Segafredo Virtus Bologna - Betaland Capo D'Orlando in diretta, Legabasket Serie A LIVE (88-52): dominio assoluto Virtus!

Segui in diretta dal PalaDozza di Bologna la cronaca scritta, in tempo reale, della sfida tra la Virtus Segafredo e la Betaland Capo D'Orlando, valida per la seconda giornata di Legabasket Serie A. La squadra di coach Ramagli deve vendicare la sconfitta di Trento, mentre i siciliani vogliono rifarsi subito della batosta incassata da Pistoia.

Segafredo Virtus Bologna - Betaland Capo D'Orlando in diretta, Legabasket Serie A LIVE (88-52): dominio assoluto Virtus!
Segafredo Virtus Bologna - Betaland Capo D'Orlando in diretta, Legabasket Serie A LIVE (18.15)
Segafredo Virtus Bologna
88 52
Betaland Capo D'Orlando

19.56 - Per noi oggi è davvero tutto! Rimanete con noi per tutto il meglio del basket e dello sport italiano ed internazionale. Un grazie sentitissimo da Stefano Fontana e da tutta la redazione di VAVEL Italia. Alla prossima, ciao!

19.52 - Di contro, seconda, pesante batosta consecutiva per Capo D'Orlando, che dopo la partita con Pistoia perde anche questa con uno scarto abbastanza preoccupante. Mai realmente in campo gli uomini di Gennaro di Carlo, che hanno faticato tantissimo a trovare l'intesa giusta in attacco ed a stringere le maglie in difesa e sono sembrati sempre incerti sulle decisioni da prendere. Il gruppo è nuovo e c'è tanto da lavorare, ma sicuramente i siciliani hanno iniziato col piede sbagliato. 

19.52 - Partita sostanzialmante mai in discussione sin dalla palla a due: Gentile e Aradori hanno guidato la Virtus ad un solco che non si è mai chiuso, lasciando poi spazio agli altri interpreti. Ottima prestazione difensiva ma soprattutto offensiva delle Vu Nere, che trovano la prima vittoria della stagione attaccando con continuità e qualità in ogni zona di campo. Da segnalare i quattro giocatori in doppia cifra, tra cui un super Alessandro Gentile da 17 punti, 11 rimbalzi e 5 assist, ed un Pietro Aradori da 18 punti.

0.00 FINISCE QUI LA PARTITA! SPLENDIDA VIRTUS, 88-52 AD UNA CAPO D'ORLANDO TROPPO BRUTTA PER ESSERE VERA!

0.32 - Inglis ha tempo per trovare un buon jumper dalla lunga distanza, ma gli risponde subito Pietro Aradori: splash da tre in transizione.

0.47 - Nessuno prende Aradori in campo aperto dopo il rimbalzo: due punti e Betaland praticamente già sotto la doccia. 

1.45 - Partita che procede oramai solo per le statistiche: Umeh infila il secondo libero e fa +29.

1.57 - Buon 2/2 in luntetta di Inglis, che riporta i suoi sotto i 30 punti di svantaggio.

2.53 - Torna in panchina il baby-Pajola, bel gesto dei tifosi Virtus: la sua ultima palla giocata è un bruttissimo passaggio che finisce dritto in panchina, ma proprio dopo questo episodio arriva la standing ovation ed un assordante coro tutto per lui.

3.27 - Altra mini-reazione Betaland: prima Alibegovic con la gran tripla in transizione, poi Edwards che concretizza la palla rubata da Ihring.

4.17 - Altra splendida difesa di casa, Kulboka si incoccia su una linea di penetrazione che non esiste e la perde.

4.55 - Che piedi Lawson! Rapidissimo sul fondo per siglare due punti. In precedenza, merito ad Ihring che è il più rapido sulla palla rubata da Delas, si lancia in campo aperto e trova due punti da vicino.

5.38 - Aggiusta subito le cose l'azzurro: passaggio schiacciato per Lawson che, perso dalla difesa, inchioda la schiacciata.

6.10 - Interferenza di Gentile, è valido il canestro di Kulboka. 72-40

6.42 - Si trovano perfettamente in campo i bolognesi: Larson lungo la linea di fondo per Umeh che chiude rapidissimo al tabellone.

7.03 - Ancora Pajola, con un gran lavoro di posizione, a prendere sfondamento sulla penetrazione di Alibegovic: ora tutto il palazzetto urla il suo nome! 

7.18 - Pajola! Ennesima palla rubata da Bologna, scorrazzata in campo aperto ed appoggio al tabellone.

7.51 - Torna subito in affanno la difesa siciliana: fallo su Aradori in post basso. L'azzurro lascia poi il posto ad AleGentile.

8.04 - KULBOKA! Ottima tripla, mini reazione ospite.

8.45 - 1/2 utile solo alle statistiche di Kulboka in lunetta. 

9.18 - I primi due punti del quarto sono del jumper di Rosselli, e tanto per cambiare la Betaland perde palla. Nessuno tira, scadono i 24.

10.00 - Accesa discussione tra Wojciechowski e Ikovlev all'intervallo.

10.00 INIZIA L'ULTIMO QUARTO!

0.00 FINISCE ANCHE IL TERZO QUARTO! 66-34, dominio delle Vu Nere che si allarga e inspiegabile, continua siccità offensiva degli ospiti. Per carità, la difesa fa il suo lavoro, ma troppe volte i siciliani stanno sciupando buoni tiri.

0.13 - Capo d'Orlando non c'è più: Alibegovic e Wojciechowski non si capiscono ed il polacco non riesce a ricevere in uscita: ennesima palla persa. Dall'altra parte la difesa ruota malissimo e Aradori ha tutto il tempo di sparare da tre punti senza avversari: ospiti graziati.

0.53TO - C'è gloria anche per Guido Rosselli che colpisce da distanza ravvicinata; prima di lui aveva mosso la retina anche Aradori, è 66-34 e timeout per Gennaro Di Carlo. Capo d'Orlando è quasi doppiata.

2.10 - La Betaland sta perdendo una quantità indescrivibile di palloni. Qui, in successione, un passaggio coraggiosissimo, intercettato, verso Kulboka, ed un fallo di passi dello stesso lituano.

2.38 - Virtus in bonus, Pajola lucra un punticino dalla lunetta. 62-34

3.05 - Prova a farsi viva Capo D'Orlando: prima Mario Ihring attacca il fondo, poi è Mirza Alibegovic a trovare i due punti con un vero e proprio circus-shot, praticamente spalle a canestro dopo la penetrazione.

3.59 - Allo sbando gli uomini di Di Carlo che concedono due rimbalzi offensivi consecutivi: prima il giovane Pajola, salutato da una pioggia di applausi, poi Ndoja, bravissimo a chiudere al ferro.

4.37 - 0/2 in lunetta, ma dall'altra parte Capo D'Orlando non vede più il canestro.

4.57 - Gentile è incontrastabile oggi: ruota sul perno, si stacca e vola col fadeaway, arriva il fallo.

5.15 - Virtus in totale controllo. Palla persa e fallo antisportivo degli ospiti, 1/2 di Lafayette ai liberi e possesso emiliano.

5.47 - Terzo quarto da incubo di Inglis, che continua a tirare ed a sbagliare: qui il layup da tre metri si ferma sul primo ferro. Dall'altra parte va a segno Ndoja, è +28.

6.08 - Slaughter si vendica: blocco sin troppo aggressivo e fallo in attacco.

6.33 - Serie di passaggi spettacolari della Virtus, la palla gira con energia, ma arriva Ikovlev a rovinare la festa: fallo deciso su Slaughter che fa 2/2 in lunetta.

6.45 - Non si segna più in questa frazione: ancora Inglis sfruttando la linea di fondo, solo primo ferro.

7.27 - Altra palla persa di indecisione di Inglis, lo salva Edwards che difende magistralmente in 1vs2 ed evita il canestro di Lafayette.

7.42 - Buon rientro degli ospiti: Edwards spara da tre sbagliando di poco, ma si rimane lì dopo il fallo di Gentile.

7.51TO - SOLO LA VIRTUS IN CAMPO! 2/2 per il "cagnaccio" Aradori, l'azione successiva è un recupero di Gentile che ancora una volta anticipa, corre in campo aperto ed inchioda la schiacciata per il 17esimo punto personale. Timeout per Di Carlo, che deve provare a risalire dal 54-30.

8.03 - Buon movimento di Aradori sul fondo, arriva il fallo su tiro. In precedenza, Lafayette aveva sancito il +20 in penetrazione.

9.09 ​- Un minuto di pessimo basket da entrambe le parti in attacco: Capo d'Orlando difende benissimo e costringe Gentile ad un azione complicatissima: Umeh tira da tre sullo scadere ma non trova nulla.

9.45 - Inizia malissimo Inglis: post alto, ricezione ed infrazione di passi.

10.00 VIA! INIZIA IL TERZO QUARTO!

19:12 - I giocatori sono tornati in campo, tra poco si riparte!

19:04 - Capo d'Orlando invece ha pagato caro lo shock iniziale, finendo subito sotto di una doppia cifra, ma ha comunque provato a reagire: ottimo l'inizio di secondo quarto, ma nei minuti successivi la squadra è ripiombata nella confusione e nell'incertezza, sprecando anche tiri ben costruiti o subendo canestri banali. Da segnalare comunque una prestazione ottima, da 12 punti, per Astur Engin, utilizzato per oltre 16 minuti, ed i buoni apporti di Inglis e Kulboka, che tuttavia si sono un po' persi, soprattutto a livello di scelte, col passare dei minuti.

19:00 - Bologna vola dunque: tutte le buone impressioni dell'esordio a Trento sono state confermate in questa prima metà della seconda giornata. In particolare, vola Alessandro Gentile, ha ha iniziato subito con il turbo inserito: 15 punti, 6 rimbalzi e 3 assist in 13 minuti, con un 5/7 dal campo. Ottimo anche l'apporto di Aradori (9 con 4/4 dal campo) e di Lawson, 3/3 dall'arco.

0.00 FINISCE QUI IL PRIMO TEMPO! 48-30 PER UNA VIRTUS BOLOGNA IN TOTALE CONTROLLO FINO AD ORA!

1.25 - Duello a distanza Slaughter-Alibegovic! Il virtussino prima inchioda la schiacciata a rimbalzo offensivo, poi chiude benissimo di mancina al vetro. Dall'altra parte il giocatore di origine slava risponde colpo su colpo con due splendidi canestri, di tocco, dalla media. 48-30.

2.22 - Bonus per Bologna, gentile fa 14 con i due punti in lunetta, mentre gli ospiti sprecano tutto con un passaggio folle di Edwards, dritto in panchina.

2.40 - GENTILEEE! ALE GENTILE, CON LA SCHIACCIATA! Approfitta del pasticcio di Kulboka, ruba palla e vola ad appendersi al ferro! 43-26, la Virtus è tornata in totale controllo della partita 

3.19 - ARADORI! Capo costruisce benissimo l'attacco, ma Inglis si mangia il tiro allo scadere. Dall'altra parte Aradori è servito benissimo in angolo dopo la penetrazione e non sbaglia: SBANG, tripla a segno!

3.58TO - ESPLODE IL PALADOZZA! Prima Ndoja recupera un rimbalzo offensivo dopo la tripla tentata da Lafayette e lo trasforma in due punti, poi Aradori colpisce ancora in penetrazione con la mano destra! Di Carlo ferma il gioco, è 38-26.

4.34 - Ottima iniziativa di Wojciechowski in area: arrivano due punti preziosi. 34-26.

5.05 - ALESSANDRO GENTILE! TORNA IN CAMPO, SI RIACCENDONO LE VU NERE! Prima il recupero anticipando Kulboka sulla destra, poi la transizione veloce e la chiusura mancina contro due avversari: canestro, fallo, ma il libero è sbagliato!

5.30 - Umeh spara da tre, cortissimo, chiedendo un fallo che non c'è. Dall'altra parte gli ospiti si muono bene, ma il jumper dalla lunetta di Edwards trova solo il secondo ferro.

6.08 - La Betaland restituisce il favore, altra palla persa.

6.23 - Pessimo attacco di Bologna, che soffre ancora la filicità di Kulboka e fa terminare i 24 secondi.

6.49TO - KULBOKA! Stoppata eroica che impedisce a Lawson di schiacciare a rimbalzo! Che stoppatone, dall'altra parte arrivano i tre punti del solito ATSUR! Capo d'Orlando è viva e vegeta, Ramagli costretto al timeout sul 32-24.

7.30 - Umeh! Catch-and-shoot dall'angolo, torna subito a +11 la Virtus con il PalaDozza che esplode!

8.01 - REAGISCE CAPO! A segno dall'arco anche Wojciechowski, gap ridotto sotto la doppia cifra. Dall'altra parte era andato a segno Rosselli.

8.40 - Transizione perfetta degli ospiti: scarico e tripla a segno per Atsur!

9.10 - Tanta circolazione anche per Capo d'Orlando, ma la difesa non lascia spazi e scadono i 24 secondi.

9.34 - Splendida circolazione organizzata da Umeh, ma dopo due extra-pass Lawson perde il tempo ed è costretto a forzare. Il ferro sputa la conclusione.

10.00 - Si riparte per la seconda frazione. Palla a Bologna, che riparte dai 10 punti di Gentile e dai 9 di Lawson.

0.00 UMEH! Chiude lui il primo  quarto col palleggio-arresto-tiro! 27-15 alla prima sirena, assolo delle Vu Nere fino ad ora!

0.32 - Ancora Inglis! Palla rubata dalla rimessa, contropiede velocissimo e contatto duro sotto al ferro. Gli arbitri non fischiano, ma il francese è caduto male sulla base del canestro.

0.40 - Ottimo impatto di Inglis con la partita: spara due piazzati dalla media che riportano alla soglia della doppia cifra di svantaggio di siciliani.

1.50 - Due possessi che fotografano la partito sinora: airball di Wojciechowski, dall'altra parte Lawson alza il lob e fa volare Slaughter per l'appoggio a tabellone. 25-11.

2.19 - Di nuovo Aradori bravissimo a prendersi il contatto in penetrazione per poi trasformare entrambi i liberi. Gap di +12 per la Virtus e spazio ad Umeh!

2.31 - Primo riposo per Gentile, standing ovation del palazzetto. Intanto però Capo continua a fare male dalla media distanza: due punti anche per Justin Edwards.

3.33 - LAWSON! CHE INIZIO DI KENNY LAWSON! Atsur aveva segnato ancora dal palleggio con una splendida parabola, ma dall'altra parte il giovane Pajola, appena entrato, penetra e scarica per un'altra tripla di LAWSON! 21-9!

4.05 - Buono ancora Atsur dalla distanza dopo il consegnato di Wojciechowski, ma anche stavolta pesta col piede la linea del tiro da tre. Grande canestro, ma sono solo due punti. 18-7.

4.30 - Lotta a rimbalzo, fallo su tiro su Aradori che fa 2/2.

4.41 - Accorcia Wojciechowski che ripulisce un pallone quasi perso e lo trasforma in due punti col semigancio. 16-5 dopo la metà del primo quarto.

5.01 - KENNY LAWSON! Ancora lui a ricevere e segnare da tre! Capo d'Orlando è sotto shock! 16-3

5.33 - GUERRA DALLA DISTANZA! Prima Atsur dall'angolo (ma da due), poi Gentile, ancora una volta da tre! 13-3, super inizio della VIrtus!

6.22 - Splendido anticipo di Gentile per recuperare palla, ma poi chiede troppo a se stesso sparando il passaggio in tribuna.

6.40 - SPLASH! LAWSONNN! Finta, piedi a posto e tripla a bersaglio per il 10-1!

7.09 - Entra il primo, esce il secondo ma la lotta a rimbalzo favorisce i siciliani che rimangono in attacco.

7.11 - Buon blocco cieco di Wojciechowski, esce bene Edwards che riceve da Atsur ed incassa il fallo di Lawson. Due tiri liberi.

7.25TO - ANCORA GENTILE! Prima Ndoja lotta benissimo a rimbalzo strappandola dalle mani di Wojciechowski, poi dall'altra parte è ancora l'ex-Milano a colpire in penetrazione. 7-0, c'è l'inferno al PalaDozza per il Gentile show, timeout Di Carlo!

7.40 - ALE GENTILE! Tripla a bersaglio, 5-0 di parziale!

8.22 - Primo guizzo di Aradori che parte dalla media, va sulla mano mancina e chiude con l'appoggio a tabellone, ma è sfortunato: palla incastrata tra ferro e vetro, rimessa.

8.29 - Pessima palla persa della Betaland, che ha iniziato abbastanza male.

8.48 - Altra gran difesa di Bologna su Edwards in penetrazione, ma dall'altra parte Ndoja è ingenuo e commette fallo di sfondamento.

9.15 - Possesso prolungato ma senza esito dell'Orlandina, il tiro da vicino di Wojciechowski è sbagliato. Rimbalzo di Gentile che va dall'altra parte e trova il secondo viaggio in lunetta. Punteggio pieno stavolta, 3-0.

9.47 - Pronti, via, fallo su Gentile in post basso. Arriva l'1/2 ai liberi. 1-0.

10.00 VIAAA! ALZATA LA PALLA A DUE, SI PARTE!

18.10 - Manca pochissimo: questa la coreografia horror dei tifosi di Bologna!

18.07 - Presentazione dei giocatori, tutti accompagnati dai bambini del settore giovanile nel catino del PalaDozza. 

18.05 - Ora tocca alla cerimonia per il ritiro delle maglie di Villalta, Brunamonti e Danilovic, tutti e tre applauditissimi.

18.02 - Sessione di tiro in corso!

17.55 - Riscaldamento in corso a 20 minuti al via. Il primo coro non poteva essere che per Alessandro Ramagli, condottiero della promozione in A lo scorso anno.

17.52 - ECCOLI! Boato del palazzetto, sono in campo i Virtussini! Atmosfera da brividi!

17.50 - Già in campo gli ospiti, si fanno attendere un po' di più le Vu Nere.

17.47 - Atmosfera caldissima al PalaDozza, la curva è già stracolma e rumorosissima! Basket City aveva fame di Serie A.

17.45 - Eccoci collegati, live dal PalaDozza di Bologna! Benventi ad un pomeriggio di grande basket, benvenuti a Virtus Bologna-Betaland Capo D'Orlando!

Buonasera e benvenuti a tutti ad un nuovo appuntamento con VAVEL Italia ed il grande basket tricolore! Io sono Stefano Fontana e vivrò insieme a voi una delle sfide più intriganti della seconda giornata di Legabasket Serie A: la Virtus Bologna, tornata nella massima serie dopo il purgatorio della A2 dello scorso anno, esordisce in casa, davanti al pubblico amico del PalaDozza, contro Capo d'Orlando, fresca di passaggio alla fase principale di Champions League ma anche della batosta interna contro Pistoia. Appuntamento per la palla a due alle 18.15.

Il momento delle due squadre

Come detto, la Segafredo Virtus Bologna hanno "esordito" di nuovo in Serie A in quel di Trento: un test subito molto duro che gli uomini di coach Ramagli non hanno totalmente fallito. 50% dal campo, 44% da tre, 34 rimbalzi e 19 assist di squadra: le statistiche raccontano una partita giocata con personalità dagli emiliani, trascinati dai 21 di Aradori e dai 15 di Gentile.

Alla fine, però, a spuntarla sono i vice-campioni in carica, grazie ai 36 punti combnati dei due americani Shields e Behanan, cruciali nonostante entrambi siano stati in campo meno di mezz'ora. 78-74 il punteggio finale che vale i primi 2 punti in classifica.

Alessandro Gentile. | Fonte: twitter - @BasketNetIt
Alessandro Gentile. | Fonte: twitter - @BasketNetIt

Dal canto suo, Capo d'Orlando ha iniziato la stagione come meglio non poteva: la doppia sfida ai Russi del Saratov metteva in palio l'accesso alla Basketball Champions League. Sfida da non sottovalutare per caratura dell'avversario ma soprattutto per la lunghissima trasferta da attraversare.

Eppure, la banda di Di Carlo ha retto bene l'urto in trasferta, perdendo di un solo punto (70-69) per poi dilagare in Sicilia con un 92-59 che ha chiuso la qualificazione senza appello. Dopo tre giorni, però, l'Orlandina è dovuta tornare subito in campo, ancora al PalaFantozzi, per la prima di camponato: uno scivolone, dato lo sforzo mentale e fisico profuso ad inizio stagione, era prevedibile. Di fatti Pistoia, sulle spalle di McGee, è passata per 73-57, ipotecando la partita già dopo l'intervallo lungo, ed ora Edwards e compagni sono chiamati a reagire.

Gli allenamenti a porte chiuse della Betaland Capo D'Orlando | Fonte: twitter - @MessinaSportiva
Gli allenamenti a porte chiuse della Betaland Capo D'Orlando | Fonte: twitter - @MessinaSportiva

I roster

I piani alti della Segafredo Virtus hanno costruito la squadra, dopo la promozione, ripartendo da coach Alessandro Ramagli e dalla sua capacità di tirare fuori il massimo, soprattutto difensivamente, dai suoi uomini. Confermato anche Micheal Umeh, splendido oltre i 17 di media nell'ultima stagione, così come Kenny Lawson, altro marcatore inarrestabile di buona duttilità. I due nuovi arrivati nel parco stranieri sono invece Oliver Lafayette, campione d'Italia con Milano nel 2015, e Marcus Slaughter, nome altisonante a livello europeo (due campionati spagnoli ed un Eurolega con la maglia del Real) reduce però da una stagione in chiaroscuro al Darussafaka.

A stuzzicare i tifosi di Basket City sono arrivati però anche due nomi di assoluto spessore del panorama italiano: uno è Alessandro Gentile, giocatore dal talento indiscusso che ha scelto Bologna per rimettersi in gioco dopo l'addio a Milano e le esperienze negative con Panathinaikos e Hapoel Gerusalemme. Gentile è un giocatore se vogliamo problematico e non semplice da gestire, ma se dovesse trovare la sua dimensione al PalaDozza potrebbe essere l'arma in più che serve alle V Nere. Con lui, un tiratore ed un leader di sicuro affidamento come Pietro Aradori, reduce dall'esperienza con l'Italia ad Eurobasket: sarà quasi sicuramente lui la prima scelta offensiva. Da segnalare anche le conferme di capitan Guido Rosselli e dell'ala Klaudio Ndoja, in un roster completato da prodotti del vivaio.

Alessandro Ramagli. | Fonte: twitter - @BasketNetIt
Alessandro Ramagli. | Fonte: twitter - @BasketNetIt

Dall'altra parte, Gennaro di Carlo si ritrova alla guida di un gruppo molto ben assortito: i nuovi arrivi Engin Atsur, in regia, e Damien Inglis, pronto a rimettersi in gioco dopo il periodo con Milwaukee, forniscono ai siciliani un carico di atletismo ed esperienza da non sottovalutare. Gli unici rimasti dal roster dello scorso anno, orfano delle canotte pesanti di Diener ed Archie, sono Ihring, Stojanovic e Delas.

Se il primo sarà utile in uscita dalla panchina, la promettentissima ala serba è ancora alle prese con il recupero dall'infortunio che lo ha costretto a saltare l'ultima parte della scorsa stagione. Il pivot croato, invece, inizierà la stagione non solo da titolare, ma anche da capitano. A completare il quintetto, Justin Edwards, alla prima stagione europea, e Kulboka, arrivato in prestito dal Bamberg. Nel roster anche Alibegovic, Wojciechowski, Ikovlev e Strautins, arrivato da Reggio Emilia.

Gennaro Di Carlo in conferenza stampa prima della sfida al Saratov. | Fonte: twitter - @IoSportivoMag
Gennaro Di Carlo in conferenza stampa prima della sfida al Saratov. | Fonte: twitter - @IoSportivoMag

I precedenti

Ultimi quattro incontri a cavallo tra il 2014 ed il 2016: due stagioni consecutive di convivenza in A, con esiti opposti: due vittorie consecutive per la Virtus nel 2014/15, salvo poi subire la vendetta di Capo D'Orlando nella nerissima stagione successiva.

Un particolare della sfida tra Trento e Bologna. | Fonte: twitter - @__streaming__
Un particolare della sfida tra Trento e Bologna. | Fonte: twitter - @__streaming__

Lega Basket