LegaBasket - La Dinamo Sassari chiude la stagione con le "ossa rotte"

Due infortuni nell'ultima partita per la squadra di coach Pasquini. Entrambi dovranno fermarsi per qualche settimana.

LegaBasket - La Dinamo Sassari chiude la stagione con le "ossa rotte"
LegaBasket - La Dinamo Sassari chiude la stagione con le "ossa rotte"

Nella giornata successiva all'eliminazione ufficiale dai quarti di finale per 3-0 per mano della Dolomiti Energia Trento, il Banco di Sardegna Sassari deve fare i conti anche con i due infortuni occorsi nel corso del match.

Nei primi minuti si era infatti infortunato il capitano Jack Devecchi. A lui gli esami medici e strumentali hanno rilevato la frattura del setto nasale, con una prognosi di 30 giorni. Un infortunio per cui che recupererà nel prossimo mese e non comprometterà la preparazione per la prossima stagione.

Di più grave entità è invece lo stop occorso a Trevon Lacey. Il play della squadra sarda si era già fermato nel corso del mese di aprile per un infortunio ad una mano ed era rientrato in tempo per i playoff. In questo caso la prognosi parla di frattura orbitaria sinistra, con una prognosi di 60 giorni. Sulla base del decorso e della sintomatologia, in costante monitoraggio, nell’arco dei prossimi giorni lo staff medico si riserva di valutare l’eventuale ricorso ad intervento chirurgico.
La botta presa nell'ultimo minuto, cercando di recuperare una palla, aveva fatto da subito comprendere che si trattasse di qualcosa di grave, infatti il giocatore non riusciva a reggersi in piedi ed ha abbandonato immediatamente il campo. 
Questo stop probabilmente ritarderà il rientro in campo di Lacey, solito a partecipare anche ai training camp e alle Summer League organizzate dal NBA. E' probabile però che dopo un periodo di stop, il giocatore possa riprendere ad allenarsi almeno al tiro.

I rispettivi infortuni non dovrebbero comunque intaccare le trattative di rinnovo di entrambi, visto che Devecchi è un'autentica bandiera per Sassari mentre Lacey durante la stagione è stato uno dei migliori in assoluto della formazione, attirando anche le sirene delle big d'Europa.


Share on Facebook