Indiana scaccia i fantasmi e pareggia la serie

Gli Indiana Pacers, guidati da uno straordinario Paul George, conquistano Gara-2 della serie contro gli Atlanta Hawks, che, al contrario del primo match, soffrono la difesa della squadra di Frank Vogel in modo decisivo, sbagliando a cavallo tra il terzo e quarto periodo undici triple consecutive.

Indiana scaccia i fantasmi e pareggia la serie
Indiana Pacers
101 85
Atlanta Hawks
Indiana Pacers: Hill 15 punti e 4 rimbalzi; Stephenson 7 punti e 5 assist; George 27 punti, 10 rimbalzi e 6 assist; West 8 punti e 6 assist; Hibbert 6 punti e 4 rimbalzi
Atlanta Hawks: Teague 14 punti e 5 rimbalzi; Korver 3 punti e 1 assist; Carroll 5 punti e 2 rimbalzi; Millsap 19 punti e 4 rimbalzi; Antic 5 punti e 3 rimbalzi.

Una vittoria degli Atlanta Hawks nella partita giocata questa notte contro i Pacers avrebbe dato un vantaggio nella serie difficilmente recuperabile ai ragazzi di coach Budenholzer. Indiana ha dovuto giocare con questa paura e fronteggiare gli avversari con la consapevolezza che una sconfitta avrebbe potuto vanificare gli sforzi di una stagione intera, che li ha visti far registrare il miglior record nella Eastern Conference.

Ed essendo che i grandi giocatori devono venir fuori negli incontri decisivi, il protagonista di gara-2 non poteva non essere Paul George: il prodotto di Fresno State University ha letteralmente dominato la contesa, mettendo a referto 27 punti, conditi da 10 rimbalzi e 6 assist.

Gli Atlanta Hawks, tuttavia, sono partiti bene e, guidati dal solito Jeff Teague, hanno provato a vincere anche la seconda gara in trasferta, trovandosi in vantaggio alla fine del secondo quarto con un margine di quattro punti (52-48). Però nel terzo periodo c'è stata la riscossa dei Pacers, che con la loro asfissiante difesa hanno messo a segno un parziale di 19-0 e impedito agli Hawks di segnare una tripla per 19 minuti consecutivi, costringendoli a sbagliare 11 tentativi di fila. Protagonisti del parziale che ha deciso il match sono stati George Hill, autore di 15 punti (realizzati tutti nella seconda metà di partita), l'argentino Luis Scola (20 punti) e il già citato George, che ha anche segnato il buzzer beater di fine terzo quarto, portando i suoi sul +14. Nell'ultimo periodo gli Hawks non sono riusciti a ricucire lo svantaggio e si sono dovuti inchinare al team di Frank Vogel.

Nella consueta intervista di fine incontro Paul George ha dichiarato: "Abbiamo chiuso la partita nel terzo quarto, tornando a fare ciò che facevamo nei mesi di novembre, dicembre e gennaio. Penso che abbiamo fatto un grande lavoro, focalizzandoci su ciò che avremmo dovuto fare al rientro in campo dopo l'intervallo"

Le squadre daranno vita a Gara-3 giovedì notte ad Atlanta, dove gli Hawks proveranno a far valere il fattore campo, mentre i Pacers cercheranno di vincere per confermare la ritrovata chimica di squadra.


Share on Facebook