Nba preseason, i Lakers ringraziano Ryan Kelly. Houston si rialza con Harden

Cronaca e risultati delle ultime due gare della notte di preseason Nba.

Nba preseason, i Lakers ringraziano Ryan Kelly. Houston si rialza con Harden
Nba preseason, i Lakers ringraziano Ryan Kelly. Houston si rialza con Harden

Nelle ultime due gare di Nba preseason della scorsa notte vincono al Toyota Center gli Houston Rockets di James Harden contro una New Orleans priva di Anthony Davis, mentre allo Staples Center di Los Angeles Lakers e Blazers danno vita a una gara appassionante, risolta a due secondi dalla fine da una schiacciata di Ryan Kelly.

Houston Rockets - New Orleans Pelicans 120-100

Non c'è Anthony Davis per i Pelicans di Alvin Gentry, mentre è in campo per Kevin McHale il Barba James Harden, che contribuisce alla vittoria dei suoi Rockets mettendo la sua griffe d'autore su una quarto quarto da 40 punti (contro i 13 degli ospiti). New Orleans lancia in quintetto Ryan Anderson e Eric Gordon, mentre sono ancora assenti Norris Cole e Tyreke Evans. Gli ospiti reggono alla grande per tre quarti, trascinati proprio da Anderson e da una discreta percentuale al tiro, fino agli ultimi dodici minuti, quando i Rockets prendono fuoco con le giocate di Harden e Lawson, l'atletismo di McDaniels e Harrell, i tiri impossibili di Terry, Ariza e Thornton. La gara si decide qui, con i Pelicans spazzati via dal campo dalla furia di Houston, non nuova a momenti di esaltazione di questo tipo. Da sottolineare per i padroni di casa la prova di Ty Lawson in cabina di regia, oltre al solito gigantesco Harden. Harrell e Capela non fanno rimpiangere Dwight Howard e Terrence Jones, ancora out per infortunio e riposo. New Orleans torna a casa con la certezza di non poter far a meno di Anthony Davis e con la consapevolezza di aver bisogno di maggiore incisività nel reparto esterni, dove nè Holiday nè Gordon (e neanche il nuovo arrivato Nate Robinson) convincono pienamente.

Houston Rockets. Punti: Harden 20, Ariza e Lawson 18, Thornton 16, Harrell 13, Capela 10. Rimbalzi: Capela 12. Assist: Lawson 5.

New Orleans Pelicans. Punti: Anderson 23, Adrien 11, Perkins e Dejean-Jones 10. Rimbalzi: Anderson 11. Assist: Holiday e Robinson 5.

Los Angeles Lakers - Portland Trail Blazers 104-102

Il più inverosimile dei finali va in scena allo Staples Center di Los Angeles, California, versione gialloviola. Sopra di tre punti a una manciata di secondi dalla fine, i Lakers perdono con Ryan Kelly una palla sanguinosa, che Connaughton trasforma in tre punti per il pareggio di Portland. Dopo il time-out chiamato da Byron Scott, il pallone torna in mano a Kelly che, con un movimento di rara agilità e rapidità, si libera del suo avversario e va a schiacciare in faccia a Noah Vonleh. E' il più classico dei casi di "redemption" del gergo cestistico a stelle e strisce, che esalta il tifo gialloviola al termine di una gara divertente. I Lakers privi di Kobe Bryant e Lou Williams si affidano alle giocate di Jordan Clarkson e Nick Young, con D'Angelo Russell che mostra ancora una volta lampi di talento cristallino. Huertas incanta tutti con un paio di passaggi da cinema, e così L.A. tiene il passo di una Portland che va al ritmo dello scatenato Damian Lillard (20 punti in serata per lui), coadiuvato stavolta da Harkless e Crabbe, con McCollum meno incisivo rispetto alla partita precedente con Utah. Il finale punto a punto è dunque deciso da Kelly, eroe per una notte, che regala ai gialloviola la terza vittoria in sette incontri di preseason.

L.A. Lakers. Punti: Clarkson 17, Russell e Young 12, Brown 10. Rimbalzi: Randle, Black e Upshaw 6. Assist: Huertas 8.

Portland Trail Blazers. Punti: Lillard 20, Harkless 15, McCollum e Crabbe 10. Rimbalzi: Vonleh 10, Leonard 9. Assist: Lillard 6.

NBA