Golden State interrompe il lungo volo dei Rockets

I Rockets escono sconfitti all'overtime dalla Oracle Arena dopo aver vinto 8 partite di fila,decisivo Stephen Curry.

Golden State interrompe il lungo volo dei Rockets
Golden State Warriors
102 99
Houston Rockets
Golden State Warriors: Stephen Curry 25 punti e 6 assist,David Lee 28 punti e 14 rimbalzi,Thompson 12 punti e 4 rimbalzi,Iguodala 11 punti e 7 assist,Crawford 12 punti,O'Neal 2 punti e 10 rimbalzi.
Houston Rockets: James Harden 39 punti e 5 assist,Parsons 21 punti e 8 rimbalzi,Howard 11 punti e 21 rimbalzi,Lin 9 punti e 4 assist.
Nello spogliatoio dei Warriors in un angolo c'è Stephen Curry che si applica del ghiaccio sulla testa,dall'altra parte della stanza Jermaine O'neal si benda il gomito e i polsi.
Golden State è appena uscita da 53 minuti di basket combattuto contro la franchigia più in forma del momento,gli Houston Rockets ai quali hanno appena rifilato una sconfitta dopo 8 vittorie consecutive.Curry segna un layup per il pareggio a 3.2 secondi dal termine,finirà con 25 punti,durante l'overtime O'neal realizzerà un splendida stoppata che regala la vittoria ai padroni di casa sul punteggio di 102-99.
 
"Questa è sicuramente una delle vittorie più belle di tutta la stagione",dice O'neal che nella sua serata cattura 10 rimbalzi e sopratutto riesce a difendere e limitare Dwight Howard come mai nessuno è riuscito a fare quest'anno. "Ci sono state tante ottime giocate da parte nostra sia in fase offensiva che difensiva",dice il coach degli Warriors,Mark Jackson."Abbiamo avuto pazienza e abbiamo ottenuto una grande vittoria".
 
James Harden segna 34 dei suoi 39 punti nel secondo tempo cercando di tenere in pista Houston,ma negli ultimi minuti riceve una forte botta al gomito che lo limiterà.Gli esami post-gara non evidenzieranno nessuna complicazione.
Golden State batte Houston anche sulle percentuali di tiro,39.8 a 36.6,David Lee ne mette 28 con 14 rimbalzi mentre Klay Thompson e Jordan Crawford chiuderanno con 12 punti ciascuno contribuendo non poco in fase difensiva.La vera chiave della partita è stata limitare Howard nei punti segnati,solo 11 punti per lui con 4 su 13 dal campo.
 
I Warriors con questa vittoria interrompono la più lunga striscia di vittorie di Houston dopo la serie di 22 vittorie nella stagione 2007-08.Il premio di miglior giocatore della gara va sicuramente a Stephen Curry che appoggia al vetro i 2 punti necessari a pareggiare la gara,con la sua direzione in fase offensiva,Golden State tira fuori il meglio.Da segnalare il debutto del neo acquisto Steve Blake in maglia Warriors,solo 3 punti per lui.
 
Golden State dopo questa seconda vittoria consecutiva rimane settima ad ovest con il record di 33 vittorie e 22 sconfitte,Houston è terza con il record di 37-18
Prossimi impegni:i Warriors saranno di nuovo in campo sabato notte contro Brooklyn alla Oracle Arena,mentre Houston giocherà domenica notte fuori casa contro i Phoenix Suns.

NBA