James Harden dirige il successo sui Lakers, Randle stagione finita

Gli Houston Rockets vincono senza problemi contro i los angeles Lakers dominando nel primo tempo e controlloando nel secondo. Infortunio di Julius Randle, il rookie 7ª scelta al draft, Tibia destra fratturata, stagione finita ancora prima di cominciare

James Harden dirige il successo sui Lakers, Randle stagione finita
Los Angeles Lakers
90 108
Houston Rockets
Los Angeles Lakers: Bryant 19 (6/16 da due, 0/1 da tre, 7/8 tiri liberi), Boozer 17, Davis 11. Rimbalzi: Hill 10. Assist: Lin 6.
Houston Rockets: Harden 32 (4/11, 3/6, 15/16 tl), Ariza 16, Jones 16. Rimbalzi: Jones 13. Assist: Harden 6.

Inizio stagione da incubo: No, non stiamo parlando di qualche serie tv, ma dell'inizio di stagione dei Lakers.  Dopo aver perso due giorni prima del via il playmaker Steve Nash, abbandona il campo per frattura della tibia destra Julius Randle, scelta numero 7 dell'ultimo draft, con prognosi già definita: perderà tutta la stagione prima di poter ritornare a giocare, e tutto questo in una gara già abbondantemente compromessa prima del suo infortunio. James Harden ruba lo show a Kobe, trascinando i Rockets con 32 punti a una facile vittoria 108-90 che espone tutti i difetti dei nuovi Lakers, il gruppo più debole in cui Bryant, 19 punti in 29', abbia giocato nei suoi 19 anni di vita gialloviola.

Houston vince facile, con il minimo sforzo (42,5% dal campo ma 12/29 da tre), con James Harden, dall'alto dei suoi 32 punti (e con 15/16 dalla lunetta)protagonista assoluto. I Rockets legittimano il successo nel finale, eloquente 90-108 al termine, ma la gara è in ghiaccio da tempo. Festa rovinata due volte per il rientro in gare ufficiali di Kobe Bryant, che firma 19 punti in 29'. Il Mamba riesce a litigare con Dwight Howard accusandolo di essere "soft",  ma senza trasmettere il suo animo da combattente ai nuovi compagni. I Lakers hanno una difesa inesistente difesa e un attacco poco proficuo in cui Kobe fa 6/17 e i suoi compagni vanno a strappi. Lin intermittente (7 punti e 6 assist) e discontinuo, Hill buono solo a rimbalzo (10) e Boozer spento (8 dei suoi 17 punti nel 3° quarto).  

Harden parte subito bene - 11 punti (6 a cronometro fermo) - e lancia Houston sul 31-19 a fine primo quarto, con i Lakers tenuti ad un imbarazzante 6/25 dal campo, nonostante il 3/7 di Kobe." Il Barba" incomincia a segnare anche da 3 e i Rockets si trovano sul +18 (49-31), ma Bryant, l'anima gialloviola, non ci sta e ne piazza 10 nel secondo quarto per il 62-45 al riposo. Boozer e Lin si svegliano e portano i Lakers da 65-47 a 66-59 nel terzo periodo, ma Harden, come detto in serata di grazia, spegne la rimonta gialloviola. L'entusiasmo, se c'era, viene "ucciso"  quando Randle abbandona il campo per frattura della tibia destra. Inizio peggiore per una stagione che si preannuncia già difficilissima proprio non poteva esserci. Con l'infortunio di Randle la stagione dei Lakers finisce prima di cominciare? 


Share on Facebook