Pistoia scappa nel terzo quarto, Caserta regolata al PalaCarrara 77-64

I toscani, guidati dai 19 di Moore e 21 di Boothe, ribaltano anche la differenza canestri negli scontri diretti. I 23 di Sosa e gli 11+13 di Putney non bastano ai bianconeri.

Pistoia scappa nel terzo quarto, Caserta regolata al PalaCarrara 77-64
Nathan Boothe assoluto dominatore del Monday Night (Fonte: Legabasket)
The Flexx Pistoia
77 64
Pasta Reggia Caserta
The Flexx Pistoia : Petteway 3, Okereafor 9, Antonutti 2, Solazzi, Lombardi 2, Crosariol 11, Magro 10, Moore 19, Boothe 21 Galli
Pasta Reggia Caserta : Sosa 23, Riccio ne, Porfidia ne, Diawara 11, Cinciarini 10, Ventrone ne, Putney 11, Gaddefors 2, Giuri, Bostic ne, Watt 7, Johnson

La The Flexx Pistoia batte la Pasta Reggia Caserta col punteggio di 77-64, allunga sui campani in classifica e porta a casa anche la differenza canestri a proprio vantaggio (andata +9 bianconeri). Decisivi i 21 di Nathan Boothe e i 19 dell'ex Ronald Moore per la banda di Enzo Esposito, mentre la Juve paga un secondo tempo imbarazzante con numerosi errori in attacco, con un Watt in totale confusione (2/9 dal campo) a vanificare la doppia doppia di Putney (11+13) e i 23 punti di Edgar Sosa

La difesa bianconera va in tilt fin dalle prime battute con i lunghi Boothe e Crosariol a punire l'approccio bianconero. Sosa e Diawara suonano la carica (12-10) ma ancora Boothe e Moore trovano il fondo della retina e Magro dopo una vera e propria battaglia sotto canestro respinge gli assalti del dominicano e del francese, e una bomba di Putney chiude la prima frazione sul 29-22. Nel secondo periodo la Pasta Reggia con 6 punti firmati Putney-Diawara trova il 31-30 ma Lombardi e il solito Boothe danno ossigeno ai pistoiesi prima di un 5-0 firmato Sosa e un paio di stoppate di Putney che valgono il 35-35. Moore risponde per le rime ai canestri di Putney e Cinciarini andando al riposo lungo sul 40-40.

Nella ripresa la The Flexx coglie di nuovo impreparata la Juve che subisce un 7-0 firmato Okereafor, Moore e Magro. Watt con una bomba prova a tenere i suoi in gara ma Pistoia è letale e l'ex Alba Berlino fallisce due facili canestri da sotto mentre Crosariol e Cinciarini firmano il 58-51 a fine terzo periodo. Boothe continua a banchettare sotto le plance mentre la Juve sembra non avere le forze necessarie per ritornare in gara. L'ultimo ad arrendersi è l'eterno Putney ma non basta a mantenere la differenza canestri a proprio favore. Finisce 77-64 e per la Juve è in arrivo un calendario particolarmente difficile nella lotta per raggiungere i playoff.  


Share on Facebook