Nba preseason, vincono Cavs e Celtics. Chicago cade a Charlotte

Cronaca e risultati delle prime tre gare di preseason della notte Nba.

Nba preseason, vincono Cavs e Celtics. Chicago cade a Charlotte
Nba preseason, vincono Cavs e Celtics. Chicago cade a Charlotte

Nell'ultimo lunedì di preseason Nba, i Chicago Bulls perdono a Charlotte contro gli imbattuti Hornets di coach Clifford, mentre ottiene finalmente la sua prima vittoria prestagionale Cleveland, che ha la meglio sul parquet della Quicken Loans Arena sui derelitti Dallas Mavericks. Vittoria casalinga anche per i Celtics, che a Boston si impongono su dei rimaneggiati Brooklyn Nets.

Charlotte Hornets - Chicago Bulls 94-86

I Bulls di coach Hoiberg si presentano in North Carolina senza Pau Gasol e Derrick Rose, con Kirk Hinrich da playmaker e Tony Snell da ala piccola, mentre si rivede con continuità Joakim Noah. E' proprio il lungo francese a dare la carica ai suoi, in un inizio di gara particolarmente equilibrato. Ma Charlotte non si fa intimidire, e risponde colpo su colpo con i canestri di Batum e Walker. Chicago riceve un contributo offensivo di 18 punti da Jimmy Butler e il solito apporto di energia dalla panchina della coppia Brooks-Portis, cui replicano le riserve degli Hornets, in particolar modo il redivivo Hairstow. La partita rimane in bilico fino al quarto quarto, quando ancora una volta è Jeremy Lin a scuotere i suoi, con un Kemba Walker scatenato dall'arco e in penetrazione. E' il parziale decisivo, che lascia imbattuti gli uomini di coach Clifford e rimanda nuovamente i Bulls, alle prese con equilibri di squadra tutti da perfezionare, nonostante una prova incoraggiante di Mirotic e Taj Gibson.

Charlotte Hornets. Punti: Walker 22, Lin 18, Batum 14, Hairstow 11. Rimbalzi: Lin 8, Williams 7. Assist: Lin 5.

Chicago Bulls. Punti: Butler 18, Gibson 14, Mirotic 13, Noah e Portis 12. Rimbalzi: Noah 13. Assist: Noah 7.

Cleveland Cavaliers - Dallas Mavericks 103-97

Sono state necessarie ben sette gare di preseason ai Cleveland Cavaliers per ottenere la prima vittoria di questa fase della stagione, ottenuta non a caso contro i Dallas Mavericks di Dirk Nowitzki e poco altro. Gli ospiti mostrano sin da subito grossi problemi nel trattamento di palla, in una gara in cui è ancora assente per loro Deron Williams (oltre ai lungodegenti Parsons e Matthews). Il tedesco dei Mavs prova a caricarsi la squadra sulle spalle, coadiuvato da un discreto contributo dalla panchina della coppia Devin Harris-Justin Anderson, mentre i Cavs rispondono con qualche giocata d'autore di Kevin Love e di J.R. Smith. Il terzo quarto è fatale a Dallas, che perde palloni in successione, trasformati in comodi canestri da Dellavedova, Smith e dal rookie Jared Cunningham, sempre più a suo agio nel mondo Nba. La risposta al parziale dei padroni casa da parte di Dallas è pressochè nulla, e nel finale c'è gloria anche per Timo Mozgov e Richard Jefferson, mentre Rick Carlisle deve fronteggiare la quinta sconfitta in cinque partite di una squadra che sembra risentire anche della negatività che circonda l'ambiente.

Cleveland Cavaliers. Punti: Smith 19, Dellavedova 13, Jefferson, Love, Mozgov e Jones 10. Rimbalzi: Cooley 15, Love 9. Assist: Cunningham e Dellavedova 5.

Dallas Mavericks. Punti: Jenkins 26, Nowitzki 13, Evans 12, Powell e Anderson 11. Rimbalzi: Mejri 8. Assist: Felton 7.

Boston Celtics - Brooklyn Nets 111-105

Al TD Garden di Boston i Nets scendono in campo senza buona parte dei loro titolari: ancora assente Andrea Bargnani, coach Hollins lascia a riposo Shane Larkin, Brook Lopez, Thaddeus Young e Joe Johnson, svuotando ampiamente la propria panchina, mentre Brad Stevens dà continuità a praticamente tutto il suo roster, eccezion fatta per Isaiah Thomas, David Lee e Jay Crowder. L'incontro dura sostanzialmente solo un tempo - il primo - prima che i Celtics alzino le marce e stacchino gli avversari in questa amichevole di ottobre. Tra i più positivi per i verdi di Boston c'è sicuramente Evan Turner, finalmente incisivo ed efficace, che funge da playmaker ombra, con Marcus Smart relegato al ruolo di guardia pura. Olynik e Jerebko contribuiscono dalla panchina, ed è poi il rookie Terry Rozier (16 punti per lui) a mandare i titoli di coda di una gara soporifera. Ingiudicabili i Nets, in campo con un quintetto più che sperimentale, in cui Bogdanovic e Robinson provano a resistere all'onda d'urto di una Boston più profonda e organizzata. Per i ragazzi di coach Hollins è l'ennesima sconfitta di una preseason poco incoraggiante per il prosieguo della stagione.

Boston Celtics. Punti: Roozier 16, Johnson 15, Olynik 14, Jerebko 11, Turner 10. Rimbalzi: Turner e Jerebko 7. Assist: Turner e Roozier 6.

Brooklyn Nets. Punti: Bogdanovic 18, Robinson 15, Harper, Jones e Daniels 14, Boatright 10. Rimbalzi: Robinson 9. Assist: Sloan 6.

NBA