LegaBasket Serie A - Venezia ringrazia Filloy e supera Varese nel finale

Due triple di Filloy negli ultimi due minuti archiviano la pratica Varese per una Reyer Venezia molto altalenante durante l'incontro: gli ospiti provano a ribaltare l'inerzia della contesa nel terzo quarto, ma crollano in avvio di quarto sotto i colpi di Peric e compagni, prima di pagare dazio nel concitato finale.

LegaBasket Serie A - Venezia ringrazia Filloy e supera Varese nel finale
VENEZIA
VARESE

Non senza patemi d'animo, la Reyer Venezia di coach Valter De Raffaele archivia la pratica Openjobmetis Varese. Davanti al pubblico amico del Taliercio, i veneti soffrono e non poco nonostante nella prima parte di gara gli orogranata provino a scappare con Tonut ed Haynes. Il vantaggio acquisito, anche di una dozzina di lunghezze, non è sufficiente ad archiviare la pratica, con Varese che torna in corsa e addirittura mette la freccia a cavallo dei due periodi centrali. Di Peric e Haynes i canestri della rimonta veneziana, di Filloy quelli della staffa che consentono a Venezia di conservare un preziosissimo secondo posto in classifica. 

Tonut è immarcabile nelle prime fasi di gioco: dieci punti per il giovane orogranata nei primi cinque minuti, mentre Varese resta in scia con Maynor e Anosike; 12-8 a metà primo quarto. Varese prova ad agganciare gli avversari con una schiacciata di Anosike, tuttavia arriva la risposta dei padroni di casa con un break di 7-0 su firma di Haynes, Ortner e Tonut, che vale il +9 a tre minuti e mezzo dalla prima sirena (19-10). Parziale che si interrompe con Eyenga e Johnson dall’arco, riaprendo la gara, mentre Viggiano manda a referto cinque punti e chiude il primo quarto sul 29-23 pro Reyer.

Nel secondo quarto gli orogranata provano a dilagare con Stone e quattro punti di Filloy, mentre Varese sprofonda sul -11 complice il fallo tecnico sanzionato a Maynor. L’ex Oklahoma prova a riprendere in mano la gara, ma Peric ed Ejim siglano il 43-29 a metà quarto. Tuttavia, gli ospiti non gettano i remi in barca e alzano le marce: Maynor e Johnson toccano il -5, prima delle triple di Stone e Filloy che ripristinano il +10 veneto a tre minuti dalla pausa lunga. Negli ultimi possessi, Varese va sempre a segno, mentre Venezia si ritrova con le polveri bagnate e il primo tempo si chiude sul 51-47 a favore di Venezia, con Johnson che riapre la sfida con una bomba sulla sirena.

Al ritorno sul parquet, Varese trova un break di 6-0, con Anosike e Johnson e si porta sul 51-53 mandando in tilt l’attacco veneziano. Peric ed Ejim provano a dare la scossa, ma i lunghi varesotti sono incontenibili nel pitturato e Johnson piazza il +6 biancorosso, con il parziale che in sei minuti recita 15-5. Il terzo quarto si chiude sul 62-67, pro Varese, con una Reyer totalmente contratta rispetto a quella vista nel primo quarto, autore di soli undici punti, ben diciotto in meno del primo periodo.

Haynes e Peric, però, annullano il gap con un break di 5-0 nel primo minuto del quarto periodo; il croato schiaccia successivamente per il +2, dando nuova linfa ai veneti. Dal timeout di Caja è la Reyer ad uscirne nel migliore dei modi: Haynes dall'arco completa il break di 10-0 e gli orogranata toccano il +5 a sei minuti dalla fine (72-67), prima della tripla di Cavaliero, che permette a Varese di non perdere il treno della partita. Pelle e Kangur agganciano i padroni di casa a quota 74, prima dei canestri della staffa di Filloy, che con due triple di fila mette sei punti di distacco tra le squadre ed archivia la pratica Varese. 

Lega Basket