20,000 punti sotto il segno di Melo e Hornets battuti

Grazie alla prestazione da 28 punti,Carmelo Anthony entra nel prestigioso club dei giocatori con più di 20,000 punti realizzati. Nonostante un finale combattuto hanno la meglio i padroni di casa forti di una difesa attenta e precisa.

20,000 punti sotto il segno di Melo e Hornets battuti
Carmelo Anthony contro Michael Kidd-Gilchrist
New York Knicks
96 93
Charlotte Hornets
New York Knicks: Anthony 28 punti,Stoudemire 17 punti e 10 rimbalzi, Shumpert 15 punti e 4 assist, Hardaway Jr 9 punti.
Charlotte Hornets: Al Jefferson 21 punti e 4 rimbalzi, Walker 16 punti e 3 rimbalzi, Stephenson 14 punti e 9 rimbalzi, Neal 17 punti e 3 rimbalzi.

Nel  turno domenicale di regular season Carmelo Anthony diventa il sesto giocatore più giovane a raggiungere e superare  quota 20,000 punti. Nella gara contro i nuovi Charlotte Hornets, Melo ne infila 28 compreso il canestro della vittoria a 1:23 dal termine.

“Non avrei mai pensato di essere qui ora a parlare di questo traguardo,” dice Anthony. “Sono sicuramente segnato da questa esperienza e spero di averne ancora.”

Il sette volte All-Star segna il suo punto 19,999 già nei primi secondi di partita. In seguito con 7:42 dal termine del primo quarto, Shane Larkin serve l’assist a Melo che segna la tripla valida per il superamento dei 20,000, traguardo già raggiunto da altri 40 giocatori nella storia NBA. Tornando alla gara, Amare Stoudemire si regala la prima doppia-doppia della stagione con 17 punti e 10 rimbalzi. La squadra allenata da Derek Fisher gioca bene soprattutto in difesa, nei minuti finali durante l’assedio degli Hornets, New York forza ben 12 tiri degli avversari. A 2:49 dal termine, Kemba Walker segna in layup e porta a +3 i suoi. Subito dopo Lance Stephenson si fa saltare da Pablo Prigioni che serve a Iman Shumpert l’assist per la tripla del pareggio. Walker sbaglia un tiro a 1:42 dal termine, Anthony segna in jumper e permette ai suoi di passare in vantaggio 95-93, Stephenson sbaglia un passaggio e regala la palla ai Knicks. Nei secondi finali Charlotte butta via un altro possesso per violazione di 5 secondi sempre del malcapitato Stephenson. Walker  (14 punti) avrà l’occasione di pareggiare la gara a 3 secondi, ma il suo jumper gli viene contestato dall’attenta difesa di New York. Tra le fila degli Hornets spiccano le prestazioni di Al Jefferson, 21 punti, e Gary Neal, 17 punti in uscita dalla panchina.

Prossimi impegni:Charlotte,ora sul 1-2, giocheranno di nuovo mercoledì notte contro New Orleans mentre i Knicks (2-1) se la vedranno con i Washington Wizards.