LegaBasket Serie A - Venezia ringrazia Filloy e supera Varese nel finale

Due triple di Filloy negli ultimi due minuti archiviano la pratica Varese per una Reyer Venezia molto altalenante durante l'incontro: gli ospiti provano a ribaltare l'inerzia della contesa nel terzo quarto, ma crollano in avvio di quarto sotto i colpi di Peric e compagni, prima di pagare dazio nel concitato finale.

LegaBasket Serie A - Venezia ringrazia Filloy e supera Varese nel finale
VENEZIA
VARESE

Non senza patemi d'animo, la Reyer Venezia di coach Valter De Raffaele archivia la pratica Openjobmetis Varese. Davanti al pubblico amico del Taliercio, i veneti soffrono e non poco nonostante nella prima parte di gara gli orogranata provino a scappare con Tonut ed Haynes. Il vantaggio acquisito, anche di una dozzina di lunghezze, non è sufficiente ad archiviare la pratica, con Varese che torna in corsa e addirittura mette la freccia a cavallo dei due periodi centrali. Di Peric e Haynes i canestri della rimonta veneziana, di Filloy quelli della staffa che consentono a Venezia di conservare un preziosissimo secondo posto in classifica. 

Tonut è immarcabile nelle prime fasi di gioco: dieci punti per il giovane orogranata nei primi cinque minuti, mentre Varese resta in scia con Maynor e Anosike; 12-8 a metà primo quarto. Varese prova ad agganciare gli avversari con una schiacciata di Anosike, tuttavia arriva la risposta dei padroni di casa con un break di 7-0 su firma di Haynes, Ortner e Tonut, che vale il +9 a tre minuti e mezzo dalla prima sirena (19-10). Parziale che si interrompe con Eyenga e Johnson dall’arco, riaprendo la gara, mentre Viggiano manda a referto cinque punti e chiude il primo quarto sul 29-23 pro Reyer.

Nel secondo quarto gli orogranata provano a dilagare con Stone e quattro punti di Filloy, mentre Varese sprofonda sul -11 complice il fallo tecnico sanzionato a Maynor. L’ex Oklahoma prova a riprendere in mano la gara, ma Peric ed Ejim siglano il 43-29 a metà quarto. Tuttavia, gli ospiti non gettano i remi in barca e alzano le marce: Maynor e Johnson toccano il -5, prima delle triple di Stone e Filloy che ripristinano il +10 veneto a tre minuti dalla pausa lunga. Negli ultimi possessi, Varese va sempre a segno, mentre Venezia si ritrova con le polveri bagnate e il primo tempo si chiude sul 51-47 a favore di Venezia, con Johnson che riapre la sfida con una bomba sulla sirena.

Al ritorno sul parquet, Varese trova un break di 6-0, con Anosike e Johnson e si porta sul 51-53 mandando in tilt l’attacco veneziano. Peric ed Ejim provano a dare la scossa, ma i lunghi varesotti sono incontenibili nel pitturato e Johnson piazza il +6 biancorosso, con il parziale che in sei minuti recita 15-5. Il terzo quarto si chiude sul 62-67, pro Varese, con una Reyer totalmente contratta rispetto a quella vista nel primo quarto, autore di soli undici punti, ben diciotto in meno del primo periodo.

Haynes e Peric, però, annullano il gap con un break di 5-0 nel primo minuto del quarto periodo; il croato schiaccia successivamente per il +2, dando nuova linfa ai veneti. Dal timeout di Caja è la Reyer ad uscirne nel migliore dei modi: Haynes dall'arco completa il break di 10-0 e gli orogranata toccano il +5 a sei minuti dalla fine (72-67), prima della tripla di Cavaliero, che permette a Varese di non perdere il treno della partita. Pelle e Kangur agganciano i padroni di casa a quota 74, prima dei canestri della staffa di Filloy, che con due triple di fila mette sei punti di distacco tra le squadre ed archivia la pratica Varese. 


Share on Facebook