I Wizards vincono Gara-1 e prendono il comando della serie

I Washington Wizards hanno battuto gli Indiana Pacers padroni di casa con il risultato di 102-96, dimostrandosi ancora una volta squadra da trasferta, basti pensare al fatto che, con quella di stanotte, i ragazzi di coach Randy Wittman hanno vinto tutte le partite di playoff finora giocate lontano dalla capitale. Protagonisti del match Trevor Ariza e Bradley Beal, che con le loro conclusioni da oltre l’arco (9/11 in due) hanno bombardato la difesa avversaria, non facendo entrare mai in partita Indiana.

I Wizards vincono Gara-1 e prendono il comando della serie
Washington Wizards
102 96
Indiana Pacers
Washington Wizards: Wall 13 (4/14), Beal 25 (8/18), Ariza 22 (7/10), Nené 15 (6/16), Gortat (4/12). PANCHINA: Andre Miller 3 (1/2), Garrett Temple 0 (0/0), Webster 0 (0/1), Booker 0 (0/0), Gooden 12 (5/11); Al Harrington (DNP), Porter (NDP); Seraphin (DNP). INACTIVE: Glen Rice, Singleton. COACH : Randy Wittman
Indiana Pacers: George Hill 18 (6/11), Stephenson 12 (4/13), George 18 (4/17), West 15 (6/15), Hibbert 0 (0/2). PANCHINA: CJ Watson 9 (3/5), Evan Turner 7 (2/4), Copeland 3 (1/1), Scola 12 (6/11), Mahinmi 2 (1/2)
SCORE: 1Q: 28-15; 2Q: 28-28; 3Q: 13-19; 4Q: 33-34
ARBITRO: Scott Foster, David Guthire, Bill Kennedy Technical fouls: Gortat (W), West (I)
NOTE: Gara 1 del secondo turno/semifinali di Eastern Conference. Washington conduce la serie 1-0 Si gioca al Bankers Life Fieldhouse, Indianapolis, Indiana, USA Cambi di vantaggio: 2 Volte pari: 1 Spettatori: 18165 Durata: 2h37m

A 48 ore dalla dispendiosa Gara-7 di sabato notte contro gli Atlanta Hawks, gli Indiana Pacers sono tornati in campo contro i Washington Wizards per il primo match delle semifinali di Eastern Conference e si sono dovuti inchinare alla migliore condizione fisica avversaria ed alla grande serata al tiro degli ospiti, che si sono aggiudicati la contesa con il risultato di 102-96.

I Pacers non hanno mai dato l’impressione di essere in partita e hanno pagato l’ennesima brutta prestazione dei suoi lunghi, che, capitanati da Roy Hibbert, 0 punti e 0 rimbalzi con un plus-minus di -17, hanno faticato anche contro Marcin Gortat e Nenè, che sulla carta avrebbero dovuto impensierire di meno Hibbert, David West e Ian Mahinmi rispetto ad Antic e Millsap, giocatori più perimetrali e molto più mobili e, dunque, difficili da marcare per i lunghi di Frank Vogel.  Al contrario delle previsioni, i lunghi dei Wizards hanno dominato su quelli di Indiana, con Gortat capace di mettere a referto 12 punti e 15 rimbalzi e Nenè di realizzare 15 punti. Il dominio sotto canestro ed, in particolare, a rimbalzo di Washington è stato molto apprezzato da coach Wittman, che a fine partita ha dichiarato: “Sapevamo che sarebbe stata una guerra a rimbalzo e siamo stati molto bravi a vincerla. Quando prendiamo tanti rimbalzi possiamo partire in contropiede e fare il nostro gioco”. I contropiedi citati da Wittman sono stati il vero elemento decisivo della partita, con John Wall molto abile a penetrare (13 punti) e a distribuire assist (9) per i giocatori lasciati soli sull’arco dei tre punti; a beneficiarne in modo particolare sono stati Trevor Ariza, 22 punti con 6/6 dalla lunga distanza, e Bradley Beal, 25 punti con 3/5 dall’arco, che con le loro conclusioni “pesanti” hanno impedito ai Pacers di avvicinarsi nel punteggio in modo pericoloso alla loro squadra.

Le due squadre torneranno ad affrontarsi mercoledì notte ad Indianapolis per Gara-2, con Indiana chiamata a far rispettare il fattore campo e Washington che vuole mantenere il 100% di vittorie in trasferta in questi Playoffs.

Le statistiche:

I tabellini: 

Gli highlights:

NBA