso successivo Strautins ferma l'azione personale di Carter Robert con una stoppata, e sul ribaltamento di fronte Della Valle va a segno con i liberi. Sacchetti per organizzare al meglio l'ultima azione d'attacco di questo secondo quarto decide di chiamare il time-out, che non reca cambiamenti nel punteggio, infatti le due squadre vanno all'intervallo sul risultato di 48-39 in favore dei padroni di casa.

Il terzo quarto vede Cervi rendersi subito protagonista di una stoppata su Scott, poi Polonara e M'baye realizzano i primi canestri di questa frazione andando a segno da oltre l'arco. Cervi con la schiacciata porta i padroni di casa sulla doppia cifra di vantaggio (55-43), ma Menetti decide ugualmente di fermare il gioco per non permettere ai suoi di calare il ritmo. La pausa favorisce l'Enel che accorcia le distanze con la schiacciata di M'baye, ma Reggio Emilia torna immediatamente ad allungare con la tripla di Della Valle. Goss con un canestro da oltre l'arco prova a mantenere vive le speranze di rimonta della squadra pugliese, che torna sotto la doppia cifra di svantaggio grazie al tiro dal perimetro di M'baye. Sul punteggio di 62-55, Menetti decide di chiamare il time-out. Dopo il minuto di sospensione Reynolds schiaccia il +9, poi De Nicolao con la tripla riporta i padroni di casa sulla doppia cifra di vantaggio. Nel finale di frazione Reynolds protesta per un fallo subito che non gli viene fischiato dagli arbitri, i quali decidono di assegnargli un tecnico, che porta in lunetta Moore, il quale non sbaglia chiudendo così il terzo quarto sul punteggio di 68-58 in favore della Grissin Bon.

Moore con 4 punti consecutivi riporta immediatamente a contatto l'Enel Brindisi, ma dall'altra parte entra in scena Polonara che prima va a segno con una schiacciata e poi con un canestro da oltre l'arco fissa il punteggio sul 73-62 in favore dei padroni di casa. L'Enel rimane in partita grazie ad una nuova tripla di Moore, ma successivamente Scott si vede assegnato un tecnico per una protesta eccessiva nei confronti degli arbitri, che gli avevano fischiato un fallo su Della Valle. Dalla lunetta il n.8 della Grissin Bon si dimostra infallibile, poi Polonara torna ad allungare in favore degli emiliani andando a segno con un canestro da oltre l'arco.

Sul punteggio di 79-69 Sacchetti decide di fermare il gioco, ma la pausa non aiuta la compagine pugliese, infatti Kaukenas conserva la doppia cifra di vantaggio realizzando una nuova tripla. L'Enel prova a rientrare ma Cervi con i liberi difende il +8 in favore della Grissin Bon ed allora Sacchetti decide di chiamare il time-out. Il minuto di sospensione non modifica l'andamento del match, infatti Della Valle va ancora a segno dalla lunetta. Goss col piazzato tenta di accorciare le distanze, ma sul possesso successivo Cervi schiaccia il +10 (94-84). Nel finale Polonara chiude la partita andando prima a segno con i liberi e poi con la schiacciata che vale il 98-84 in favore della Grissin Bon Reggio Emilia.

Il roster di Menetti in un colpo solo ritrova la vittoria ed il suo classico gioco, che viene ulteriormente avvalorato dalle prestazioni dei propri giocatori migliori, come Polonara che mette a segno 20 punti, Della Valle che ne inanella 20, Cervi che ne mette insieme 15 ed infine Kaukenas che realizza 12 punti. Dall'altra parte non bastano i 19 punti di M'baye, i 17 di Carter Robert, i 14 di Goss ed i 13 di Moore. Nel prossimo turno Reggio Emilia sarà impegnata nella delicatissima trasferta di Venezia, mentre Brindisi ospiterà Varese.