Miami Heat - San Antonio Spurs in NBA Finals Gara 3

Miami Heat - San Antonio Spurs in NBA Finals Gara 3
San Antonio Spurs
111 92
Miami Heat
San Antonio Spurs : Parker, Green, Leonard, Diaw, Duncan PANCHINA Ginobili, Bonner, Splitter, Belinelli, Mills, Joseph, Ayres, Baynes
Miami Heat: Chalmers, Wade, James, Lewis, Bosh PANCHINA Allen, Andersen, Battier, Cole, Haslem, Jones, Oden, Douglas
SCORE: 1Q : 41-25 ; 2Q : 30-25 ; 3Q : 25-15 ; 4Q : 25-17.
ARBITRO: Officials: #13 Monty McCutchen, #25 Tony Brothers, #28 Zach Zarba
NOTE: Arena: American Airlines Arena, Miami, FL

Gli Spurs vincono gara 3 a Miami, ribaltando nuovamente il fattore campo. Una partita dominata, giocando una pallacanestro CELESTIALE nel primo tempo! Che ha indirizzato il resto della partita. Miami ha provato a rientrare, ma fino al -7 quando Belinelli, con l'unico canestro della sua partita, ha rimandato indietro le ultime speranze degli Heat. Leonard assoluto MVP della gara. Per distacco su tutti. 29 punti con 10-13 dal campo e 3-6 da tre! Green 21 punti in 15 minuti con 7-8 dal campo! Per gli Heat il solito, grande, immenso LeBron, 22 punti, 7 assist, 5 rimbalzi, ma anche 7 perse e qualche tiro sbagliato di troppo. 22 punti anche per Wade, non pervenuto nel primo tempo. Determinante nella rimonta nel terzo quarto. San Antonio riscatta subito la sconfitta di gara 2 e si porta in vantaggio nella serie per 2-1. Dall'American Airlines Arena, per la DIRETTA LIVE di San Antonio - Miami è tutto, da Andrea Bugno e dalla redazione di Vavel Italia, buonanotte !!!

0.00 - In campo le panchine che danno riposo ai giocatori che hanno dato vita ad una grandoisa gara 3. Da una parte e dall'altra! Risultato finale : Spurs 111 Heat 92!

2.10 - James sbaglia prima in penetrazione, poi da tre. PARTITA FINITA! 

3.00 - Duncan fa 2-2 dalla lunetta e riporta a +17 gli spurs. Lo striscione del traguardo è sempre piu vicino! 

Inizia a sfollare la gente di Miami, che non ci crede piu, gli Heat si !

3.19 - Leonard ancora dalla lunetta (1-2) : 105-89. Wade subisce fallo in penetrazione da Leonard. 1-2 per lui, con 22 punti a referto! 105-90.

4.10 - Leonard in penetrazione (26 punti). Lewis non demordeeee. RASHAAARD per il -15! Gli heat non mollano!

5.00 - 2-2 di Ginobili, 100-84 spurs. Fallo di Manu su James, rubata di MILLS, Ginobili solo in contropiede per il +18. Wade appoggia al vetro il -16

5.45 - Diaw fa 1-2 dalla lunetta per il 98-84. Palla persa da Parker, Allen sbaglia un contropiede sanguinoso. Fallo su Ginobili che andrà in lunetta. 

6.25 - MAGIAAAA DI LEEEEBRONNN IN PENETRAZIONE! ILLEGALE!!! 

6.38 - Ancora +14 con due liberi di Leonard (25 punti). Wade accorcia in penetrazione. 94-82! PARKER DA TREEEEEEEEEE su assist di Leonard ancora!!! +15

8.00 - LEOOOOONAAAAARDDDDDDD!!! SCHIACCIATAAAAA sulla riga di fondoooo in testa ad Andersen!! CLA-MO-RO-SAAAA

8.10 - Brutta persa di Diaw, rubata da James.Cole sbaglia da 2, fallo di James a rimbalzo (4 personale)! 

Timeout furioso di Popovich! Non la vuole perdere! Non dopo quel primo tempo! 

8.54 - Leonard da 2, di nuovo +13 spurs. Recuperata di Green, quinta della serata! Leonard sbaglia da tre. Allen NO!!! RAYYYY ALLEEEENNNN! 90-80!

10.29 - Clamorosa persa di James che se la va a riprendere e subisce fallo da Parker. Ancora persa da James, PASSI! 

10.58 - Penetrazione mancina di Danny Green ad aprire il quarto, James realizza da sotto! 20 per LeBron! 

Gli spurs sono 40-0 quando entrano nell'ultimo quarto con piu di 10 punti di vantaggio! 

Errore di Green sulla sirena. Si chiude un terzo quarto fantatsico per gli Heat. Hanno ridotto lo scarto da 21 a 11 punti. Grandissimo Wade con 11 punti nel quarto!

0.42 - Diaw pazzesco in fade away! 86-75 dopo il libero di Andersen!

1.40 - BELINELLIIIIII!!! CHE ATTRIBUTI IL NOSTRO MARCO! Nel momento piu difficile della partita! Una tripla FONDAMENTALE!!! 84-74!

2.10 - Ginobili sbaglia facilmente da tre, dall'altra parte ancora WADE da due. Cole in rovesciata su Splitter! -7  MIAMI E' TORNATA!!! 

3.10 - Fallo di Duncan su Wade, altro giro in lunetta per gli Heat. -11 sul 81-70!

3.53 - Ancora un fallo di Ginobili, stavolta su Allen, 4 fallo. 2-2 per Allen che porta a -13 Miami!

4.03 - Pennellata mancina di Ginobili : 81-64! Entra in campo il nostro Marco! 

5.47 - Mills in penetrazione. L'australiano non ha paura! Duncan stoppa James. Chalmers commette ancora un altro errore ed un altro fallo in attacco!!

Non ancora entrato in campo il nostro Marco Belinelli. 

2-9 per gli spurs dal rientro in campo. Era atteso un calo nelle percentuali, gli Heat ne provano ad approfittare! Parziale Miami di 14-6

6.10 - James realizza in contropiede! Leonard sbaglia da tre ma DIAW prende uno sfondamento miracoloso da LeBron James in contropiede! 

7.26 - Wade da rimbalzo in attacco per il -13. Duncan riporta San Antonio a +15 su assist favoloso di Diaw!

Fallo in attacco per Chalmers, che esagera nello spingere Parker. Sale l'intensità della partita! 

8.44 - Dopo due liberi di Parker, Wade riporta Miami a -15. 

09.20 - Fallo di Diaw su Chalmers, 2-2 di Mario. Fallo in attacco di Green, inerzia Miami! 4 fallo per la guardia spurs!

10:15 - Errore di Parker in uscita dal timeout. Leonard invece non sbaglia : 73-56

Popovich a colloquio con Duncan e Parker nell'intervallo.

11:14 - MAGATA DI WADE! Segna (all'indietro), subisce il fallo e realizza il libero supplementare! TRIPLA DI BOSH che arriva a rimorchio, nessuno si accoppia con lui. TIME OUT POP!

Squadre pronte per il terzo quarto. Palla Heat! Di certo Miami dovrà alzare il ritmo, San Antonio non può alzare il piede dall'acceleratore!

Il 76% ed i 71 punti realizzati dagli spurs nel primo tempo rappresentano il RECORD ALL TIME per punti e percentuali all'interno di un tempo in una partita di playoff!

Le notizie dal mondo NBA parlano di Jason KIDD come nuovo allenatore dei New York Knicks, ed ETTORE MESSINA molto vicino a diventare assistente di Popovich!

LeBron ha chiuso il primo tempo con 16 punti (6-9 dal campo con 2-3 da tre), 5 assist e 3 rimbalzi! Leonard dall'altra parte è a 18! Green è a 13 con il 100% dal campo : 5-5 da 2 e 1-1 da 3! 

Non che gli Heat siano da meno. Del resto i loro 50 punti all'intervallo ci sono tutti con percentuali di tutto rispetto! 56% dal campo(19-34)!!!

Gli spurs tirano 25-33 dal campo con il 75.8%. Sono a 7-10 da tre e 14-17 ai liberi! Una prestazione clamorosa! 15 gli assist di squadra equamente divisi tra i protagonisti!

Leonard all'intervallo : "Beh, stiamo giocando molto aggressivi, ma abbiamo subito molti punti questo quarto e dobbiamo migliorare! Sto tirando bene e i miei compagni mi stanno coinvolgendo in attacco!!!" 18 i suoi punti con 3-4 da tre punti, 3-3 da due e 3-3 dalla lunetta con 3 rimbalzi difensivi! 

0.00 - 2-2 di parker dalla lunetta. James sbaglia sulla sirena... 71 punti!! 71!!! 

0.05 - Bosh schiaccia su assist di James. 10 secondi per gli spurs. Parker subisce fallo da Allen. 2 liberi a 5 secondi dalla fine. 

0.26 - Palla persa prima di Allen poi di Ginobili. Allen fallisce un rigore da solo. Parker mette in ritmo DIAW nell'angolo...TRIPLAAAAAA DEL FRANCESEEE!!! 69-48! 

1:50 - Stoppata di Andersen a Ginobili in contropiede, Birdman prova a mettere in partita anche il pubblico. Parker lo zittisce! 

2:30 - Canestro poetico di Duncan spalle a canestro su Andersen. Allen replica da 3! 62-48, sembrano tornati gli HEAT!

3:10 - ANCORA LEWISSSSS DA TREEEE!!! DI FUOCO RASHARD! -15

4:27 - Duncan da Parker per il nuovo +20. Wade in penetrazione guadagna fallo e canestro dall'altra parte. Sbaglia il libero supplementare!! 

Miami con il 58% dal campo, è sotto ancora di 18! Un dato che fa pensare alla partita che stanno facendo Leonard e company! Ma gli Heat non sono affatto morti! James l'ha appena dimostrato! 16 punti e 3 assist! Ecco la mappa di tiro degli SPURS! 

5:00 - Primo canestro della serata di Parker. Lewis da tre su assist CELESTIALE di James dietro la schiena!!! Ancora Lewis da tre!!! BANG BANG! Controparziale Heat : 8-2! 

6:10 - Altra palla persa di Miami. Settima della serata! Bosh schiaccia su assist di James. 56-34!

7:46 - James prova a dare una scossa con un canestro in post basso. 

55 punti con un apporto praticamente nullo di Parker (0 punti) e Duncan (6). 

8:00 - Leonard ancora da due. Non sbaglia mai! INCREDIBILE PRESTAZIONE DEGLI SPURS! 55-30

9:00 - Gli spurs attaccano con decisione! Danny Green mi ha sentito e realizza la tripla del +23 : 53-30!

9:24 - Green ruba a Wade e va in contropiede per il layup facile. 10 punti con 5-5 da DUE per il tiratore degli spurs! 3 palle rubate!

9:52 - SPURS INDEMONIATI! Splitter da sotto e Mills da tre in transizione. Dopo 14 minuti di gioco Spurs 48 Heat 28! Time out Spoelstra! 89% dal campo spurs!

11:00 - Cole da tre apre le danze. -13! Ancora Danny Green con la lacrima dal centro area. 43-28

INIZIA IL SECONDO QUARTO! 

Primo quarto da KO tecnico per San Antonio : 9-11 da due, 4-4 (100%) da TRE (!), 11-13 ai liberi! 

0.00 - GINOBILIIIIII SULLA SIRENA! Gli spurs dilagano con le triple dell'argentino (fortunosa) e di Leonard. 16 nel primo quarto per lui con nessun errore dal campo! 41-25. Si proprio cosi, 41 punti nel primo quarto! 

0.45 - LEONAAAARD!!! ANCORA LUI DA TRE! dopo un'azione fantascientifica degli spurs. almeno 4 penetrazioni con scarico! Pallacanestro celestiale!

1:40 - Allen si rifà dell'errore precedente, canestro e fallo. Converte il libero supplementare. 31-23. Splitter sul passaggio di Ginobili ridà 10 lunghezze di vantaggio a San Antonio!

2:15 - Due liberi a bersaglio per Bonner (29-20), che si iscrive a referto in queste Finals. In campo per gli Heat ci sono Cole e Jones. Allen sbaglia in arresto e tiro. Meravigliosa azione degli spurs, sull'asse Leonard-Diaw-Splitter. Due liberi per il brasiliano. 2-2! 31-20!

LeBron James ha segnato gli ultimi 12 punti per i Miami Heat!

3:38 - Dopo un'azione orrenda di Miami, James salva capra e cavoli. Altra TRIPLA!!! Assolutamente IMMARCABILE!!! Time out Popovich, San Antonio 27 - Miami 20!

4:00 - 5 punti consecutivi di James riportano Miami a -9. ll re è a quota 11 punti personali 

5:00 - Ritmo indemoniato degli spurs che giocano anche nei primi secondi dell'azione. In campo Bonner e Ginobili per Pop. Allen e Andersen dall'altra

5:25 - 25 i punti che raggiungono gli spurs con la tripla di Leonard! infallibile! 

5:50 - Gli spurs cambiano su tutti i pick&roll, "copiando" il piano tattico di gara due di Miami. Green segna ancora in penetrazione. James schiaccia in testa alla difesa. 22-12

6:55 - In uscita dal timeout, Chalmers sbaglia un'altra tripla, Diaw porta in post basso Lewis e segna il +10. Doppiati gli Heat 10-20

10 punti di Leonard, 2-2 da 2, 1-1 da tre e 3-3 dalla lunetta. Gli stessi punti che hanno a referto gli Heat!

7:22 : Chalmers non entra in partita e sbaglia un tiro apertissimo da tre. Leonard, invece, armato da Parker realizza dall'arco : Spurs 18-10! Primo time out Spoelstra.

8:00 - LeBron accorcia dalla lunetta, 2-2, 4 punti per lui. Green in penetrazione attacca il ferro e realizza il nuovo più 5. 

8:40 - Wade pareggia ad 8 un canestro di Green in contropiede. Leonard attacca il canestro e realizza un 2+1 per il +3. Altra palla recuperata da Green che lancia Leonard che schiaccia : 13-8.

9:46, 1Q : Primo canestro del re, battendo Duncan che aveva cambiato su un pick&roll

10:20, 1Q - Lewis per il primo vantaggio Heat. Leonard si guadagna un fallo in penetrazione e realizza entrambi i liberi : 4-4!

11:25, 1Q - Il primo canestro è di Duncan su assist di Diaw. 2-0. Pareggia Bosh a quota 2 con un fade away dal post basso. 

3.10 - Palla a due tra Tim Duncan e Chris Bosh. Palla Spurs

Ecco la mappa di tiro nella serie di Tim Duncan, 75% nelle prossimità del canestro. Di sicuro la speranza nero-argento anche in gara 3! 

3.05 - Ecco la novità di Popovich, nel quintetto degli Spurs, c'è Boris Diaw! Assieme a Parker, Green, Leonard ed ovviamente Tim Duncan!

La concentrazione dei BIG THREE di San Antonio prima dell'inno.

3.00 - Squadre pronte per l'inno nazionale...tutti allineati sulle proprie linee del tiro libero.

2.52 - Il tweet di LeBron è tutto un programma : LET'S PROTECT HOME! 

2.50 - Popovich nel pregara sottolinea che il loro obiettivo è di togliere il più possibile tiri facili, contestando in qualsiasi modo tiri da due e dalla lunga distanza. E soprattuto di girare maggiormente il pallone in attacco. Dalla pressione difensiva deve scaturire la velocità e la transizione dell'attacco di San Antonio. 

Ecco le stats di gara 2. Da Notare la percentuale scarsissima ai liberi di San Antonio. 

2.45 - Rispetto a gara 1, nella seconda partita, i Miami Heat e LeBron James sono passati dal tirare il 47% dal campo al 54%. Ma il dato che fa riflettere è quello dei rimbalzi. In gara 1 Miami ha perso di 10 (29-39) questa sfida nella sfida. Nella seconda, invece, è riuscita a chiudere davanti per un solo rimbalzo. Decisivo se pensiamo che la gara sia stata vinta soltanto di due punti. 

2.40 - Come fu in gara 1 lo scorso anno, San Antonio cerca di bissare il successo nella prima gara casalinga, provando a riportare a proprio favore il fattore campo. Lo scorso anno gli Spurs si imposero per 88-92, con un Parker da 21 punti e la solita doppia doppia di Tim Duncan, che chiuse con 20 punti e 14 rimbalzi. Ginobili ne mise a referto 13 uscendo dalla panchina.

2.35 - In gara 2 Spoelstra ha dato molti minuti in cabina di regia a Norris Cole, che ha sostituito più che degnamente Mario Chalmers, che nelle prime due uscite non ha brillato per lucidità e realizzazioni. Potrebbero ruotare inoltre anche Jones ed Haslem, utilizzati per dare fiato a Lewis e James. 

2.30 - Il piano partita degli Heat verterà soprattutto nel ripetere la grande difesa degli ultimi due quarti di gara due. Dove non hanno concesso più canestri facili agli Spurs ed a Duncan in particolare. San Antonio ha chiuso con 18 punti nell'ultimo quarto, dimostrando di non aver trovato le giuste contromisure ai cambi difensivi di Miami. Riuscira a cambiare qualcosa stasera?

2.25 - Arrivano i quintetti ufficiali : Spoelstra non cambia niente rispetto alle prime due gare. Chalmers, Wade, Bosh, Lewis, Bosh.

2.15 - Tony Parker scende in campo per il riscaldamento pre-partita. 

2.10 - E della preparazione della coreografia all'interno...tutto è pronto! 

2.05 - Ad un'ora dalla palla a due, cresce l'attesa per la partita. Una visione dell'esterno del palazzetto di Miami. 

2.00 - Benvenuti all’American Airlines Arena di Miami per la cronaca diretta di gara 3 delle finali NBA tra i padroni di casa, i Miami Heat, ed i San Antonio Spurs. Da Andrea Bugno e dalla redazione basket di Vavel Italia, la più cordiale buonasera. La serie giunge al terzo atto, sul punteggio di 1-1. Assoluto crocevia della serie, che può definitivamente spostare gli equilibri dalla parte di LeBron James e degli Heat. Dall’altra la squadra di Popovich è chiamata al riscatto, dopo aver lasciato gli ultimi due quarti alla sfuriata del 6, che a tratti è stato dominante. 

Gara 1: 95 - 110 San Antonio
Gara 2: 98 – 96 Miami Heat
Gara 4 : la notte fra 12 e 13 Giugno, @ Miami
Gara 5 : la notte fra 15 e 16 Giugno, @ San Antonio
Gara 6 (se necessaria) : la notte fra 17 e 18 Giugno, @ Miami
Gara 7 (se necessaria) : la notte fra 20 e 21 Giugno, @ San Antonio

Due partite giocate, gli Heat e gli Spurs si sono divisi la posta in palio, con la squadra di Miami che ha la possibilità, adesso, di gestire il fattore campo, sovvertito in gara 2. Particolare da non sottovalutare, tenendo conto che gli Heat nella postseason non hanno mai perso tra le mura amiche : 8-0 alla “triple A” Arena. Gli Spurs proveranno ad interrompere questa striscia positiva. Di certo hanno più possibilità di Charlotte, Brooklyn ed Indiana. E dalla loro possono contare sul fattore Parker, che anche se a mezzo servizio e con i soliti problemi fisici, ha chiuso le prime due partite con 20 punti di media, e su Tim Duncan, uomo in missione, che ha appena raggiunto Magic Johnson nella classifica di tutti i tempi di doppie doppie nei playoff. 

IL CRACK – Dopo tutto quello che si era sentito dopo gara 1, i crampi e ciò che ne è conseguito, si aspettava una risposta dal “prescelto”. E LeBron James ha risposto. E che risposta. 35 punti, 10 rimbalzi ed una sensazione di totale controllo dei suoi mezzi e di compagni ed avversari. Una sensazione di onnipotenza. Quella che si attendeva da James da un po’ di tempo. E di certo i due anelli vinti di seguito, hanno dato più certezze (mentali più che tecniche) delle possibilità di elevarsi al di sopra del resto del gruppo. Gara 2 è l’apoteosi. Dopo un primo quarto da soli due punti, 1-4 dal campo (quell’uno è una schiacciata stratosferica), King James sale in cattedra e si toglie le pantofole con le quali era sceso in campo nelle prime tre serie ed in gara 1. Gli Spurs hanno l’onore di vederlo nelle sue vesti migliori. Nei due quarti centrali, segna letteralmente ogni volta che alza la mano. Escludendo il primo quarto, arriva negli ultimi 5 minuti di gioco con un terrificante 11-13 dal campo. Con un personalissimo parziale di 8-0 (2-2 da tre in faccia a Diaw), nel momento del bisogno sul -2 a metà terzo quarto. Quanto basta per indirizzare la partita. La chiude come farebbe un grande, un grandissimo. Non con un canestro, non con un tiro forzato, ma da campione. La difesa di San Antonio è tutta per lui, lo sa, lo sente. Ed appena entrato nel pitturato regala un cioccolatino a Bosh tutto solo davanti alla panchina Spurs, che taglia le gambe a Duncan e compagni. 1-1, palla a centro. 

IL CAST DI SUPPORTOBosh, appunto. Entrando in gara 1 e soprattutto all’interno di questi playoff 2014, il vero rebus era legato attorno all’ex Raptors. Avrebbe confermato le aspettative della regular season? Avrebbe retto alla continua pressione di dover dare sempre il massimo con quei due mostri al suo fianco? Ecco, dopo James, per distacco è diventato il secondo violino della squadra. Un po’ per le prestazioni altalenanti di Wade, ma soprattutto per la sua capacità di farsi trovare pronto quando conta. "Penso che lavorare su sé stessi è un processo costante", ha detto Bosh, prima di continuare: " Non mi preoccupo di queste cose. Mi concentro sul gioco e su quello che dobbiamo fare in campo. Abbiamo la possibilità di competere per un altro campionato. Questo è tutto ciò che conta per me ora ". E conta e come Chris, la “tripla” della vittoria di gara 2 è sua (4-6 da tre e 18 di media nella serie), e nessuno gliela toglie. Chapeau. 

L’UOMO CHE NON TI ASPETTI – Vediamo un po’, quanti alla vigilia avrebbero scommesso anche un solo centesimo che questa serie sarebbe cambiata dalle prestazioni di RASHARD LEWIS? Ecco, cambia in difesa su tutti i blocchi, difendendo decentemente anche sui piccoli di San Antonio, apre la scatola in attacco con il suo range illimitato di tiro. Si fa trovare sempre pronto nel momento del bisogno. Per James e Wade un altro pedone sul quale contare. 10 punti in gara 1, 14 nella seconda, dove si è preso molte responsabilità dal perimetro, meritandosele tutte.

CASO WADE – Nonostante le statistiche di fine partita parlino di 14 punti e 7 rimbalzi e 4 assist, ci sono anche 5 palle perse ed una prestazione troppo latitante nei momenti decisivi della partita. Da uno come lui ci si aspetta ben altro. In più arriva dall’Nba la multa di 5000 dollari per aver “simulato” uno scontro di gioco con Manu Ginobili nel corso del secondo quarto. "Mi ha colpito", ha detto Wade lunedì, prima che l'ammenda fosse annunciata. "E 'stata una chiamata tardiva da parte l'arbitro, ma alla fine ha chiamato il fallo". Certo, il fallo è stato chiamato, ma gli arbitri spesso possono sbagliare, Dwayne, e di certo la reazione della guardia degli Heat non è stata delle più sportive. Non da lui. 

CASA SPURS – Di certo Popovich ed i suoi ragazzi avranno avuto di cosa parlare durante la visione della partita e degli errori di gara 2. La rimonta del secondo quarto, la marcatura di James, le contromisure da adottare per gara 3 a quelli che sono stati gli aggiustamenti di Spoelstra e degli Heat, le troppe palle perse nel finale e soprattutto quello 0-4 ai liberi che poteva chiudere la gara e portare San Antonio sul 2-0. Come ha fatto San Antonio ad andare negli spogliatoi sul 43-43, quando era avanti 30-19 e sembrava in controllo della partita? Come è stato possibile vedere da solo James e chiudere rapidamente il gap? "Sinceramente non so cosa sia successo in quel periodo", ha detto Duncan. «Ma i troppi palloni persi sono stati probabilmente un fattore per il break subito". Già, le palle perse. Anche se in gara 1 erano state 23 e gli Spurs sono riusciti a portare a casa la partita, nella seconda, la metà sono state decisive per perderla. Una, sanguinosissima di Ginobili ad un minuto dalla fine (1:01 per la precisione), con una fucilata per Duncan che non ha controllato. "Abbiamo preso un duro colpo oggi", ha detto Manu, che nonostante i 19 punti, ha tre palle perse, "Eravamo in una buona posizione ad un minuto dalla fine. Abbiamo giocato una partita buona, ma non perfetta. Ma eravamo proprio lì, e ci è scivolata via con quel passaggio". Duncan, lo stesso Tim che nel primo tempo era stato la chiave del break per San Antonio, realizzando la doppia doppia numero 157 (pareggiato Magic nella classifica all-time), che nel secondo non è riuscito ad incidere come in gara 1. 

QUEI 4 TIRI LIBERI 6:43 dalla fine, San Antonio avanti 87-85. Chalmers va in penetrazione contro Tony Parker che gli chiude la strada per il canestro. Il play degli Heat nel liberarsi rifila una gomitata al franco-belga che cade a terra. Fallo in attacco, e dopo l’istant replay, anche il fallo antisportivo. 2 tiri liberi e possesso. Parker resta in campo, dolorante, non vuole il cambio. Li sbaglia entrambi. Dalla rimessa, Duncan cattura un rimbalzo in attacco e subisce fallo. Altri 2 liberi, altri 2 errori. Uno 0-4 che peserà come un macigno nel punteggio, ma soprattutto nelle teste dei giocatori. Soprattutto perché dall’altra parte James ha messo la tripla del sorpasso Heat. "Per quanto mi riguarda sicuramente non sto pensando a quello che è successo la scorsa stagione”, ha detto Parker. “Mi sto solo concentrando su quello che posso fare per aiutare la squadra a vincere".

LA CHIAVE TATTICA – Dov’è che gli Heat hanno girato gara 2? Quand’è che qualcosa si è inceppato nell’attacco di Popovich? 30-19 San Antonio, partita che viaggia secondo i ritmi della squadra di casa, time out Miami. Spoelstra mette in atto quello che probabilmente era chiaro agli addetti ai lavori dopo gara 1. Gli spurs sono troppo abili a spezzare il raddoppio dal pick&roll, sfruttando al meglio il bloccante che taglia verso canestro e le sponde che ne conseguono. Quindi, la soluzione è il cambio, non più il raddoppio. Risultato eccellente. I lunghi di Miami cambiano su ogni pick and roll, rallentando di molto l’ingresso nei giochi di San Antonio, che fatica molto a prendere ritmo e velocità. Gli uno contro uno e gli isolamenti non funzionano e Parker e compagni iniziano ad innervosirsi. Le dichiarazioni di Popovich post-partita dicono tutto, accusando di una scarsa circolazione della palla : "Non possiamo metterla nelle mani di qualcuno e fargli creare tutto per gli altri", ha detto. "Dovrebbe essere uno sforzo di gruppo, ma non è stato fatto. Questa sconfitta ci mette molta pressione. Significa che nel resto della serie dovremmo essere perfetti in difesa, e non perdere occasioni come quei quattro tiri liberi di fila, questo genere di cose”. Chiude con un eloquente ed incisivo : "Si sposta la palla velocemente o si muore".

NBA