Legabasket Serie A, Milano si rinforza: preso Arturas Gudaitis

La società biancorossa ha annunciato l'acquisto del lungo lituano

Legabasket Serie A, Milano si rinforza: preso Arturas Gudaitis
olimpia milano

L'EA7 Milano si tutela: in attesa di sviluppi legati al recupero di Patric Young (l'ex Olympiacos dovrebbe rientrare verso dicembre ndr) la società meneghina ha preso Arturas Gudaitis. Già in mattinata molti siti lituani davano per fatto l'affare ( buyout di 350.000 euro ndr), ma il club biancorosso lo ha ufficializzato soltanto nel tardo pomeriggio. Gudaitis, centro, 2.11, 24 anni, proveniente dal Lietuvos Rytas.

Gudaitis arriverà in Italia nei prossimi giorni. Di seguito il comunicato ufficiale di Milano. 

La Pallacanestro Olimpia Milano comunica di aver raggiunto un accordo con il centro Arturas Gudaitis, 2.11 per 115 chili, proveniente dal Lietuvos Rytas Vilnius.

CHI E’ – Nato il 19 giugno 1993 a Klaipeda in Lituania, Gudaitis ha cominciato a giocare nella propria città prima di essere reclutato dallo Zalgiris Kaunas con cui ha debuttato in prima squadra nel 2013. In quella prima stagione ebbe una partita-rivelazione in EuroLeague contro la Lokomotiv Kuban in cui segnò 14 punti con sei rimbalzi. Nel 2014/15 in EuroLeague ha segnato 6.5 punti di media con 4.0 rimbalzi a partita. Nel 2015 ha lasciato Kaunas e firmato per il Lietuvos Rytas Vilnius. Nell’ultima stagione ha segnato 11.4 punti per gara con 6.6 rimbalzi, il 57.3% dal campo, 49 stoppate in 41 partite. Con Vilnius, ha giocato l’Eurocup segnando 13.2 punti con 8.2 rimbalzi, il 52.9% da due, il 70.3% dalla lunetta e 1.89 stoppate per gara. Nella regular season di Eurocup è stato primo in stoppate, rimbalzi offensivi, falli subiti, tiri liberi eseguiti e segnati.

NOTE – Gudaitis ha vinto il titolo lituano nel 2014 e nel 2015 con lo Zalgiris Kaunas. Ha vinto la Coppa di Lituania nel 2016 con Vilnius. Ha partecipato agli Europei del 2017 con la sua Nazionale. E’ stato scelto nei draft NBA del 2015 con il numero 47 da Philadelphia e successivamente ceduto ai Sacramento Kings, tuttora detentori dei suoi diritti.