Rising Stars: il resto del mondo schiaccia il team Usa

La partita delle giovani stelle apre l'All Star Weekend e la squadra degli "stranieri" batte gli americani a suon di schiacciate e stoppate.

Rising Stars: il resto del mondo schiaccia il team Usa
Andrew Wiggins con la schiacciata
World Team
121 112
Team Usa
World Team: Wiggins 22 punti -Gobert 18 punti e 12 rimbalzi-Mirotic 16 punti-Bogdanovic 16 punti-Dieng 14 punti e 4 rimbalzi.
Team Usa: Oladipo 22 punti-LaVine 22 punti-Burke 17 punti-Plumlee 13 punti e 9 rimbalzi.

Nuovo format quest’anno per la partita di apertura dell’All Star Weekend, da una parte i rookie e sophomore americani, dall’altra i “colleghi” provenienti dal resto del mondo. Questi i due schieramenti:

TEAM USA:

·         Trey Burke (Jazz) 

·         Kentavious Caldwell-Pope (Pistons) 

·         Robert Covington (76ers)

·         Zach LaVine (Timberwolves) 

·         Shabazz Muhammad (Timberwolves) 

·         Nerlens Noel (76ers) 

·         Victor Oladipo (Magic) 

·         Elfrid Payton (Magic) 

·         Mason Plumlee (Nets) 

·         Cody Zeller (Hornets) Head Coach: Alvin Gentry (Warriors)

WORLD TEAM:

·         Kostas Papanikolaou (Rockets)

·         Giannis Antetokounmpo (Bucks) 

·         Bojan Bogdanovic (Nets) 

·         Gorgui Dieng (Timberwolves) 

·         Dante Exum (Jazz) 

·         Rudy Gobert (Jazz) 

·         Nikola Mirotic (Bulls) 

·         Matthew Dellavedova (Cavaliers)

·         Dennis Schroder (Hawks) 

·         Andrew Wiggins (Timberwolves) Head Coach: Kenny Atkinson (Hawks)

Andrew Wiggins segna 22 punti e Rudy Gobert ne aggiunge 18 con 12 rimbalzi e 3 stoppate, il World Team ha la meglio e batte i rivali di 9 lunghezze. La prima scelta assoluta all’ultimo draft si porta a casa il premio di MVP della partita. Da registrare anche le buone prestazioni di Bojan Bogdanovic (Nets), che giocava sul campo di casa, e di Nikola Mirotic (Bulls) che scrivono a referto 16 punti ciascuno.

Per il Team Usa, Victor Oladipo e Zach LaVine segnano 22 punti a testa. Nella gara come da tradizione si sono visti tanti 1 contro 1 con giocate spesso spettacolari e poca difesa, a parte qualche contributo di Gobert. Tutti i partecipanti della gara delle schiacciate di stanotte erano in campo e hanno scaldato i motori con qualche schiacciata ad effetto. I numeri però rimangono da partita puramente di spettacolo come dimostra l’8 su 21 dal campo di Oladipo e le 51 palle perse dal Team Usa.

Il weekend delle stelle stanotte entra nel vivo con lo Skills Challenge, l’attesissimo three-point contest e la gara delle schiacciate.


Share on Facebook