Live San Antonio Spurs - Miami Heat in delle NBA Finals Gara 4

Live San Antonio Spurs - Miami Heat in delle NBA Finals Gara 4
San Antonio Spurs
107 86
Miami Heat
San Antonio Spurs: Parker 19, Danny Green 9, Leonard 20, Diaw 8, Duncan 10. Panchina: Joseph 3, Mills 14; Belinelli 4, Ginobili 7; Bonner 3; Ayres 3, Baynes 2, Thiago Splitter 6. Inattivi: Daye. Coach: Gregg Popovich
Miami Heat : Chalmers 4, Wade 10, James 28, Lewis 2, Bosh 12. Panchina: Douglas 0, Cole 2; James Jones 11, Allen 8; Haslem 2, Battier 0; Oden 0, Andersen 5. Inattivi: Beasley, Justin Hamilton. Coach: Erik Spoelstra
SCORE: 1Q: 26- 17; 2Q: 29 - 19; 3Q: 26 -21; 4Q: 26-29
ARBITRO: Joe Crawford, Mike Callahan, Tom Washington
NOTE: Si gioca Gara-4 delle 2014 NBA Finals all'American Airlines Arena, Miami, Florida, USA. San Antonio conduce la serie 2-1

E con questo è tutto. Appuntamento alle 2 nella notte fra domenica e lunedì per il primo win-or-go-home per Miami e/o championship-poin per San Antonio. Da Vavel Italia ed Antonello Amgelillo è tutto, buonanotte

Miami chiude con i soli Big Three e James Jones (re del garbage) in doppia cifra. 28 con 8 rimbalzi per James, 12 con 4 rimbalzi per Bosh, 10 con 4 assist per Wade, 11 per Jones. Solamente due per Lewis, 4 per Chalmers, 8 per Allen, 0 per Douglas e Battier, 5 per Andersen, 4 per Cole, 2 per Haslem, 0 per Oden.

Per San Antonio quattro giocatori in doppia cifra. oltre ad i 20 con 14 rimbalzi per Leonard (MVP per la seconda gara consecutiva) ci sono i 19 di Parker, i 14 di Mills ed i 10 (con 11 rimbalzi, doppia doppia storica) per Duncan. Rimangono sotto la doppia cifra Diaw (8 con 9 rimbalzi e 9 assist), Green (9), Ginobili (7), Splitter (6), Bonner (3), Joseph (2), Belinelli (4), Baynes (2) ed Ayres (3)

Top scorers: Leonard 20| James 28
Top rebounder: Leonard 14 | James 8
Top assistman: Diaw 9 | Chalmers 5

Finisce 107 - 86 Gara-4. Gli Spurs trionfano per la seconda volta a Miami. Se Gara-3 poteva essere una storia a sé, date le percentuali surreali di San Antonio, Gara-4 non lo è. San Antonio gioca una buona, non ottima, partita. E' Miami che non risponde presente e gioca una partita lacunosa in difesa ma sopratutto in attaco, dove solo James giocando da solo risolve qualcosa. Si torna in Texas sul 3-1 per San Antonio con l'impressione netta che la serie sia chiusa.

0.11 - 107 - 86 - Contemporaneamente James Jones ne ha sparati 9 con tre triple nei due minuti finali.

Intanto, durante il time-out che sancirà quali quintetti garbage scenderanno in campo per gli ultimi minuti, Croy Joseph, dico CORY JOSEPH catechizza i suoi

3.06 - 95 - 75 - Wade e James vanno in panchina a riposarsi. Solo Bosh in campo ma ormai regna il garbage e sta per uscire anche lui. Belinelli mette i primi due di Gara-4.

3.38 - 95 - 73 - Silenziata l'arena, i pessimi tifosi di Miami cominciano ad uscire anche stasera, il tempo scade. San Antonio arriva a 95 con l'appena secondo canestro di Ginobili dopo i due di Cole

5.04 - 93 - 71 - Pezzo di storia. Altra doppia doppia ai Playoffs per Duncan. Scalata la vetta della storia: colui che ha postato più doppie doppie di sempre in post-season Intanto Leonard è arrivato a 20 e gli Spurs son tornati a +22. Parziale di 4-0 condito da Diaw al nono assist della notte. Scherziamo, Boris? E ci metti anche 8 punti e 9 rimbalzi? Vuoi fare tripla doppia alle Finals?

6.25 - 89 - 71 - Parziale di 5-0 Heat. Due per Bosh ed Allen ed un solo libero su due per Wade con di mezzo uno sfondamento di Ginobili ed un ferro di Duncan

7.37 - 89 - 66 - Leonard in paradiso, jumper che fa 18 punti. Miami ai POs non perde due partite consecutive da due anni

8.37 - 87 - 66 - ANCORA MILLSSSSS DA TRE! L'AUSTRALIANO!!!! 14 PUNTI. In attacco Miami deraglia grazie a Chalmers che mestamente torna in panchina per James

9.05 - 84 - 66 - Si scrolla di dosso parecchia polvere Wade che fa step-back e mette dentro. 9 punti per Flash. Timeout Popovich  sul parziale di 7-0 Heat. -17

9.32 - 84 - 64 - Miami va in lunetta per due liberi con Wade. E' il quinto fallo personale per Green. 1/2

10.09 - 84 - 63 - Haslem si prende fallo e rimessa e sugli svilupp taglia e segna in schiacciata bimane. Precedentemente dentro un tiro di WAde

11.35 - 84 - 59 - Spoelstra ci prova facendo entrare Haslem. Dopo due secondi ecco il primo fallo, non sto scherzando. Il pubblico dell'AAA si accende all'entrata di UD ma Mills zittisce con la tripla. James è in panchina

James predica nel deserto: 28-7-2 con 10/15 dal campo e 4/6 da tre. Nessun altro Heat in doppia cifra, e siamo ad inizio quarto quarto dietro l'angolo

0.9 - 81 - 57 - Bonner schiacciato per Splitter ed il brasiliano punisce. Leonard si guadagna due liberi con una schiacciata poderosa stoppata solo fallosamente da Andersen. 1/2. Finisce il quarto, +23 SAS

1.08 - 78 - 57 - LeBron gioca da solo. Perde palla incaponendosi e cercando tardivamente il passaggio per il taglio di Cole. Poi spara da tre, ancora

1.47 - 78 - 54 - Secondo viaggetto in lunetta in pochi minuti per Parker. Nel primo 1/2, nel secondo - inframezzato dal tecnico sbagliato da Ginobili - 2/2

2.46  - 75 - 54 - Duncan è l'uomo cha ha giocato più minuti di tutti ai POs, superato appena ora Jabbar. Prosegue il duello fra James e Leonard. James penetra da solo e fa 5/5 nel quarto, vola Leonard a canestro, Bron da tre da centrocampo.

3.48 - 73 - 49 - Duncan schiaccia in faccia al recupero. +21. Leonard da tre la chiude, +24. 

5.31 - 68 - 49 - James sbaglia un libero e ne mette uno su regalino arbitrale che porta Miami in bonus. Spoelstra ha tolto ogni play e si gioca tutto con Lewis per Chalmers

5.39 - 68 - 48 - Il quintetto piccolo di Miami costringe Wade a marcare Diaw. Il miss-match è evidente ed il francese ne approfitta. Gli ospiti son tornati a +20. Dove sono i Miami Heat? Wade, per adesso, è a quota 1/8 dal campo. Timeout Miami sul parziale di 7-0 per SA

6.21 - 66 - 48 - San Antonio prova a rimettere la firma finale sulla serie con Leonard, capace di fare il nono e decimo punto della sua Gara-4. E' doppia doppia per l'ala piccola. Ginobili ruba palla a Miami 

7.22 - 63 - 48 - Gli Spurs escono bene dal time-out con un canestro di Duncan a far musica nelle orecchie di Pop. Dall'altra parte è zona per San Antonio che cattura il rimbalzo sull'attacco di Miami. E' il nono di Leonard

7.54 - 61 - 48 - La rimessa di Miami è buona e libera James al ferro, tutto solo. Lay-up semplice. -13, ce la possono fare i campioni in carica a rimontare? James ne ha fatti 10 dall'inizio del terzo quarto. 10 punti in 4.04 minuti

7.59 - 61 - 46 - Tony Parker non si ferma più e mette a segno nuovamente. Chalmers risponde con un tiro in corsa. James 2/2 dalla lunetta, airball di Parker da tre. Wade guadagna un fallo-  Ci provano gli Heat a rimettersi in carreggiata, attaccando il ferr

9.20 - 59 - 42 - Segnano Parker e di nuovo James che prova a scalfire la difesa di Leonard. San Antonio sbaglia sulla sirena dei 24. James si isola di nuovo con Leonard, si prende la linea di penetrazione e segna ancora

11.35 - 57 - 38 - Si comincia e Miami prende un canestro da Diaw. Intanto c'è una novità: Allen parte titolare nel secondo tempo con Lewis che perde il posto. Wade sbaglia la prima volta, nel secondo viaggio offre ad LBJ la schiacciata in transizione

Le squadre sono in campo. Miami è rimasta pochissimo in spogliatoio

Il miglior marcatore degli Heat è James con 9 punti. Bosh con 8 , Wade con 4 e Lewis e Chalmers con 2 chiudono il quintetto. Dalla panchina 11 punti (Allen 6, 3 Andersen, 2 Cole; 0 per Battier e Douglas). Miglior rimbalzista Andersen con 4. Sono solamente 4 gli assist di serata: uno a testa per DWAde e Chalmers, 2 per James

Unico giocatore in doppia cifra Parker con 12 punti.  Per gli Spurs ne segnano 9 Green, 8 Leonard, 4 Duncan e 3 Diaw nel quintetto iniziale. La panchina combina per 19 punti (5 Ginobili, 4 Splitter, 2 Bonner, 8 Mills). Top-rebounder Kawhi con 8, poi Duncan con 6 e Diaw con 5. Per quanto riguarda gli assist il migliore è Diaw con 4

0.10 - 55 - 36 - James si salva la reputazione e mette una tripla allo scadere dei 24 dopo aver perso tre quarti di palla per colpa di Leonard, ancora lui, mostruoso in difesa. Si torna negli spogliatoi sul -19 e James ha una faccia che è tutta una programma

0.55 - 55 - 33 - La chiave della serie sta girando. Oggi potrebbe finire tutto. Lo capisci da come SA sbaglia il tiro, Miami si rifiuta di prendere il rimbalzo e Leonard - non tagliato fuori da nessuno - vola al ferro a schiacciare. Roboante. Ottavo rimbalzo per Leonard

1.36 - 53 - 33 - Ennesimo timeout di Miami perché Mills ha sparato un'altra tripla. Vantaggio di +20 di San Antonio. Crolla tutto a South Beach...

2.26 - 48 - 33 - Doppio tiro positivo di Kawhi dalla lunetta. Dall'altra parte finisce il digiuno di Chalmers che segna dalla media. Ora un poverissimo Wade in lunetta. 2/2 a cronometro fermo per Flash

3.24 - 46 - 29 - Dalla lunetta 100% per Duncan. Entra Douglas visto il terzo fallo di Ray Allen. James ai liberi fa invece solo 1/2 in un momento in cui il 2/2 sarebbe stato più che necessario

4.16 - 44 - 28 - Ed è +16 nero - argento. Segna TP. Miami dall'altra parte pasticcia e sbaglia qualsiasi tiro. Da James a Lewis non c'è tiro che entri. Avaria: 28 punti in più di un quarto e mezzo

5.26 - 42 - 28 - Prove tecniche di fuga, San Antonio va sul +14. Chalmers lancia un mattone e dà al possesso ai texani che, dopo un rimbalzo, trovano il quarto assist di Diaw che spara fuori e trova l'Argentino da tre. Poco prima Leonard contestato da James si fa beffe del Re ed a contatto segna ugualmente. Timeout Miami

6.27 - 37 - 28 - Ancora Alleeeeeeeeeeen! Meravigliosa tripla dell'ex Celtics che fa fly-by a Danny Green e mette e prova a fare -11. Ma San Antonio, poco prima, aveva segnato su pick and roll francese Parker-Diaw: Tony penetra per il suo settimo ed ottavo punto di serata

7.31 - 35 - 23 - Respira Miami dopo un tiro sbagliato di Wade ed una quasi palla persa. Tripla di Allen. Non c'è tempo di esultare che Diaw apre per Splitter da dietro la schiena col brasiliano che schiacchia ma è Miami che sbaglia difensivamente

8.54 - 33 - 20 - Solo 1/2 pert Andersen dalla charity stripe. Mills perde palla, Splitter la tocca col piede ma Miami non ne approfitta. Anzi, si becca il canestro di Diaw su sponda di Tim Duncan. Pasticcia DWade. Gli Heat stanno faticando da morire in attacco. Timeout

10.20 - 31 - 19 - Splitter e Danny Green ne segnano cinque. James si alza dalla panca e capisce che non può riposare. Cole segna e , per fortuna Heat, è solo -12

1° quarto : 26 - 17 - LeBron perde palla banalmente e consente a Mills di scappare in contropiede per il +9. Poi cerca di segnare l'ultimo tiro a disposizione e lo sbaglia. La prima frazione si chiude con gli Spurs che segnano il 56% dei tiri tentati. Miami ha fatto solo un assist. Top scorers: Green, Parker e Bosh con 6; 3 rimbalzi per LBJ e Duncan, 4 per Leonard. 3 assist per Leonard

1.07 - 24 - 15 - In lunetta non sbagliano Andersen e Ginobili

1.32 - 22 - 13 - San Antonio legge benissimo in attacco ed apresul lato debole per Mills che spara da tre. Precedentemente un runner di Bonner che sorprende tutti non prendendosi il tiro da fuori. Andersen in lunetta

2.52 - 17 -13 - Leonard fa 2/2. Si cambia lato del campo, LeBron si prende Splitter sl P&R e gli segna una tripla in faccia poi Splitter ed Andersen sbagliano due tiri da sotto e Leonard commette fallo offensivo. Dentro Battier, che in gara-3 non ha giocato

3.46 - 15 -10 - Wade fa 0/2 e sugli sviluppi Leonard si guadagna altri due liberi dopo un rimbalzo difensivo

4.19 - 15 -10 - James si siede un attimo in panchina e poi torna in campo. Wade in lunetta dopo un canestro di Parker. Dentro Andersen, Allen, Ginobili, Splitter e Bonner. Fuori Bosh, Lewis, Duncan, Diaw, Danny Green

4.59 - 13 - 10 - Mini parziale di 6-0 di Miami che stoppa due volte consecutive San Antonio. A segno Wade con un lay-up da effetti speciali e Bosh con una penetrazione ed un jumper. Dall'altra parte sbaglia Green e Diaw perde palla. Timeout San Antonio ma ATTENZIONE: LEBRON SCAPPA IN SPOGLIATOIO. Da come si regge in piedi si potrebbe pensare ad un veloce bisognino

6.52 - 13 -4 - Miami chiama timeout. Danny Green ha segnato di nuovo da tre. Gelo e paura a South Beach. +9 per i texani che provano a scappare. Secondo assist di Kawhi Leonard

8.00 - 10-4 - Prima tripla della serata. Firma Danny Green cha fa +4 dopo un bel P&R Chalmers - Lewis. Parker segna il +6 sul secondo assist di serata di Diaw

9.53 - 2-2 - Dopo 4 errori San Antonio trova finalmente i primi due punti della gara. Si lotta, molta difesa in transizione. Pareggiato il tiro a segno di Bosh con Duncan

3.12 - Partiti, tip-off vinto da Miami. Dopo un bel giro-palla il possesso si conclude con tu turnover di Miami. Dall'altra parte ferro per Parker

3.10 - Quintetto confermato anche per San Antonio: Parker, Danny Green, Leonard, Diaw, Duncan. 

3.04 - Inno americano on air. Manca poco al tipoff

3.01 - Anche Miami in campo

Your @MiamiHEAT are on the floor! Tipoff inside #WhiteHot @americanairlinesarena is minutes away - miamiheat - Instagram

2.55 - San Antonio Spurs in campo per qualche minuto di riscaldamento

2.46 - Ginobili stesso ed i tiri dalla lunetta

2.45 - Un gruppo di tifosi di Ginobili all'AAA

Manu's personal cheering section at tonight's game. #GoSpursGo

2.45 - Mills e le triple contestate

2.44 - Duncan e qualche tiro dalla media di riscaldamento

Duncan getting loose before tonight's game. #GoSpursGo

2.42 - L'arrivo in massa degli Spurs

Arriving for tonight's game. #GoSpursGo - officialspurs - Instagram

2.40 - Quintetto iniziale di Miami: Chalmers, Wade, James, Lewis, Bosh. Panchina: Cole, Douglas; Allen, James Jones; Halsem, Battier; Andersen, Oden. Inattivi: Beasley, Justin Hamilton

2.38 - Spoelstra dopo l'allenamento di stamattina: "Abbiamo fatto una buona giornata di allenamento. Dobbiamo sfruttare questa opportunità". Bosh: "Questa + una partita che non possiamo perdere. Non possiamo tornare a San Antonio sotto 3-1, senza dubbio"

02.00 - L'83.3% delle squadre che si portano a casa Gara-3 sull'1-1 vincono la serie. Stavolta la terza gara è andata agli Spurs, dominatori massimi della serata a South Beach due giorni fa. Ma anche l'anno scorso, sull'1-1, Gara-3 andò a San Antonio. Eppure sappiamo tutti chi ha poi vinto le Finals. Gli Heat. Stanotte Miami proverà a cominciare un'altra rimonta, quella che gli consegnerebbe il terzo titolo consecutivo. Buonasera e benvenuti alla copertura live di Gara-4 delle NBA Finals 2014 fra Miami Heat San Antonio Spurs. Un caloroso saluto da Antonello Angelillo e Vavel Italia che stanotte vi offriranno la diretta del quarto incontro, raccontandovi le azioni salienti di Game 4 con aggiornamenti di punteggio in tempo reale. La serie è ferma sul punteggio di 2-1 per San Antonio dopo tre tornate. Nel bene e nel male la serie è ruotata attorno a LeBron James. Il #6 ha lasciato i suoi sforniti di opzioni offensive nel finale di Gara-1 per crampi ed i suoi hanno perso la partita. In Gara-2 è sceso dal trono a dominare sui comuni mortali e si è impossessato della partita prima che Bosh infierisse il colpo finale. In Gara-3, il suo diretto marcatore, è salito sul palco ed ha dettato lui il ritmo.


Kawhi Leonard ha mangiato LeBron a colazione due sere fa, chiudendo con 29 punti (10/13 al tiro), 4 rimbalzi e 2 assist. Ma la sua partita bisogna leggerla sotto un'altra chiave. Nemmeno le due steals ed i due blocks sono in grado di raccontarla per bene. La difesa sul Re è stata di quelle asfissianti con cui nessuno vorrebbe mai avere a che fare su un campo di gioco. Leve lunghe, cuore forte, bocca chiusa. E pedalare. James ha provato anche la carta degli isolamenti ripetuti (nel secondo tempo) per provare a mandarlo in trouble-foul (cosa puntualmente successa in Gara-1 e Gara-2). Niente da fare. Kawhi - nome esotico, atteggiamento agli antipodi alle mete isolane proposte dal suono del suo nome - ha retto eccome. Anzi, ha costretto LBJ ad appena 6 punti nella ripresa. Insieme a lui una prestazione degna di nota l'ha sfoderata l'altro ragazzo di complemento: Danny Green. 15 punti di cui solamente tre a segno da dietro l'arco (di solito sua specialità, ieri solamente un opzione del suo attacco. Inaspettate le penetrazioni che ha mostrato) e la bellezza di 5 steals. La difesa di questi due ragazzotti ha permesso poi all'attacco di San Antonio non solo di essere infallibile ma anche letale. 

I texani, arrivati ad un certo punto, avevano messo 18 dei 20 tiri tentati. Sono stati 10 minuti effettivi di Gara-3 senza sbagliare un tiro, che fosse lay-up, tripla o jumper. 41 punti nel solo primo quarto. 76% dal campo nel primo tempo. 86% di EFG. Sono andati anche in lunetta (17 volte) e hanno perso poche volte palla (5 TOs nel primo tempo). Ci sono voluti 38 possessi texani perché Miami ottenesse due stop consecutivi. Sotto colpi di questa portata gli Heat non potevano che crollare. Eppure, quando San Antonio si è addormentata per un attimo, Miami non ha perso tempo per tentare a riprendere la gara. Si è arrivati anche al -7, grazie alle triple di Rashard Lewis ed alla voglia di far bene ritrovata di Wade. Poi il Beli, in quei 6 minuti che è stato in campo, ha trovato il tempo di chiuderla con la tripla del +10 che ha cacciato i fantasmi.

Insomma, gli Spurs hanno reso il favore di Gara-2 agli Heat, quando Miami aveva vinto all'AT&T Center facendo suo il fattore campo. Gli Spurs, due notti fa, se lo sono ripresi con gli interessi di una probabile inerzia passata adesso dalla loro parte. Oggi si gioca Gara-4 in quel dell'American Airlines Arena, lì dove Miami in questi Playoffs non avevano mai perso prima che San Antonio passasse col trattore (8-1 adesso il record). La vittoria esterna di due notti fa è stata la 38° in questa post-season delle squadre ospiti: è record. Cosa non è funzionato a Miami in Gara-3? Beh, come succede spesso, si sono dimenticati del terzo violino migliore del mondo. Chris Bosh, dopo la tripla vincente in Gara-2, ha toccato la palla solamente 12 volte chiudendo con 9 punti e 3 rimbalzi. I tocchi in Gara-1 e Gara-2 erano stati 39 e 40. La domanda è? LeBron e Wade si dimenticano di mettere in ritmo il loro compagno o fa tutto parte del game-plan? Ciò che sicuramente non fa parte del piano di gioco di Spoelstra è il momento di forma pessimo di Mario Chalmers. Il playmaker degli Heat in queste prime tre gare è stato un non fattore: 3.3 punti, 3.0 palle perse, 3.0 assist in 23.4 minuti di gioco di media. Aggiungeteci la gomitata gratuita a Tony Parker in Gara-2 durante un suo movimento a ricciolo, cosa che per sua fortuna è stata sanzionata solo un Flagrant-1. Due liberi per TP, tra l'altro sbagliati. Fortuna per Rio, perchè se fossero entrati quei due FTs probabilmente staremmo parlando di un 3-0.

Cosa succede a Chalmers? Rischia di perdere il posto in favore di Norris Cole? "E' tutto nella sua testa, penso. Non ha detto molto ma non può perdere fiducia in sé stesso", ha detto James dopo Gara-3, nella quale Chalmers ha chiuso con lo 0/5 dal campo. "Come leader gli darò tutta la fiducia che posso. Forse dovrò rimproverarlo come ho fatto altre volte nel passato, quando voi mi avete visto farlo". Chalmers (ed anche Cole) non sono mai stati ricnonosciuti, tuttavia, come fuoriclasse dell'attacco. In compenso sono sempre stati apprezzati per la difesa e l'intensità che mettevano dall'altra parte del parquet. "Non possiamo controllare se una palla entra o meno. Ciò che possiamo controllare è come difendiamo. Puoi controllare quanta energia porti alla partita. Conosco i nostri due play, sono due ragazzi tosti. Hanno tanto orgoglio. So che cercheranno di apprendere dagli errori di stasera per giocare meglio Gara-4" si è espresso sempre LBJ.

Una delle chiavi di Gara-3 è stata - infine - il cambio di quintetto operato da Popovich: dentro Diaw, fuori Splitter con Duncan che scivola centro. L'attacco dei nero-argento ne ha estremamente giovato, naturalmente, anche se non è stato un aggiustamento clamoroso, dato che nelle prime due gare il quintetto iniziale con Splitter aveva combinato per appena 12 minut totalii in campo. Boris nasce addirittura playmaker e da tale viene draftato da Atlanta prima che a Phoenix, dove arriva in cambio di Joe Johnson sviluppi l'all-around attitude che adesso lo caratterizza. Capace di giocare in almeno tre delle cinque posizioni in campo, il suo motto ai Suns diventa "3D": drive, dish, defend. Penetra, passa, difendi. Questo cambio tattico ha permesso agli Spurs di segnare 48 punti nel pitturato, gli stessi segnati in Gara-1, anche quella vinta, di gran lunga di più di quanti ne erano stati segnati in Gara-2 (34), persa. Cosa è stato tagliato è il numero dei tiri dalla media distanza: 8 in Gara-1 e 3 (vinte), 23 in Gara-2 (persa). Questa la "ridicola" shot-chart degli Spurs nel primo tempo di Game 3:

Gara 1
Gara 2: 98 - 96 Miami
Gara 3: 111 - 92 San Antonio 
Gara 5  : la notte fra 15 e 16 Giugno, @San Antonio
Gara 6 (se necessaria) : la notte fra 17 e 18 Giugno, @Miami
Gara 7 (se necessaria) : la notte fra 20 e 21 Giugno, @San Antonio

Share on Facebook