Iavazzi non ci sta: "Adiremo le vie legali, disposti a fermare il campionato"

Il patron bianconero non ci sta: "C'è ancora tempo per pagare il Bat di Jones. La Com.Tec ci ha contestato dei parametri, ma abbiamo saldato l'Erario con un'altra dilazione"

Iavazzi non ci sta: "Adiremo le vie legali, disposti a fermare il campionato"
Iavazzi non ci sta: "Adiremo le vie legali, disposti a fermare il campionato"

Con gli acquisti di Arcidiacono, Bucchi e i rinnovi di Giuri e dello staff tecnico, sembrava che a Caserta fosse arrivato il momento di pensare solamente al basket giocato, ma l'ennesima doccia fredda arrivata stamattina ha fatto tornare a tremare il popolo casertano. Con ogni probabilità la Juve sarà estromessa dalla Serie A domani a causa di un Bat di Bobby Jones, di un importo sui 70-80 mila euro (la metà del suo contratto) e di una situazione ricavi/indebitamento/patrimonio netto superiore ai 200000 euro. Ma il patron Iavazzi non vuole arrendersi dinanzi a quella che ritiene essere una decisione non giusta e ai microfoni del Mattino annuncia che non resterà a guardare.

"Nel caso in cui qualcuno voglia stravolgere e sovvertire l’esito del campo per favorire terzi dovrà fare i conti, oltre che con Caserta e i suoi tifosi, anche con la giustizia ordinaria. Se dovesse arrivare una decisione di penalizzazione o altro provvedimento senza alcun fondamento giuridico adiremo le vie legali, anche a costo di bloccare il campionato. Né il 30 aprile, né il 30 giugno, quando abbiamo presentato la domanda di iscrizione, avevamo alcun Bat pendente. Ci è stato notificato lunedì scorso il bat di Bobby Jones e abbiamo ancora tempo per pagare. Questo non può essere un problema dopo tutti i sacrifici fatti per salvare la pallacanestro. La Com.Tec. ci aveva contestato i parametri successivi al 30 aprile, poiché ci è stata respinta la rottamazione di una cartella esattoriale. Ma abbiamo saldato l’Erario per un importo significativo, presentando anche una nuova pratica di dilazione, peraltro già accolta, di un’altra cartella esattoriale."

Per questo motivo Iavazzi ha interpellato uno studio legale, esperto in materia, per andare a Roma ed incontrare i vertici federali e capire come poter rimettere la situazione in salvo. Domani si riunirà il Consiglio Federale che dovrebbe sospendere l'iscrizione della Juvecaserta al prossimo campionato. Alla Juve verranno concessi 7-10 giorni per mettersi in regola. Caserta dovrà pagare il BAT al neo-acquisto di Mantova e contemporaneamente mettere in atto l'aumento di capitale per eliminare il passivo che al momento la taglierebbe fuori dalla A1 dell'anno venturo. Se non si sistemeranno queste due situazioni, allora la Juve verrà estromessa dal campionato in maniera praticamente definitiva.


Share on Facebook